Raeliani, gli Elohim, e gli UFO

pubblicato in: AltreViste 0

Raeliani, gli Elohim, e gli UFO

e collegamenti con la chiesa di Scientology e le altre sette

Il culto degli UFO

Secondo le affermazioni della religione Raeliana, “il 13 dicembre 1973, il giornalista francese
Claude Vorilhon (che ora si fa chiamare Rael) fu contattato da un visitatore di un altro pianeta,
che gli disse di stabilire un’ambasciata per riaccogliere sulla Terra gli extraterrestri”.

La religione Raeliana chiama questi extraterresti “Elohim” (termine ebraico “preso in prestito”
dalla Bibbia, dove è riferito esclusivamente a Dio).
Gli Elohim avrebbero detto a Rael (ossia Claude Vorilhon) che sono stati loro a creare la vita sulla
Terra, e che quindi non esiste alcun Dio, né l’anima. Dopo la morte, secondo i Raeliani, coloro che
lo meritano saranno ricreati sul pianeta degli Elohim.

Questo culto perverso promuove la massima libertà sessuale secondo i propri gusti e tendenze, il
rifiuto del matrimonio come un inutile contratto, e segue delle tecniche di “meditazione sensuale”
che sarebbero state insegnate a Rael dagli extraterrestri. L’effetto di queste tecniche sarebbe
quello di “decondizionarsi, disinibirsi… godendo ogni sensazione col massimo piacere… senza le
paralisi dovute ai sensi di colpa” (cfr. e-digest del sito ufficiale). Pare che tra le “tecniche”
figurino “masturbazione, orgasmo comune, libertà sessuale e piacere” (Reuters News Service, 6 agosto
1997).

Mediante i loro “seminari di risveglio”, e la “meditazione sensuale”, i Raeliani ritengono di
liberarsi dalla “programmazione” del loro subconscio, dalle paure e dai sensi di colpa che essi
pensano siano generati “dalla morale giudeo-cristiana”.
I Raeliani credono anche che “ogni persona è sorvegliata da un computer che prende nota e tirerà le
somme delle sue azioni alla fine della sua vita, ma le persone che sono consapevoli dei messaggi
trasmessi da Rael saranno ricreati dalle cellule…” (Sun-Sentinel, p. E1).
Quelli che meriteranno “la reincarnazione scientifica vivranno per sempre sul pianeta degli Elohim
dove il cibo sarà portato loro senza dover fare il minimo sforzo e dove partner maschi e femmine
meravigliosamente belli e scientificamente creati per questo scopo, saranno là solo per soddisfare i
loro piaceri, e vivranno là eternamente, desiderando di fare solo quello che loro vogliono”
(Sun-Sentinel, p. E1). Una versione “scientifica” del paradiso proclamato dalla religione Islamica,
in pratica.

In materia scientifica, poi, secondo il movimento Raeliano gli extraterrestri avrebbero insegnato
che gli uomini, in quanto loro creazione, non devono limitare le possibilità della scienza.
Non pochi esponenti e aderenti alla religione Raeliana hanno infatti più volte dichiarato di essere
prossimi al successo in esperimenti di clonazione umana. Il costo di una clonazione sarebbe di circa
200.000 dollari.

Non meno controverse sono le idee e le pretese politiche del movimento, che promuove la cosiddetta
“geniocrazia” (l’elettorato attivo e passivo dovrebbe essere riservato a chi ha un quoziente
intellettivo significativamente superiore alla media).
O la simbologia ufficialmente adottata dal movimento, che consisteva in una Stella di David con una
svastica al suo interno. Nel 1991, Rael reputò opportuno sostituire il simbolo della svastica con
quello di una galassia, al fine di poter convincere più agevolmente gli Israeliani e avere accesso a
Gerusalemme per potervi costruire un’ambasciata per “accogliere gli alieni”.

Accortosi del clima di controversie e polemiche che aveva scatenato, nel 1992 il culto fondato da
Rael si associò ad altri culti simili, fondando la Federazione Internazionale delle Minoranze
Religiose e Filosofiche (abbreviato con “Firephim” in francese), il cui scopo sarebbe quello di
“combattere la persecuzione religiosa”.

Tra i partecipanti al nuovo movimento vi sono altri gruppi controversi, tra cui citiamo i Satanisti,
la Chiesa dell’Unificazione di Moon, i Testimoni di Geova, e la “chiesa” di Scientology.
Quest’ultima merita una nota particolare per lo strisciante strapotere politico ed economico, per le
oppressioni e i suicidi degli adepti, per le tecniche di manipolazione psicologica utilizzate (anche
mediante presunti programmi di recupero tossicodipendenti come il Narconon), e per le favole che
costituiscono la sua dottrina, elaborate da L. Ron Hubbard.
Hubbard fu uno scrittore di fantascienza noto per il suo libro Dianetics (Dianetica); si definì
“gran buon amico” di Aleister Crowley, il padre del satanismo moderno, che frequentò a lungo (fu
membro della setta Ordo Templi Orientis di Crowley, del quale rielaborò gli insegnamenti occulti in
chiave pseudo-scientifica per creare quelli che sono alla base di Scientology) e del quale adottò il
simbolo occulto per la sua “croce della Scientologia”.
È altresì interessante notare che Hubbard dichiarò che un’entità spirituale l’aveva guidato durante
tutta la sua vita, che si era servito “della scrittura automatica e della chiaroveggenza”, e che suo
figlio dichiarò che “la magia nera è il cuore stesso di Scientology” (cfr. Corydon and Hubbard, Jr.,
256).
Moltissime informazioni dettagliate, testimonianze e studi su Scientology sono disponibili sul
seguente sito (non Cristiano): xenu.com-it.net

Un’ulteriore prova del legame tra Scientology e i Raeliani si è avuta in occasione della
partecipazione dei Raeliani alle manifestazioni organizzate dalla Chiesa di Scientology; Rael ordinò
espressamente che almeno 500 Raeliani vi partecipassero.

Sempre in tema di sette e di UFO, vanno segnalati anche i “Men In Red” (MIR), collettivo politico
fondato a Roma nel 1991, e vicino all’ambiente dei centri sociali e della sinistra alternativa. Il
MIR si fonda sulle teorie dell’ufologo marxista argentino Dante Minazzoli, secondo il quale alieni
pacifici, provenienti da Paesi in cui non esistono classi sociali, si contrappongono ad alieni
aggressivi.
Per affrancarsi dalla barbarie capitalistica, l’uomo avrebbe bisogno dell’aiuto degli extraterrestri
buoni, quelli appartenenti al movimento denominato “Alien Dissident”, al quale dovrebbero aspirare i
terrestri liberati.

Ma esistono gli “alieni” ?

Per i contemporanei illuminati, il tema UFO è sinonimo di poca serietà e razionalità. In effetti,
intorno a questo tema si muove un vortice di fantasie e speculazioni, di illusioni intenzionali e
non, addirittura di imbrogli. Ciononostante, non è possibile liquidare tali fenomeni concomitanti
come irrilevanti (perché inesistenti). È ormai nota una vasta casistica di avvistamenti di UFO.

Solamente negli Stati Uniti, ci sono 15 milioni di americani che affermano di avere visto degli UFO.
Un’alta percentuale di questi casi può essere spiegata con fenomeni naturali, tuttavia resta un buon
numero di avvistamenti e notizie (gli esperti calcolano un 20-30%) che depongono a favore della
reale esistenza di questi fenomeni.

Il grande fisico francese Jacques Vallèe scrisse: «Essi (gli UFO) sono costruiti come veicoli
materiali a dispositivo spirituale, le cui proprietà non sono ancora state definite». Insieme ad un
altro grande ricercatore, Allen Hynek, egli scrisse: «Se gli UFO sono veramente il risultato del
“lavoro con viti e chiodi” di qualcuno, sono cioè stati costruiti, rimane sempre da spiegare come
sia possibile che un oggetto così concreto possa cambiare aspetto o materializzarsi misteriosamente
sotto i nostri occhi, senza che nessuno, nel vicinato e nelle città circostanti, lo abbia avvistato
in precedenza. Dobbiamo chiederci dove si “nascondono” gli UFO quando non si mostrano all’occhio
umano».

Riteniamo che gli UFO siano manifestazioni del mondo spirituale e demoniaco. Non sono solo gli
avvistamenti di UFO a diffondere il messaggio degli extraterrestri, questo messaggio è installato
nella mente soprattutto dei bambini e dei ragazzi, a quasi tutti i livelli di comunicazione. Dietro
c’è il piano di Satana di soggiogare l’umanità. Se riesce a spacciarsi come il grande salvatore e
soccorritore che viene dalle stelle, gli esseri umani saranno pronti ad accettarlo come tale. In
effetti, la Bibbia racconta che, per un breve periodo, Satana, nelle vesti dell’anticristo, deterrà
il dominio del pianeta e otterrà l’adorazione degli uomini. Perciò possiamo solo mettere in guardia
dalla credenza negli UFO e dal coltivare interesse per essi e per i culti ad essi associati. Il
fascino degli UFO può essere il primo passo verso ulteriori esperienze occulte.

tratto da digilander.libero.it/camminocristiano/

Condividi:

Lascia un Commento: