Centenari: il segreto è nel piatto

pubblicato in: AltreViste 0

Centenari: il segreto è nel piatto

Il segreto per una lunga vita in salute passa da quello che magiamo e quindi dal corretto equilibrio acido-base del nostro corpo

di Hervé Grosgogeat – 30/07/2013

>> http://goo.gl/YF6FMC

Centenari: il segreto è nel piatto

È cercando di stabilire una relazione tra nutrizione e longevità che ho realizzato che cè una
connessione evidente tra acidità e invecchiamento. Appassionato dalla ricerca sullequilibrio
ottimale come fattore di giovinezza, ho lavorato per mettere a punto un metodo che possa aiutare a rallentare gli effetti dellinvecchiamento.
Se gli uomini non nascono tutti belli, nascono però tutti ricchi. Ricchi di un tesoro inestimabile:
le loro riserve di sali minerali. Come tutti i tesori, li si nasconde alla meno peggio.

Dove? Un po dappertutto, in capelli e cuoio capelluto, nelle unghie, nella pelle, nelle ossa, nelle
cartilagini… Le riserve di sali minerali sono i pilastri della nostra salute e della nostra
bellezza. Inoltre, occorre che esse rimangano integre. Perciò bisogna evitare di sollecitarle stabilmente per neutralizzare gli acidi.
Più luomo avanza nelletà, più le riserve di sali minerali e oligoelementi di cui traboccava alla
nascita si svuotano. Allo stesso tempo il processo di corrosione si accelera. A questi criteri
naturali si aggiungono fattori di accelerazione dellinvecchiamento che luomo ha la possibilità di
ridurre, o anche di eliminare: tabacco, cattive abitudini rispetto al sonno, ritmo di vita
irregolare, alimentazione troppo ricca, mancanza di esercizio fisico, stress, ecc.

Grazie allapproccio complementare della medicina classica, il metodo acido-base arricchisce i
trattamenti di prevenzione dellinvecchiamento. Esso considera lalimentazione come un trattamento
integralmente preventivo e la salute come un sistema globale in cui si mettono sullo stesso piano benessere fisico, psichico ed emozionale.
È vero che la longevità è chiaramente avanzata in Occidente, grazie ai progressi della medicina, ma
molto spesso la vecchiaia è vissuta in cattive condizioni. Essa mina linsieme dei nostri organi e
tessuti: la pelle si assottiglia, i muscoli si atrofizzano, le articolazioni si irrigidiscono, la
capacità polmonare diminuisce, la vista e ludito vengono meno, le arterie si induriscono e il
cervello funziona più lentamente. Questa usura ha come conseguenze una maggiore predisposizione allaffaticaticamento e un calo delle performance fisiche e mentali.

Se è certo che siamo geneticamente programmati per incamminarci verso la vecchiaia, non è meno vero
che questa ultima tappa della vita non possa essere vissuta armoniosamente, mantenendo una buona
forma fisica e psichica. Alcuni esempi in certe regioni del mondo lo comprovano e non smettono di
stupire gli osservatori e gli scienziati. Così, gli abitanti di Okinawa, nellarcipelago giapponese,
e, più vicino a noi, gli abitanti dellisola greca di Symi o del paese italiano di Campodimele,
appplicano, senza saperlo, i grandi principi raccomandati dal MAB. Il loro stile di vita e la loro
alimentazione giova loro così tanto che si conta tra essi un gran numero di novantenni e di centenari.
Malgrado la loro età, queste persone sono raramente malate, paralizzate da dolori o depresse. Si
potrebbero chiamare vecchi giovani che rimangono attivi, vigorosi e che irradiano una grande serenità.

Questa longevità è dovuta sia a unalimentazione equilibrata che a uno stile di vita e a unambiente
sano. Queste popolazioni consumano prodotti freschi e naturali. Mangiano esattamente ciò di cui il
corpo ha bisogno. La loro dieta, ricca di nutrienti e di antiossidanti, rimane povera di calorie in
confronto ai loro dispendi fisici. Frutta e verdure fresche sono ampiamente rappresentate da 500
grammi a 1 chilo al giorno. Spesso consumate crude, i loro nutrienti sono preservati. Carne e
latticini sono più rari nei loro piatti; il pezzo forte è costituito da proteine vegetali
(lenticchie, fagioli secchi, ecc.). Infine, i grassi buoni sono alla ribalta: pesce grasso, semi, piante oleaginose.
Alcuni studi hanno mostrato che, se gli abitanti di queste regioni vanno a vivere in altri paesi e
abbandonano le loro abitudini alimentari così come il loro ritmo di vita, soffrono degli stessi
sintomi di invecchiamento precoce propri delle popolazioni di quegli stessi paesi.

Il segreto della salute e della longevità dei centenari dipende prima di tutto dallequilibrio della
loro alimentazione e dalla loro vita attiva. Applicando le regole del metodo acido-base, disporrete
di tutti i nutrienti della dieta dei centenari: una formula completa di proteine, minerali,
vitamine, antiossidanti e acidi grassi essenziali che permette di evitare le malattie e di godere di una salute ottimale.

Paolo Giordo
Iniziazione all’Alimentazione Terapeutica
La salute attraverso il cibo
Editore: Edizioni Mediterranee
Data pubblicazione: Aprile 2007
Formato: Libro – Pag 122 – 13,5×21,5
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__iniziazione_alimentazione_terapeutica.php?pn=1567

Hervé Grosgogeat
Il Metodo Acido Base
Diminuire di peso, rallentare l’invecchiamento, prevenire le malattie Editore: Macro Edizioni
Data pubblicazione: Ottobre 2009
Formato: Libro – Pag 333 – 13,5×20,5
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__il-metodo-acido-base.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Condividi:
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments