Il potere degli oracoli

pubblicato in: AltreViste 0
Il potere degli oracoli

di Asoka Selvarajah

Fino a poco tempo fa, gli scienziati ci offrivano una visione sempre più
meccanicistica dell’universo. Il modello “palla da biliardo” della realtà –
ossia quello secondo cui certe cause conoscibili provocano sempre certi
effetti prevedibili – dominava sempre più ogni settore della nostra società.
Gli scienziati si aspettavano che un giorno avrebbero avuto una spiegazione
completa di TUTTI i fenomeni.

Tuttavia, l’avvento della Meccanica Quantistica, e in particolare, della
Teoria del Caos, ha messo fine per sempre a quel sogno. Invece di parlare di
certezze e di leggi, ci troviamo ad aver a che fare con delle probabilità, e
con una costante interazione di Ordine e Caos.

Ora Rupert Sheldrake, biologo della Royal Society, minaccia di scuotere
ulteriormente queso modello con la sua teoria secondo cui non vi sono, in
effetti, “Leggi di Natura”, ma piuttosto abitudini radicatesi attraverso
innumerevoli ripetizioni!

UNA NUOVA VISIONE DEL MONDO

Insomma, tutto ciò che riguarda la Scienza si trova in uno stato nettamente
fluido, di cui i “profani” (o “non addetti ai lavori”) non sanno ancora
praticamente nulla. La maggior parte delle persone sono ancora condizionate
dal Razionalismo Scientifico del diciannovesimo secolo, che afferma, in modo
decisamente inesatto, che le uniche cose reali sono quelle verificabili
sperimentalmente, e che la logica è l’unica funzione del cervello adatta a
conoscere e comprendere la realtà. Quest’idea è ancora diffusa in tutti gli
strati sociali.

Si tratta, nondimeno, di un’idea assolutamente falsa. In realtà, si rivela
sempre più come un luogo profondamente misterioso. Più cose scoprono, e più
gli scienziati rimangono senza fiato di fronte all’immensità di ciò che
ancora rimane da scoprire. In verità, l’Universo è qualcosa di
incomprensibilmente complesso. Dalla più piccola particella subatomica alla
più vasta galassia, esso va oltre le nostre limitate capacità mentali.

Inoltre, per coloro che hanno occhi per vedere, l’universo si rivela anche
come un luogo d’intelligenza infinita. Molti scienziati più all’avanguardia
stanno abbracciando un approccio olistico alla realtà su tutti i livelli:
dal dottor Deepak Chopra, il quale ci parla dell’incredibile saggezza
immagazzinata all’interno del corpo umano, al geofisico James Lovelock,
secondo cui la Terra nel suo complesso può essere realisticamente
considerata un unico organismo vivente, denominato Gaia.

All’interno di questa nuova realtà dell’universo, considerato come ESSERE
VIVENTE, gli antichi metodi di percezione riemergono come modi
potenzialmente validi di esaminare la realtà. In particolare, l’antico
metodo dell’Oracolo merita di essere rivalutato.

Anche se a lungo diffamati dalla Scienza come residui del passato,
disprezzabili e privi di senso, e dalla Religione dominante come opera del
diavolo, gli Oracoli hanno comunque goduto di molto rispetto nella Storia
passata, e persino nella preistoria.

La scienza ha giustamente eliminato concetti sbagliati, come quello secondo
cui la Terra doveva essere piatta, o quello secondo cui terremoti e tempeste
sono opera di Dei arrabbiati. Tuttavia, gli Oracoli – come, per esempio, l’I
Ching e i Tarocchi – vengono ancora oggi utilizzati nella nostra moderna
civiltà tecnologica. Paradossalmente, un’antica disciplina come l’Astrologia
si serve della più recente tecnologia informatica per operare in modo più
rapido ed efficiente che mai!

Ma, prima di sminuire questa tendenza come qualcosa di caratteristico di
persone facilmente suggestionabili, dovremmo ricordare che un grande
psicologo svizzero, Carl Jung, prendeva gli Oracoli MOLTO sul serio, al
punto da lavorare parecchio con l’I Ching e i Tarocchi.

Inoltre, è un fatto innegabile che molte banche in varie parti del mondo
usano l’Astrologia Finanziaria per decidere sugli investimenti e le
operazioni finanziarie da compiere. A tale proposito, il geniale banchiere
del diciannovesimo secolo J.P. Morgan, al quale ancora oggi è intitolata una
tra le più prestigiose banche d’America, diceva: “I milionari non credono
nell’astrologia… i miliardari sì”.

GLI ORACOLI COME FUNZIONE DEL CERVELLO

Dunque, nonostante gli attacchi della Scienza e della Religione, il sistema
degli oracoli è ancora popolare e forte nella società occidentale, e se ne
interessano tanto i genii quanto le persone semplici. Perché? Perché questa
credenza negli oracoli non ha fatto la stessa fine di Babbo Natale o dei
Lupi Mannari?

La ragione della loro persistenza può essere che gli Oracoli rappresentano
una funzione legittima e valida del cervello umano? Non può darsi che, come
esistono il conscio e l’inconscio e le funzioni della parte sinistra e della
parte destra del cervello umano, ci sia effettivamente una parte del
cervello adibita a ricevere ed elaborare informazioni in modo “oracolare”?

Questo concetto può apparire rivoluzionario, ma è tutt’altro che
irragionevole. Se ci rifacciamo a quanto affermato in precedenza in questo
articolo, è cioè al fatto che la ricerca scientifica sembra rivelare
l’universo come un luogo di Intelligenza Infinita, non si può supporre che
il Cosmo funzioni davvero attraverso il principio di Sincronicità
(coincidenze significative), come suggeriscono le opere di Deepak Chopra e
“La profezia di Celestino” di James Redfield? Sarebbe dunque irragionevole
presumere che la Natura ci abbia fornito di strumenti per percepire la
Realtà in questo modo?

Non sarebbe affatto irragionevole, secondo me. Anzi, è decisamente
probabile. Ciò spiegherebbe perché gli Oracoli siano ancora fiorenti
nonostante gli sforzi compiuti dal Razionalismo per eliminarli. Non è
possibile eliminare una legittima funzione del cervello umano con
argomentazioni intellettuali, per quanto logiche possano sembrare, così come
non è possibile convincere a parole qualcuno che la sua gamba destra non è
altro che un residuo di un passato primitivo!

IN CONTATTO CON L’ANIMA DELL’UNIVERSO

Dunque, dove ci porta tutto questo? Semplicemente al fatto che, attraverso
l’Oracolo, la nostra anima individuale entra in contatto con l’Anima
dell’Universo. Mentre la logica si rivolge alla parte sinistra,
scientifico-logica, del nostro cervello, l’oracolo comunica informazioni
provenienti dal cuore stesso dell’universo, attraverso il simbolo e
l’immagine, direttamente alla parte destra, artistico-simbolica.

Ognuno di noi è sottoposto ogni giorno al bombardamento di stimoli
logico-scientifici provenienti dalla nostra società. Abbiamo bisogno di
ristabilire l’equilibrio attraverso la stimolazione e l’uso della parte
destra, artistico-simbolica, del nostro cervello. Ciò, di conseguenza,
migliorerà la nostra capacità di “funzionare” in genere nella vita. I
sistemi di divinazione come l’I Ching e i Tarocchi possono aiutarci in
questo senso.

Nel far questo, non è necessario avvicinarci ad essi con un atteggiamento di
forte paura, come se stessimo per perdere la nostra anima. Paure del genere
sono state propagate dalla religione istituzionalizzata per motivi puramente
politici. Dopotutto, se si fosse realmente in grado di ottenere delle
conoscenze essenziali e la comunione con la Fonte/Dio in modo diretto,
perché mai si avrebbe bisogno di costose bardature come i grandi edifici, il
clero e le regolari donazioni di denaro?

Piuttosto, dovremmo ricordare che uno scienziato serio come Gustav Jung fece
studi sui Tarocchi e l’I Ching in linea con i studi sul Simbolismo e la
Mente Umana, e che, inoltre, in base alle più recenti rivelazioni
sull’Universo (come luogo caratterizzato principalmente dal significato e da
un’intelligenza incomprensibile), i sistemi di divinazione – che sembrano
tanto in sintonia con queste scoperte – acquistano una legittimità e una
base di credibilità che non avrebbero mai potuto avere in secoli precedenti,
quando questi fatti erano sconosciuti.

Perciò, dovreste scegliere un oracolo e usarlo regolarmente. Particolarmente
raccomandati sono i Tarocchi e l’I Ching. Scrivete i risultati su un vostro
diario. Un uso regolare permetterà di esercitare questa funzione vitale del
cervello. Come ogni cosa che venga esercitata regolarmente, questa funzione
cerebrale si rafforzerà, migliorerà e vi darà risultati sempre più
affidabili. In questo modo, rafforzerete la vostra intuizione e vi metterete
in contatto diretto con la stessa Fonte dell’Universo.

—————–

L’AUTORE

Asoka Selvarajah

E’ uno scrittore e ricercatore che opera da tempo nei campi dello sviluppo
personale e della spiritualità esoterica. Il suo lavoro aiuta le persone a
raggiungere il loro massimo potenziale, ad approfondire la loro comprensione
della verità mistica, ed a trovare gioia nel perseguimento del vero scopo
spirituale della loro anima. Indiano di origine, attualmente vive e lavora
ad Assisi.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *