La Legge di Evoluzione

pubblicato in: AltreViste 0

La Legge di Evoluzione

di Giuseppe Bufalo

Sono qui esposte le sette tappe o Stadi dell’Evoluzione dell’Umanità in relazione alle Leggi che la
governano, esaminando il singolo individuo, i gruppi e le nazioni.

In relazione ai punti di riferimento dati, con discernimento e con spirito di lealtà, ognuno può
individuare lo stadio evolutivo personale, del proprio gruppo (se fa parte di qualche gruppo) e del
paese in cui vive.

Quanto esposto non vuol essere esaustivo, ma può indicare la via per raggiungere la Luce sul
Sentiero mettendosi in ascolto della Voce del Silenzio.

Ogni Pellegrino, ricercatore della Verità, potrà trovare alcuni spunti interessanti per il suo
Eterno divenire.con la consapevolezza che:

” La parola cela la Verità e non la rivela. Se una Verità viene riconosciuta, significa che colui
che indaga ha scoperto un punto di verità in se stesso, ciò che serve ad illuminare i suoi passi nel
suo lento e graduale procedere”.

Perciò, procedi o Pellegrino, con ferma perseveranza. Non vi è candela alcuna, o lampada ad olio
terrena. La radianza continua a crescere fino a che il Sentiero non termina in una vampa di
gloria.ed il Pellegrino nella notte diviene il figlio del Sole ed entra nei Portali di quel Globo
Radioso.

Buona lettura.

– Primo Stadio –

Individuo:

1) Uomo Comune:

E’ governato dal desiderio e dalle emozioni che – mutando, costantemente sollecitate da stimoli
esterni ai quali risponde in modo automatico e inconsapevole – vive senza una meta precisa, in uno
stato di confusione, vulnerabilità e di condizionamento esercitato su di lui dall’esterno.

Spesso è molto influenzabile dall’ambiente circostante ed anche dall’aura delle altre persone.

Non avendo ancora sviluppato la mente, ossia la capacità di comprendere e di discernere, subisce in
modo del tutto inconsapevole la potenza delle forme-pensiero che la cultura, la politica e la
religione – spesso vissuta come superstizione – gli hanno costruito attorno. Questo fa di lui uno
strumento nelle mani di chi ha già sviluppato l’intelletto.

Il suo io è rappresentato dal Corpo fisico e da quello Emotivo, con rare eccezioni. Il lavoro,
spesso, è vissuto come una dura disciplina da evitarsi tutte le volte che sia possibile. Può essere
presente il desiderio di vivere agiatamente senza fare nulla, e ciò spinge a cercare facili guadagni
(giochi, lotterie, ecc). Il suo modello sono gli uomini dello stadio successivo, che sono ammirati,
invidiati, e perciò cerca di imitarli.

Quasi sempre è psichico, perché entra in relazione con gli altri attraverso il Plesso Solare, cioè
le sensazioni e le percezioni emotive e non con l’intelletto ed il discernimento.

Quando il suo corpo emotivo è stimolato, può avere esplosioni improvvise di rabbia, collera e
violenza, seguite da altrettanto improvvise calma e allegria.

I Chakra prevalentemente operanti sono: la base della spina, il sacrale ed il plesso solare.

I suoi compiti sono:

– controllare il corpo emotivo, cioè cominciare il cammino di liberazione dalle paure, dalle quali
nasce l’aggressività, e di soddisfazione dai desideri per riuscire poi a limitarli (il consumismo
svolge questa funzione).

– sviluppare l’intelletto attraverso lo studio (educazione di massa) per non essere facile preda di
astuti demagoghi.

– la realizzazione dei due punti precedenti vedrà la nascita di una maggiore fiducia in se stessi.
Questo sviluppo dell’io è la condizione che permetterà il passaggio da una coscienza collettiva di
massa ad una forte coscienza individuale, propria dello stadio successivo.

Gruppi:

1) Gruppi di tipo emotivo:

Vale tutto quanto detto a proposito dell’uomo comune. Le espressioni più caratteristiche di questo
livello sono:

– gruppi di tipo sportivo, musicale, fans dei divi del mondo dello spettacolo, ecc.

– persone che si riuniscono per soddisfare desideri simili e per superare la solitudine (circoli
dopo-lavoro, associazioni di caccia, pesca, ballo e altri tipi di hobby, club dei cuori solitari,
ecc.)

Nazioni:

1) Società primitive:

Non ha equivalente nell’ambito del governo delle nazioni (oggi) perché non avendo ancora realizzato
lo sviluppo della mente, non ha le capacità di gestire una società.

Nel passato possiamo trovare esempi nelle tribù governate da chi prevaleva come forza fisica e
potenza del desiderio.

– Secondo Stadio –

Individuo:

2)Uomo nell’affermazione della sua personalità:

Le esperienze della vita, che si realizzano attraverso un adattamento continuo alle circostanze che
costantemente mutano, lo portano a controllare sempre meglio il suo corpo emotivo, attraverso un
graduale e costante sviluppo dell’intelletto.

E’ la fase di massimo individualismo, della ricerca del piacere e del massimo egoismo. Utilizza ogni
circostanza, situazione e persona per raggiungere i suoi obiettivi e realizzare il suo interesse.
Spesso mente spudoratamente, manipola la verità, usa la critica e la denigrazione per distruggere i
concorrenti e per realizzare i suoi fini.

La lotta è la caratteristica della sua vita, ed è mosso dal principio:<>
(giustificando crudeltà, cattiverie e perfidie inimmaginabili). Tutto ciò è possibile perché è
alieno ai valori etici, anche se spesso, a parole, si maschera dietro di essi. Il valore portante
della sua vita è la ricerca del potere e l’immagine di sè che cerca di dare agli altri, perché da
essa trae il suo prestigio e il metro della sua affermazione, e di conseguenza vive costantemente
nell’apparenza e nella ricerca del successo. Ama le medaglie, i premi ed i titoli onorifici.

In questa fase, oltre ai chakra precedenti, operano parzialmente anche quello della gola e del terzo
occhio.

I suoi compiti sono:

Il suo compito principale è di cominciare a superare l’egoismo della mente e della personalità,
inserendo dei valori che lo aiutino ad andare oltre il suo “io” , dopo che ha raggiunto il punto di
massimo sviluppo.

Inserire un ideale nella sua vita, che non rappresenti solo la realizzazione di un desiderio
personale, ma che abbia come meta anche un conseguimento di benessere collettivo (ideologie
politiche, religiose, culturali, sociali, ecc.)

dovrà riconoscere la necessità di sacrificare qualche cosa di personale per costruire un bene
maggiore.

Gruppi:

2)Gruppi di tipo mentale:

Si formano attraverso l’amalgama dell’interesse intellettuale e culturale. chi vi appartiene sente
il bisogno di stimolare costantemente la mente, si interessa di ciò che avviene nel mondo, vuole
conoscere per essere aggiornato anche se spesso si accontenta di un sapere superficiale che segue le
mode.

all’apice di questo livello troviamo i team imprenditoriali, tenuti insieme dalla spinta
all’affermazione personale e dall’esercizio del potere.

Nazioni:

2)Governi mentali:

Tutti i tipi di governo formati da personalità che usano la mente inferiore per esercitare potere.
Possono assumere la forma delle società feudali, monarchiche, dittature, repubbliche, ecc. Oggi
troviamo l’espressione di questo livello evolutivo prevalentemente nelle società capitaliste.

– Terzo Stadio –

Individuo:

3) L’idealista:

In questa fase comincia ad inserirsi l’idea del sacrificio. Il valore portante è l’ideale che
l’individuo riconosce come meta da realizzare e per raggiungere tale scopo è pronto a sacrificare
tutto, fino alla donazione della propria vita.

La nota portante è la devozione, fiducia (fede) verso qualche grande ideale o figura carismatica in
ambito politico, religioso, culturale, ecc.

Riesce a collaborare onestamente e fattivamente con chi condivide il suo obiettivo, ma può essere
ferocemente nemico di chi persegue altre ideologie. Anche se in modo parziale, corporativo e spesso
fanatico, egli comincia a spostare l’attenzione da se agli altri, e questo determina un inizio di
apertura del centro del cuore (volontariato).

– può però ancora essere fortemente condizionato dalla mente inferiore, che lo spinge ad affermare
la propria personalità.

I suoi compiti sono:

Iniziare un processo di trasformazione per arrivare ad accettare punti di vista diversi dai suoi,
abbandonando la convinzione di essere nel giusto riconoscendo i limiti della propria visione del
mondo.

– abbandonare la lotta ideologica contro chi pensa in modo diverso.

– lasciare cadere l’intransigenza della mente per scoprire, attraverso il cuore ed i sentimenti, il
valore di un bene comune unitario.

Gruppi:

3) Gruppi ideologici:

Il loro collante è dato dall’adesione ad un ideologia comune e vale quanto detto per l’individuo.

I rappresentanti più tipici di questo livello sono i partiti ed i sindacati, gruppi di ispirazione
religiosa, gruppi spirituali che si formano attorno ad una figura carismatica e molti gruppi di
volontariato. Qui troviamo anche molti gruppi fanatici di tipo politico e religioso (terrorismo).

Nazioni:

3) Governi ideologici:

Possono formarsi attorno ad un ideale di grandezza, come il fascismo, di supremazia, come il
nazismo, oppure di giustizia sociale, come il comunismo ed il socialismo.

Come per l’individuo, questi regimi sono fortemente condizionati dall’egoismo della mente inferiore
e sono caduti in forme di dittature totalitarie.

– Quarto Stadio –

Individuo:

4) Il Mistico:

Per la prima volta si scoprono e si perseguono valori spirituali e si ricerca il contatto e il
rapporto con la Divinità, cercando di sviluppare un amore incondizionato verso tutti.

La caratteristica fondamentale è l’apertura del chakra del cuore, la quale, nel passato, avveniva
attraverso il ritiro dal mondo, l’abbandono dell’uso dell’intelletto e una chiusura in se stessi
usando gli strumenti della preghiera, del digiuno, ecc.

Inizia la fase della purificazione da un punto di vista fisico ed emotivo. Tende a rifiutare l’uso
della mente considerandola un pericolo, ed abbraccia la devozione e la fede verso chi considera un
maestro. Quindi si dona completamente a gruppi, sette, chiese, ecc. spesso in modo ancora fanatico
ed integralista.

Oggi, con il declino del 6° Raggio e l’arrivo del 7° Raggio, la spinta evolutiva porta a cercare di
vivere l’amore in modo pratico e concreto all’interno della società prendendosi cura degli altri in
qualsiasi ambito sociale (volontariato).

I suoi compiti sono:

– completare lo sviluppo del Cuore e cominciare a riprendere l’uso della Mente.

– imparare a rafforzare la tendenza a volgere l’attenzione verso gli altri e non più solo verso la
propria evoluzione.

– ritornare sulla terra dopo aver “volato in cielo”, ossia sviluppare la concretezza, acquisendo il
senso pratico nell’affrontare i problemi della vita.

Gruppi:

4)Gruppi Mistici:

Vale quanto detto per l’individuo. Qui troviamo le chiese, tutte le organizzazioni religiose, certi
gruppi di volontariato. Un fenomeno particolare è stato quello della New Age, che ha visto la
nascita di gruppi che hanno prevalentemente messo l’accento sull’importanza delle emozioni e del
cuore, rifiutando l’apporto della mente.

Qui troviamo anche molti gruppi ideologici, religiosi e spirituali, quando la base del loro lavoro è
la purificazione ed il perfezionamento del carattere.

Nazioni:

4)Governi a carattere religioso e monastico:

L’esempio più clamoroso è lo Stato del Vaticano. La sua funzione sarebbe stata quella di dare
l’esempio di come fosse possibile realizzare concretamente una società su valori cristiani, cioè,
come “spiritualizzare il potere”. La storia ci ricorda che il tentativo è fallito, poiché è stato il
potere che ha “materializzato lo Spirito”.

Un altro esempio è rappresentato dai paesi Islamici, che hanno posto le regole religiose come base
della loro legislatura e vita sociale.

– Quinto Stadio –

Individuo:

5)Aspirante Spirituale:

All’apertura del chakra del cuore, avvenuta nella fase precedente, segue la riappropriazione
dell’uso dell’intelletto per cominciare ad unire le due facoltà.

Si avvicina alla Scienza dello Spirito e comincia a studiare se stesso e le leggi che lo governano,
comprendendo che ogni trasformazione qualitativa della società è inevitabile conseguenza del
cambiamento qualitativo di se stessi attraverso un processo di purificazione fisica, emotiva e
mentale.

E’ la fase nella quale si comprende sempre meglio cosa sarebbe necessario fare per perfezionare il
proprio carattere ed il rapporto con gli altri, però spesso non si ha ancora una sufficiente volontà
ed autodisciplina per applicare e vivere quello che la mente riconosce e ci indica come prossimo
passo evolutivo.

In questa fase l’Aspirante è sottoposto a prove individuali per realizzare la coerenza fra i valori
riconosciuti e quelli applicati. La meditazione comincia ad essere uno strumento importante, anche
se è ancora alternata alla preghiera.

I suoi compiti sono:

– nel suo ritorno nella società dovrà imparare ad applicare quotidianamente, nel suo ambito e nella
sua professione, quelle qualità del cuore che ha appreso nella fase precedente: umiltà, pazienza,
comprensione, tolleranza, ecc. e questo comprende anche l’apprendere l’uso corretto della parola.

– gli viene chiesto di sviluppare sempre di più l’intelletto, collegandolo al cuore.

– per rispondere nel modo più appropriato alle varie situazioni, dovrà sempre più sviluppare la
difficile arte dell’ascolto.

Gruppi:

5) Gruppi di Ricerca Spirituale

Hanno la finalità di aiutare a raggiungere tutto ciò che è stato detto a proposito dell’aspirante
spirituale.

Ne fanno parte tutti quei gruppi che cominciano a studiare ed approfondire la struttura dell’essere
umano nell’ambito della psicologia, dell’educazione, della medicina, della meditazione, ecc.

Vi sono compresi anche tutti quei centri ed associazioni che divulgano il Vero Insegnamento
Spirituale, che mette l’accento sulla trasformazione di se stessi.

– Nazioni:

5) Governi Democratici:

Anche la democrazia segue un iter evolutivo, però si può sostanzialmente affermare che esse sono
accomunate dall’inserimento della garanzia data dalle Leggi, che diventano la struttura portante
della società.

La democrazia è in sé la scienza dei Giusti e Retti Rapporti Umani, che sono l’obiettivo che
l’umanità ha davanti a se e che potrà essere raggiunto in futuro.

Attraverso il riconoscimento dei diritti universali, l’umanità ha ampliato la sua coscienza e l’ha
riflessa nelle sue costituzioni, codici e leggi.

Possiamo affermare che oggi alcune nazioni hanno raggiunto la consapevolezza di quello che sarebbe
necessario fare, ma non riescono ancora a realizzarlo.

Sesto Stadio

– Individuo:

6) Discepolo in Prova:

Le caratteristiche di questa fase sono l’autodisciplina ed un uso della Volontà sempre maggiore.
Diventa sempre più padrone delle Leggi che governano i suoi pensieri.

Le prove di questa fase tendono, prevalentemente, a spostare l’attenzione dai propri bisogni a
quelli degli altri, cercando di instaurare giusti e retti rapporti di gruppo con il fine di rendersi
disponibili ad un servizio cosciente attraverso lo studio dei problemi dell’umanità, delle Leggi
Universali e del Piano Evolutivo.

Quello che viene richiesto è il perfezionamento dell’ascolto e della percezione di ciò che è
prioritario di momento in momento per assecondare l’evoluzione. Qui si inizia a migliorare la
meditazione.

I suoi compiti sono:

l’accettazione dovrà diventare la nota dominante del suo modo d’essere. Questo eliminerà ogni forma
di lotta “contro”, perché egli arriverà a comprendere che dietro ad ogni situazione c’è un Piano che
porta avanti l’evoluzione, anche se spesso non riesce ancora a percepirlo.

una delle mete più importanti che ha davanti a se da raggiungere è l’innocuità nei pensieri, perché
è questo che gli permetterà di elevare la sua vibrazione avvicinandola a quella dell’Ashram.

la spinta al servizio e alla vita di gruppo diventano sempre di più il motore della sua esistenza.

– Gruppi:

6) Scuole di formazione spirituale:

Vale quanto detto per l’individuo.

Qui troviamo le varie Scuole Esoteriche come la Scuola Arcana, le Scuole Teosofiche, le Scuole
Rosacrociane, la Psicosintesi e tutti quei gruppi che svolgono un servizio intelligente e amorevole
verso la società.

Nazioni:

6) Governi a carattere veramente democratico:

Oggi la coscienza dell’umanità non ne permette ancora la realizzazione. La si concretizza quando la
società applica veramente le leggi formulate nella fase precedente ed il suo obiettivo è il servizio
verso i cittadini.

– Settimo Stadio –

Individuo:

7) Il Discepolo Accettato:

E’ tale perché ha imparato ad accettare con distacco emotivo:

ogni circostanza di vita che viene riconosciuta come conseguenza di azioni precedenti.

le crisi individuali e collettive, come la conseguenza della violazione delle Leggi Universali e
come opportunità per adeguarsi ad esse.

di essere parte integrante di un grande organismo vivente, il quale viene aiutato nella sua
evoluzione con un servizio consapevolmente scelto come meta della vita e come espressione delle più
alte qualità etiche e morali.

Studia le Leggi Universali che riguardano individui, gruppi e nazioni e si sforza di comprendere il
Piano Divino.

Inizia a sviluppare il chakra della testa attraverso l’esercizio della Volontà ed il riconoscimento
dell’applicazione del Dovere. Di conseguenza sviluppa una coscienza sempre più ampia e il rapporto
con l’Angelo Solare si intensifica, venendo così guidato in ogni azione e trasformato in un creatore
cosciente di UNITA’.

I suoi compiti sono:

Perfezionare sempre di più la sua comprensione del Piano Evolutivo e delle Leggi Universali.

Migliorare il distacco e la quiete emotiva, imparando ad uscire dalla dualità della vita, attraverso
la costruzione costante del terzo punto di equilibrio. Diventare cioè un costruttore cosciente di
Triangoli.

Identificarsi, sempre di più, con il punto di vista della GERARCHIA SPIRITUALE, per diventare un
creatore di UNITA’.

Gruppi:

7) Gruppi di Servizio:

In questa fase entrano i gruppi del livello precedente, perfezionando il loro servizio attraverso il
rispetto delle Leggi Universali, l’uso del Rituale, l’utilizzo della Legge del Ciclo e la volontà di
collaborare intelligentemente e consapevolmente allo sviluppo del Piano evolutivo.

Nazioni:

7) Governi Illuminati:

L’esempio a noi più familiare è stato quello di Crotone nel 500 a.C. realizzato da quel gruppo di
Discepoli della Scuola Pitagorica.

***

“.e chi dunque vorrà vedere ed apprendere, dovrà cercare e quando avrà appreso tutto, non gli
resterà che levare le tende e procedere oltre.”

(Teofrasto Aureolo Filippo Bombast Von Hohenheim detto PARACELSO)

Condividi:

Lascia un Commento: