Mente: lo sapevi che in realtà ne abbiamo 3?

pubblicato in: AltreViste 0

Mente: lo sapevi che in realtà ne abbiamo 3?

Sono 3 le menti con cui esprimiamo il nostro essere. Il libro “La Mente Quantica” ci spiega come possiamo controllarle per manifestare la realtà che desideriamo

La redazione S&C – 23/11/2015

>> http://goo.gl/y3Oln7

Mente: lo sapevi che in realtà ne abbiamo 3?

Estratto dal libro di “La mente Quantica” di Vincenzo Fanelli e William Bishop

Le 3 menti: parte razionale, inconscio, sè superiore

“Ormai è abbastanza risaputo che la nostra mente è divisa in due parti: razionale e inconscia.
La prima si occupa di tutte le funzioni logiche, della matematica, dellarticolazione della parola,
dellanalisi, della percezione spaziale/temporale e di tutto quello che ha a che fare con la razionalità.
Linconscio si occupa delle emozioni, della creatività, dei sogni, del linguaggio non verbale ed è irrazionale.
Si tende a collocare la parte razionale nellemisfero sinistro del nostro cervello, mentre linconscio nella parte destra.
In parte condivido questaffermazione, ma è più probabile (anche grazie alle ricerche più recenti in
relazione ai neuro-peptidi) che la parte emotiva si trovi anche in altre parti del corpo. Ma questa non è la sede per affrontare questinteressante e intricato argomento.

Spesso pensiamo che la vita si affronti grazie allesclusivo ausilio della ragione e che linconscio
sia qualcosa di sommerso e di poco importante. Pensiamo che gli obiettivi della nostra esistenza
possano essere progettati e amministrati senza tener conto di questa parte invisibile ma presente.

Se così fosse, tutte le nostre mete dovrebbero essere raggiunte, invece questo non accade:
resistenze interiori, demotivazione, paure e ansie spesso ci allontanano dal percorso che
razionalmente abbiamo stabilito. Nessuno ti ha mai detto che il primo passo da fare è analizzare la
tua parte sommersa, il suo programma occulto e le convinzioni incise dentro di essa.

La metafora più calzante che può permetterti di comprendere quanto il nostro inconscio sia
importante è quella delliceberg: questultimo si muove nel mare grazie alle correnti che fanno
presa sulla parte sommersa che è molto più grande di quella emergente. Non si muove grazie al vento che soffia sulla parte fuori dallacqua.

Allo stesso modo, noi ci muoviamo nella nostra esistenza in base alle correnti pulsionali che fanno
presa sullinconscio, alle convinzioni (limitanti e potenzianti) e alla programmazione interiore.

Correnti Pulsionali

Buona parte del nostro programma mentale si forma nei nostri primi anni di vita, soprattutto dai 0
ai 3 anni: tendiamo ad assorbire come spugne tutte le informazioni che riceviamo dai nostri genitori e altri adulti significativi.
La programmazione prosegue fino ai 18/20 anni circa grazie a scuola, gruppo sociale e mass media. Si
tratta di un programma occulto che sfugge al controllo della parte razionale: le aspettative che
abbiamo riguardo al nostro futuro e al nostro presente non sono influenzabili con il semplice pensiero se questultimo va contro la programmazione inconscia.
Il semplice pensare positivo serve a poco se hai delle credenze interiori che lottano contro. Ecco
perché diviene importante lavorare sulla nostra programmazione interiore, altrimenti è come cercare di abbattere una diga con un debolissimo filo di acqua.

Un argomento che va tanto di moda negli ultimi anni è la Legge dellAttrazione. Questa legge è il
frutto di un grosso errore concettuale in quanto afferma che quello che facciamo, pensiamo e proviamo torna indietro.

In realtà, per la meccanica quantistica (che vedremo meglio in seguito) non si attira nulla ma ci si sposta su altre linee di realtà.
La maggior parte dei sostenitori di questa legge tende a sorvolare sulla questione della
programmazione mentale inconscia esortando la gente a un atteggiamento positivo e a visualizzare
quello che si desidera manifestare. In questo modo si realizzeranno solo gli obiettivi in linea con
la programmazione interiore; tutto quello che va contro è destinato a fallire. Come puoi notare, questa legge (spiegata in questo modo) è superficiale e ha diverse lacune.

Quindi, quando desideri manifestare qualcosa, il messaggio parte grazie alla tua parte logica e si dirige verso linconscio.
Poi cosa accade?

È linconscio lartefice del Manifesting?
In realtà esiste una terza mente, quella Universale, che raccoglie il messaggio.
Quindi, vi devessere un allineamento tra le 3 menti affinché tu possa manifestare la realtà desiderata, sintonizzarti sulla linea di vita desiderata.

LEnergia Universale è un immenso oceano in cui siamo immersi e di cui facciamo parte. Non si tratta di unenergia inerte, ma possiede unintelligenza divina.

Noi ne facciamo parte come unonda nel mare: da un lato vi è unonda separata, dallaltro si tratta di pura illusione in quanto tutto è mare.
La capacità di Manifestare si concretizza grazie alla connessione con lEnergia Universale.
In realtà noi siamo sempre collegati ad essa, ma in maniera troppo esile per potere Manifestare quello che desideriamo tutto le volte che lo desideriamo.
Diventa importante, quindi, comprendere le sue leggi e come sia possibile aumentare la connessione con lUniverso.

Il lavoro che ti propongo è il seguente:
Apprendere le leggi dellEnergia Universale.
Imparare a rimuovere i limiti del tuo programma mentale.
Apprendere lantico segreto del Focus Universale.
Conoscere le chiavi del Manifesting.

Questo è un passo decisivo per comprendere il codice segreto della Matrice, perché in questo modo è possibile aumentare le proprie capacità per manifestare la realtà desiderata.”

William Bishop, Vincenzo Fanelli
La Mente Quantica – Libro >> http://goo.gl/y3Oln7
Cambia la tua realtà: 3 leggi quantiche, ingegneria neurolinguistica e Focus Universale http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-mente-quantica-libro.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments