Quali sono le 3 fasi della conoscenza?

pubblicato in: AltreViste 0

Quali sono le 3 fasi della conoscenza?

Il nostro modo di apprendere si divide in 3 fasi. Quali sono?

di Valentina Balestri – 09/11/2015

>> http://goo.gl/ZzBb4b

Quali sono le 3 fasi della conoscenza?

L’essere umano è in continua evoluzione.
Questo è vero dal momento in cui apprende cose nuove e amplia, in generale, la sua conoscenza, cioè la sua facoltà di percepire e apprendere.

A questo proposito, sono stati definiti tre specifiche stadi, chiamati le “3 fasi della conoscenza”.

Le 3 fasi della conoscenza

Prima: ci sono cose che non sappiamo di non sapere
Seconda: ci sono cose che sappiamo di non sapere
Terza: ci sono cose che sappiamo di sapere

Cerco di spiegarmi meglio.
Quando siamo molto piccoli, non sappiamo di non saper guidare: è unazione che ancora non pensiamo neppure di poter fare.
Non ci poniamo nessuna domanda al riguardo, semplicemente viviamo ignari di non saper guidare.

Diventando più grandi, ci rendiamo conto che un giorno anche noi potremmo guidare.
Sarà così che sapremo di non sapere: saremo consci di dover imparare a guidare, ma altrettanto consapevoli di non saperlo ancora fare.

Così arriviamo alla terza fase, dove, compiuti 18 anni o poco più, iniziamo a mettere il piede sulla frizione e le mani sul volante.
Finalmente siamo capaci di guidare e ne siamo al corrente: sappiamo di sapere!

La quarta fase della conoscenza
Cè unulteriore fase a mio parere: non sapere più di sapere.

Accade quando, sempre proseguendo con lesempio sopra citato, dopo aver imparato a guidare e dopo
aver guidato per anni, ci capita di non dover usare la macchina per un lungo periodo di tempo: magari abbiamo il lavoro vicino casa, o preferiamo usare altri mezzi.

Sarà in quel momento che guidare diventerà una cosa superflua, come il fatto di essere al corrente di saperlo fare.
Ecco che alla nostra mente non interesserà più questa informazione e la metterà da parte.

Guidare è come andare in bicicletta e, dopo averlo imparato, sicuramente non lo dimenticheremo mai.

Sarà così che la mente lo darà talmente tanto per scontato che non ci sarà più bisogno di sapere che
sappiamo guidare o, ancora meglio, non ci sarà più la necessità di dare importanza a questa consapevolezza.

Conoscete, conoscete, conoscete!
Dedico questo articolo a tutte le cose che so di non sapere e soprattutto a tutte quelle che non so di non sapere.

La conoscenza non ha confini: sempre ci sarà qualcosa da sapere, sempre ci saranno scelte da fare e cose da imparare!

Ecco perché auguro a me stessa e a ognuno di voi di trovare ciò che stiamo cercando, di apprendere
sempre di più, e di sapere sempre di più di sapere, consci ovviamente del fatto che per quanto sapremo, ci sarà sempre qualcosa in più da scoprire!

Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza.
Dante Alighieri

Priscilla Bianchi
La Conoscenza Segreta >> http://goo.gl/ZzBb4b
Relazione tra ricerca e crescita Interiore
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-conoscenza-segreta.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments