Qi Gong anti-cancro: un metodo di terapia olistica

pubblicato in: AltreViste 0

Qi Gong anti-cancro: un metodo di terapia olistica
che sta dando risultati nella cura integrata delle malattie croniche e dei tumori

Scritto da: Uta Feiler e Christine Lanz

Medicina Non Convenzionale

>>> www.macrolibrarsi.it/libri/__qi_gong_ed_energia_vitale.php?pn=1567

Qi Gong anti-cancro: un metodo di terapia olistica che sta dando risultati nella cura integrata delle malattie croniche e dei tumori
Da alcuni decenni si sta diffondendo silenziosamente in Europa una pratica corporea che affonda le
sue radici nell’antico qi gong taoista cinese. Una versione particolare di questa nota pratica
riscoperta negli anni Settanta del secolo scorso, il Guolin qi gong, si sta infatti rivelando di
importanza notevole nella cura delle malattie croniche e del cancro, anche in approccio integrato con le terapie convenzionale.

Dalla Cina, attraverso la Germania, insegnanti e pazienti stanno lentamente, ma con entusiasmo,
apprezzando i risultati di questo approccio. Fioriscono così i libri sul tema e le testimonianze di
guarigione. Vediamo un più da vicino in cosa consiste, quali sono le sue origini e le possibilità di guarigione che offre.

Che cosè Guolin qi gong

Il Guolin è una delle forme di qi gong medico più importanti nella terapia dei tumori e delle
malattie croniche. Per questo motivo viene anche definito il cosiddetto qi gong anti-cancro.

Questo metodo è stato sviluppato dalla professoressa dellIstituto di Belle Arti di Pechino e
pittrice Guo Lin, nata nel 1909 nella provincia del Guang Dong. A questa donna era stato
diagnosticato un tumore all’utero che, dopo sei operazioni chirurgiche e conseguenti recidive con metastasi, venne ritenuto inguaribile dalla medicina ufficiale.

Guo Lin cominciò allora a sviluppare le pratiche di qi gong che suo nonno, un praticante taoista, le
aveva insegnato quando lei era bambina. Questo percorso di riscoperta la portò alla ricerca dei più
grandi maestri viventi in ambito, dai quali imparò tecniche millenarie, osservando e sperimentando su se stessa gli effetti delle pratiche di questa antichissima disciplina.

Ella guarì piuttosto rapidamente e questo successo la condusse, nel 1971, a trasmettere la sua
conoscenza alla gente comune che fosse interessata a imparare, praticando nei parchi di Pechino. Guo
Lin morì nel 1984 all’età di 75 anni per un ictus, senza che il tumore si fosse mai più ripresentato e lasciando un sapere significativo per la medicina: il Guolin qi gong.

Negli anni a seguire gli esercizi furono poi sviluppati e perfezionati ulteriormente da altri
insegnanti. In Cina nacquero quindi dei circoli di Guolin, dove le persone praticavano insieme nei parchi. Oggi, a distanza di decenni, ci sono centri Guolin in tutto il mondo.

Il qi gong medico-terapeutico ha iniziato ad essere applicato in parallelo agli interventi della
medicina convenzionale da circa trent’anni in paesi quali Canada, USA, Cina, Corea, Giappone,
Australia e Malesia sia nella lotta contro i tumori sia in caso di altre malattie croniche.

Nel 1980, in Germania alcuni medici iniziarono a diffondere queste conoscenze. A partire dal 1989 la
dottoressa Qi Duan Li, allieva della professoressa Guo Lin, ha introdotto negli ospedali tedeschi queste pratiche. In Italia questo metodo è purtroppo ancora poco diffuso.

Qi gong ed energia vitale.
Pratiche taoiste di lunga vita
Georges Charles
www.macrolibrarsi.it/libri/__qi_gong_ed_energia_vitale.php?pn=1567

Lascia un Commento: