Razionalità nella Scienza 2

pubblicato in: AltreViste 0

Razionalità nella Scienza 2

ovvero di una SCIENZA TECNOLOGICA CHE SEGUA solo la
NATURA delle COSE CREATE e della REALTA’ Completa.

La nostra CoScienza è di fatto una delle particelle/onde del Campo Unificato o Tachionico, che si
InForma a seconda del “luogo e del modo” (spazio o stato) ove essa si trova per fare ConoScienza,
per cui essa è quindi intrinsecamente Eterna, cioè Divina, ”Div” è la radice di Divino ed “ina” è
l’anagramma di “ani” che significa l’Ego/IO; quindi, noi siamo degli dei che si inFormano e si
rivelano nella ManiFestAzione (“manis”= divino) partecipandovi attivamente nell’InFinito
spazio/tempo.

La teoria delle “superstringhe”: afferma che gli elettroni, quark e le altre particelle fondamentali
siano in effetti microscopiche “corde” di una “Rete” (Etere) che vibrano in un Universo con 10
dimensioni spaziali e 2 temporali (passato/futuro), in totale 12; dobbiamo supporre anche che le
altre “dimensioni” del nostro Universo osservabile, sono nascoste per il fatto che lo spazio ed il
tempo è più complesso di quanto creduto; possiamo dire che per poter spiegare coerentemente tutti i
fenomeni osservabili, esso deve avere 12 dimensioni; dove sono le altre dimensioni ? non le
vediamo in quanto sono talmente compattate e arrotolate su se stesse che neanche una particella
potrebbe infilarvisi, salvo che si possano srotolare in un “buco spazio/temporale”, solo in questo
caso (esempio, alla morte l’essere/particella entra in uno di questi buchi neri, il proprio) è
possibile osservarle e quindi passare “altrove” (al di là) in altre parti dell’UniVerso che si
manifesta sempre e comunque conCretaMente (con…materia, “creta”; e spirito ”mente/organo”) ma in
certe zone anche con più gradi di libertà.

Il fisico russo Serghiei Krasnikov dell’osservatorio astronomico di San Pietroburgo, ha formulato in
un suo studio che nell’UniVerso vi sono misteriose scorciatoie sfruttabili (wormholes-
tunnel-corridoi) per viaggi fra gli astri/galassie. Il prof. Krasnikov assicura di avere messo a
punto una nuova teoria, compatibile con le leggi conosciute della fisica contemporanea, che
conferma l’esistenza dei buchi spazio/temporali abbastanza grandi da permettere di saltare in pochi
secondi da un capo all’altro dell’universo e/o andare avanti od indietro nel tempo; questi buchi
sono già stati ipotizzati qualche decennio fa dal fisico tedesco Ludwig Flamm.

Vi è anche chi afferma che noi ci illudiamo di vivere in uno spazio con 3 dimensioni ed 1 temporale,
mentre in realtà abitiamo un mondo senza tempo ma con 4 dimensioni spaziali; ogni nostro attimo
sarebbe una sezione dello spazio quadrimensionale e la storia una successione di sezioni, come se
anziché invecchiare stiamo “camminando” lungo la 4 dimensione.

Viaggi nel tempo – Nell’intervista rilasciata al ns. corrispondente, in sintesi, lo scienziato
Richard Gott, astrofisico di Princeton, seguendo le orme di scienziati come Stephen Hawking e Kip
Thorne, ci dimostra come sia possibile spostarsi attraverso il tempo e delinea le tappe
dell’esplorazione di questa suggestiva ipotesi.

Dopo aver affermato come le grandi opere di fantascienza abbiano ispirato alcuni dei più grandi
studiosi che oggi si occupano del problema, lo studioso spiega come il viaggio verso il futuro non
solo sia realizzabile ma di fatto si sia già verificato e discute se sia anche possibile, in
determinate condizioni fisiche, muoversi verso il passato.

Nel 1981 uno scienziato del prestigioso Massachusetts Institute of Tecnology (USA) cercando di
risolvere le grosse contraddizioni del “big bang”, propose la teoria detta dell’inflazione, cioè di
un stato “iniziale” di espansione accelerata in “periodo” di totale instabilità dell’InFinito ed in
un qualsiasi “punto” di esso; in questo stato è possibile che qualsiasi “direzione” venga presa e
che quindi ogni tipo di Universo sia possibile nell’eternità e nello spazio che si crea all’Infinito
man mano che lo Spirito, l’informazione di rende in esso più complessa.

Ogni volta che l’instabilità intrinseca dell’Infinito viene a trovarsi nel periodo di variazione,
cioè ad ogni istante ed in ogni possibile luogo, l’inflazione determina la variazione, la
perturbazione dei “campi” presenti, aggregando dal Gas=Gaos=Caos=In-stabilità, l’energia e quindi la
materia stabile.

Quindi in ogni “punto” dell’Infinito possono apparire InFiniti Universi come “bolle” di energia che
si in-forma materializzandosi e prende assumendo CoScienza su di sé e sull’Infinito.

La Fusione Termonucleare (fusione calda) vecchia di 40 anni, malgrado essa disponga di grossi
finanziamenti, tutti spesi inutilmente, non è ancora approdata a tutt’oggi, a nulla di concreto.

Oggi abbiamo la certezza che la “Fusione Fredda” (già realizzata dalla natura) può essere utilizzata
per fini pratici a breve termine; infatti sono stati già costruiti generatori, basati su questi
principi e che producono più energia di quanta ne utilizzano per l’avviamento.

La Termodinamica si basa ancora su princìpi controversi che non giustificano le azioni ad essa
attribuite.

La teoria Cosmologica del Big Bang, è stata ormai ripetutamente smentita da numerosi eventi
inequivocabili, sia sul piano fisico che su quello matematico e geometrico; la Manifestazione
dell’UniVerso è CONTINUA ed è ovunque nell’Infinito, in Esso e negli infiniti Universi possibili.

Recenti scoperte di 2 fisici Americani, B. Nodland e J. Realston, pubblicate su “Phisycal Rewiew
Letters” confermano l’antica teoria dei 2 Universi contrapposti, (Ynn e Yang – Maschio e Femmina)
complementari e quasi simmetrici, in contrasto con l’attuale scienza Cosmogonica che prevede che il
nostro Universo, sia unico, uguale in ogni direzione, cioè simmetrico ed uniforme.

Questi fisici hanno trovato che le onde si propagano nell’Universo, come cavatappi che in certe
direzioni si avvitano di più. Analizzando 160 emissioni di radioGalassie, essi hanno scoperto questa
specie di “asse preferenziale” sulla linea che unisce le costellazioni dell’Aquila e del Sestante;
questa scoperta se confermata, obbligherà gli “scienziati” a rivedere molte loro teorie…..in
quanto questo asse indica che questo Uni-verso ha un verso, un senso, una direzione ! la prima
considerazione che se ne può trarre, è che sicuramente vi è un UniVerso parallelo, un Universo quasi
simmetrico ed opposto, quindi se il nostro è il lato “femminile”, l’altro è il lato o stato
“maschile”.

Il fisico contemporaneo Olandese, Letho insegna che il Tempo sia quantizzato e che quindi la sua
struttura sia più complessa di quando gli altri “scienziati” ipotizzino; il tempo avrebbe secondo
Letho, tre dimensioni e non scorra solamente i un senso (i dati sperimentali hanno confermato queste
ipotesi); un’altra definizione più completa del Tempo è che esso esiste solo dal momento che vi è
l’osservatore.

La velocità della Luce ci viene detto, possiede costanza universale cosa che essa non ha ed invece è
relativa ai vari punti di riferimento attraverso linee di campo (CEIU); i Tachioni hanno velocità
superiori alla luce, quindi….

La teoria della Gravitazione, affermano moderni studiosi, non è in grado di spiegare il fenomeno di
Magyray (ing. Ungherese che scoperse nel 1961, che durante un’eclissi di Luna il campo
gravitazionale della Terra si indeboliva per interferenza solare, contrariamente a quanto affermato
da Newton e da Eintsein; evidentemente alla teoria gravitazionale manca qualche cosa oppure essa è
sbagliata.

I campi Magnetici differenziati presentano lacune consistenti nelle azioni congiunte; essi sono più
complessi di quanto non si insegni nelle università, oltre a presentare aspetti anche informatici,
cioè essi hanno memoria per i dati raccolti.

Fino ad ora la “scienza ufficiale” ha affermato anche che il moto perpetuo non può esistere, ma essa
non si è ancora accorta che l’Universo si auto mantiene in movimento da sempre ed è destinato ad
auto mantenersi senza prelevare energia “altrove”.

Noi sosteniamo che questo Universo tende…..all’Infinito; ciò significa che Egli è in continua
manifestazione ed espansione; quindi in ogni punto di esso occorre che vi sia e vi si trovi della
“materia oscura”; fino ad ora gli “scienziati” ci hanno detto che l’Universo è pulsante e destinato
ad implodere su se stesso; ma ora con studi più accurati e con i dati ricevuti dal telescopio
spaziale Hubble pare si stiano ricredendo, questo perché un astronomo americano dei laboratori Bell
di Murray Hill, USA, Tony Tyson, è riuscito a riprodurre la prima mappa della “materia oscura”
presente in una piccola parte dell’Universo; questa “materia oscura” (un lato una “costa” di: E, – o
+ ) rappresenta il 90% della materia presente nell’Universo:

Stiamo per fare la rivoluzione sonora, cioè stiamo per buttare alle ortiche tutte le teorie sul
suono, che i cosiddetti scienziati e medici imperanti hanno fino ad ora formulato.

L’orecchio è stato da questi “moderni stupidi”, indicato come un organo passivo mentre fin
dall’antico si insegnò fra gli “eretici” che questo organo come gli occhi è ricetrasmittente.

Infatti un Italo Argentino (non laureato) ma vero professore, ricercatore e Scienziato in materia,
di nome Ugo Zuccarelli e che attualmente risiede negli Stati Uniti per cercare di vendere i suoi
prodotti, ha dimostrato con delle apparecchiature elettroniche rivoluzionarie da lui costruite e che
riproducono l’orecchio umano, che l’orecchio, oltre a ricevere i suoni, emette una frequenza sonora
costante, che è prodotta dal cervello e che serve a “decifrare” perfettamente la spazialità (il
luogo di provenienza) dei suoni percepiti e ciò senza prendere in considerazione l’effetto
stereofonico.

La dimostrazione di questa verità è semplice: basta otturare bene un orecchio e vedrete che comunque
saprete comunque da “dove” proviene un suono sentito in quella condizione; la riprova è in certe
malattie uditive nelle quali il “malato” avverte un suono continuo all’interno del cranio oppure lo
avverte ma come se provenisse da 50 cm al di fuori della testa; ebbene nessun medico nel mondo ha
mai saputo dare una spiegazione a tali “suoni”, né fornito una terapia adatta, in quanto le teorie
mediche sul funzionamento dell’orecchio sono parziali ed errate nei loro assiomi fondamentali.

Nessun scienziato ha mai provato a fare ricerca in tal senso (sull’acustica) perché si dava per
scontata la teoria insegnata dagli scienziati imperanti nelle Università e mai rimessa in
discussione.

Ecco come si effettua la “ricerca” da parte di questi pseudo scienziati, finanziati dalle industrie
private e dagli stati/governi, con il nostro denaro.

Altro esempio: la fusione nucleare a basse temperature detta a “freddo”, che da qualche anno è
assurta alla cronaca dei giornali, è per questi “scienziati” una spina nel fianco, una realtà
scomoda, perché non proviene da loro direttamente, ma da altri che non hanno la loro stessa “fede”
scientista in quei princìpi “apparentemente giusti”, ma inutilmente complessi o falsi, ma che non
seguono gli interessi dei potenti programmatori e gestori dell’ignoranza planetaria. La
composizione, l’aggregazione e le trasmutazioni atomiche presentano ancora dati inconciliabili fra
loro, con le teorie più “accreditate”.

Le fusioni a bassa temperatura sono la NORMA in Natura, essi sono processi BioElettroMagnetoChimici
auto regolati e quindi anche auto informati.

Recentemente all’Università di Siena con un mini reattore costruito con pochi soldi, alcuni
ricercatori, sapendo copiare i semplici processi di trasformazione della materia in energia e
viceversa che avvengono nella natura, hanno trovato che con Nichel, Idrogeno ed un poco di calore
alimentato da corrente elettrica con potenza da 50 a 120 watt, si può ottenere la produzione di 50
watt in più di quelli necessari per riscaldare per esempio dell’acqua a 170 gradi; ciò grazie alla
bobina di filo di Platino, il cilindro di Nichel impregnato di Idrogeno; con questa ricerca è stato
così documentata e provata la possibilità del principio fino ad ora dichiarato frutto di fantasie di
scienziati “eretici”, della “Fusione fredda”.

Come abbiamo già affermato, il Campo Tachionico, cioè l’Energia Eterica Fondamentale Informata (E)
si manifesta per contrapposti (E+ ed E-) cioè le forze del Caldo Puro e del Freddo Puro, unendosi,
formano dei “campi di energia” che si posizionano a vari “livelli” in uno dei quali vi sono i Campi
Elettro Magnetici Informati (CEI).

Il concetto della dualità della luce è stato insegnato fin dagli albori della civiltà umana, in
oriente con la teoria dello Ynn e Yang in medio oriente con la teoria sul Nome di dio
(IOD-HE’-UAU-HE’).

Ormai è noto a molti moderni scienziati nel mondo che la Luce è formata da “Quanti di luce” e
quindi da fotoni ovvero da “particelle/onde”, secondo un modello basato sulla dualità/binarietà
della luce.

Vi sarebbe quindi una Luce “neutra e binaria” nella quale le due “compon-enti” della Luce (E+ ed
E-) sono in movimento avviluppate su se stesse (come nel DNA) in un “vortice di campo energetico”
confinato in una porzione di spazio/tempo che noi definiamo anche Campo Elettromagnetico Informato
(CEI).

A seconda della velocità del vortice, della chiralità del campo, della proporzione fra le due
“entità” della luce binaria, essa si personalizza, cioè si identifica, si qualifica, quindi in quei
casi essa contiene “in-form-azione”, dati, che può rilasciare all’insieme/livello al quale si
aggrega.

Gli insiemi nei vari “livelli” formano le varie particelle di energia binaria.

La Creazione della Mater-ia a tutti i “livelli” è basata sulla teoria degli “insiemi”; un insieme di
“quanti” forma un “fotone”; un insieme di fotoni forma gli “elettroni/positroni” e/o altre
“particelle subatomiche”, ecc., ecc. Un insieme di queste particelle forma un atomo; un insieme di
atomi formano molecole, ecc.

Tutto ciò che esiste proviene da questa Luce/Energia, “insiemizzato” e quindi reso sempre più
visibile, palpabile, man mano che “scende” di livello, dalla forma di plasma fino alla materia
gassosa, liquida, solida.

La possibilità di lavorare con e sulle differenze elettromagneto termiche e di sostanza, riuscendo a
dividere o riunire questi 2 lati della Forza Fondamentale (E+ ed E-), fornirà agli uomini la
possibilità di avere energia a basso costo ed in ogni luogo, prelevandola dalla differenziazione
energetica che ne deriva.

Vi sono degli apparati elettromagnetico meccanici, che dimostrano questa unione/scissione fra E+ ed
E-.

Suggeriamo di completare le parole “fusione fredda”, anche con “scissione fredda”, in quanto
potrebbe presentarsi la necessità di definire il fenomeno anche inverso, nella specifica
dell’osservazione del fenomeno ritrovato in laboratorio.

L’utilizzo pratico di queste “fusioni/scissioni fredde” per ora è da ritenersi ancora un poco
complesso, ma sicuramente se aiuteremo questi scienziati detti “eretici”, troveremo la giusta via
per copiare la Natura anziché forzarla con violenza come oggi fanno gli “scienziati” finanziati da
aziende “cieche” od in mala fede.

Fra un decennio avremo dei mini generatori di energia elettromagnetica utilizzabile, basati su
queste scoperte.

I fisici che non riconoscono che la Natura utilizza in ogni sua manifestazione le “fusioni e
scissioni a basse temperature” sono degli stolti pericolosi, perché essi con questo loro modo di
pensare, insegnare e fare, spingono le “ricerche” in direzioni sbagliate e di conseguenza
pericolose, tossiche e piene di problemi per l’intera Umanità.

Malgrado tutto questo ed altri motivi che per brevità qui non elenchiamo, rimandiamo alle
pubblicazioni scientifiche “alternative” già in commercio per conoscere anche le possibili utilità
pratiche derivanti da queste teorie.

I fisici che detengono il potere di insegnamento e di gestione dei finanziamenti avuti dai politici,
hanno sicuramente l’interesse che la verità NON venga a galla, infatti smentiscono, minimizzano,
occultano, ecc., perché questo farebbe loro perdere la “faccia” ed il denaro che oggi ottengono
dagli Stati e dalle aziende private per la loro ricerca fasulla ed “infinita”.

da mednat.org

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments