La semplicità dell’azione spirituale – 4f

pubblicato in: AltreViste 0

La semplicità dell’azione spirituale – 4f

La semplicità dell’illuminazione spirituale

(di Roy Eugene Davis)

– Parte Quarta e fine –

Capitolo quattro

– Risposta alle domande –

Superiore ai sensi è la mente; superiore alla mente è l’intelletto;
superiore all’intelletto è il Sé ( La vera essenza dell’essere ) – Bhagavad
Gita 3:42

Qual è la differenza tra gli stati ordinari di consapevolezza e la
supercoscienza?

Gli stati ordinari di consapevolezza cono limitati da un senso errato del
sé, da stati mentali modificati, da agitazione emotiva e da idee errate che
si possono credere come vere.

La supercoscienza ( super, sopra ) è superiore agli stati ordinari di
veglia, sonno e sogni. E’ lo stato naturale dell’essere che prevale quando
distogliamo la nostra attenzione dalle caratteristiche della consapevolezza
ordinaria.

Può descrivere che cosa si sperimenta mentre ci si risveglia attraverso gli
stadi di crescita spirituale?

1 – Siamo consapevoli di influenze subcoscienti problematiche, atteggiamenti
mentali limitanti, idee errate e comportamenti errati da evitare allo scopo
di permettere al risveglio spirituale di manifestarsi liberamente. L’
intuizione e la fervente aspirazione rendono possibili comportamenti saggi,
concentrati e costruttivi.

2 – I condizionamenti subcoscienti che hanno il potere di contribuire al
dolore o alla sventura sono indeboliti o neutralizzati e non possono più
causare niente di tutto ciò.

3 – I nostri stati raffinati di coscienza possono facilmente essere
osservati ed esaminati.

4 – La nostra relazione con la mente e le condizioni interiori ed esteriori
è compresa.

5 – Le influenze subliminali non causano più cambiamenti nella nostra
consapevolezza e l’auto-realizzazione si manifesta spontaneamente.

6 – La realtà di Dio è compresa.

7 – La mente è completamente illuminata, la coscienza è liberata e si dimora
nella realizzazione costante del puro essere.

Desidero sinceramente essere spiritualmente illuminato. Ho bisogno di un
“Guru” ( insegnante spirituale ) che mi guidi e mi assista?

La saggia guida di qualcuno che sia spiritualmente sveglio e avanzato può
essere utile, ma non è sempre disponibile. Se hai un rapporto di questo
tipo, tienilo vivo e fai del tuo meglio per essere un discepolo competente.
( colui che apprende ). Se non hai un insegnante spiritualmente sveglio ed
avanzato, impara da altre fonti affidabili, vivi in accordo con i tuoi
ideali, medita efficientemente e apri la tua mente ed il tuo cuore all’
infinito. Il tuo bisogno innato di essere completamente sveglio culminerà
nell’illuminazione spirituale. L’impulso della grazia di Dio ti supporterà e
ti darà tutto ciò di cui avrai bisogno per il tuo più alto bene. Ricorda
sempre che, indipendentemente da ovunque tu sia e da qualsiasi cosa tu
faccia, dimori costantemente nella completezza di Dio.

Mi piace pregare prima di iniziare a meditare. Qual è un buon metodo per
farlo?

La preghiera è una richiesta di intervento divino. Siedi in silenzio, sii
consapevole di te stesso e senti di dimorare in Dio. Chiedi il suo aiuto
verbalmente o mentalmente aspirando di essere auto-realizzato e realizzato
in esso. Aspira di risvegliarti ad un chiaro stato di consapevolezza.
Quando la tua mente diverrà calma e il tuo respiro diventerà lento e
purificato, noterai che i pensieri diverranno, a loro volta, più sottili e
meno forzati. Distogli la tua attenzione dai pensieri e focalizzala su
quello che vuoi sperimentare. Arrenditi al processo della meditazione che
avviene spontaneamente fino a che sarai consapevole di essere stabile in uno
stato calmo e chiaro. Rimani così per un po’ in profondo silenzio.

Mentre sono intenzionalmente dedicato al mio percorso spirituale, m’
interessa anche il benessere degli altri. Come posso aiutarli ad essere
consapevoli e realizzati?

Segui con attenzione i tuoi regimi di vita, di studio e le pratiche
spirituali augurando allo stesso tempo ad ogni persona di raggiungere il suo
più alto bene.
La tua consapevolezza, circa la tua vera natura e Dio, eleverà la coscienza
collettiva degli altri in questa e in altre dimensioni, mescolandosi con
essa. Poiché le anime sono unità di un’unica suprema coscienza, la coscienza
illuminata di un’anima beneficerà tutte le altre.

Quando qualcuno manifesta un sincero interesse nella spiritualità, dai loro
un libro utile e lasciali liberi di fare le loro scelte. Dimostra
compassione per gli altri mentre mantieni la tua consapevolezza del Sé e di
Dio.

Alla conclusione della tua sessione di pratica meditativa; stabile nella
consapevolezza della completezza, riconosci la divina natura di tutte le
persone e parla ad esse mentalmente affermando con convinzione:

Io riconosco la tua innata, divina natura
Io ti vedo in Dio.
Io ti vedo spiritualmente illuminato
Io ti vedo completo.
Io ti vedo realizzato in ogni modo.

Rimani per alcuni minuti nella piacevole consapevolezza dell’unità. Sii
grato.

Io non ho esperienze eccezionali o intuizioni quando medito. Dovrei
continuare a praticare?

Pratica regolarmente e migliorerai. Rilassati nella meditazione. Le
intuizioni affioreranno occasionalmente quando non starai meditando. Quando
la comprensione della tua vera natura in relazione a Dio migliorerà
progressivamente e sarai in grado di vivere più efficientemente, potrai
essere certo di stare facendo progressi.
La pratica regolare della meditazione fino agli stadi di profondo
rilassamento, di calma mentale e di chiarezza della consapevolezza, dona i
seguenti benefici costruttivi:

Il sistema immunitario del corpo è rafforzato
I processi d’invecchiamento fisico sono rallentati
Le influenze rigeneranti sono attivate
Il sistema nervoso è raffinato
Il cervello funziona più efficientemente
Dopo la meditazione, il pensare è più razionale
I poteri intellettuali e intuitivi migliorano
I poteri di concentrazione migliorano
L’apprezzamento per la vita è migliorato
La crescita spirituale può avvenire più facilmente.

I raggi al cervello rivelano che i lobi pre frontali – relativi alla
creatività, ai poteri di concentrazione, discernimento e all’abilità di fare
scelte sagge – sono coinvolti durante la profonda meditazione e diventano
più sviluppati quando la meditazione è praticata regolarmente. Le
interazioni armoniose tra i due emisferi del cervello sono anche
maggiormente evidenti nelle persone che meditano.

Come possiamo distinguere le autentiche percezioni supercoscienti dalle
percezioni meditative o dalle sensazioni che sono prodotte dalla mente e dal
cervello?

Le percezioni soggettive di luce, suono, sentimenti estatici e altri
fenomeni prodotti dalla mente e/o dal cervello possono erroneamente essere
considerate come prova del fatto che si stia sperimentando uno stato
supercosciente. Continua a meditare fino a che prevarrà ( N.d.T.:
sperimenterai ) uno stato calmo e chiaro di consapevolezza completamente
privo di fenomeni soggettivi.

E’ necessaria una dieta vegetariana per una persona sul sentiero spirituale?

Una dieta vegetariana è più salutare ed è prova di sincerità circa l’essere
più innocui possibile in pensieri e opere. Aderisci ad un regime di vita
ordinato e completo che contribuirà alla buona salute. Una vita lunga e in
salute permette di raggiungere con successo tutti i nostri scopi importanti,
compresa l’autorealizzazione e la realizzazione in Dio.

A Causa della mia famiglia e dei doveri e responsabilità inerenti al lavoro
che faccio, è per me difficile studiare principi metafisici e meditare tanto
spesso quanto vorrei. Che cosa dovrei fare?

Prenditi almeno un’ora al giorno per fare queste cose. Sarai più felice e
sarai in grado di adempiere i tuoi doveri più facilmente e abilmente. Sii
consapevole in ogni momento di essere un essere spirituale che vive nell’
oceano della vita infinita. L’adempiere i propri doveri con cosciente
attenzione è anche una pratica spirituale.

Penso che sarei più focalizzato ed ispirato se avessi qualcuno che mi
incoraggiasse e con il quale poter condividere i miei ideali.

Mentre l’amicizia spirituale può essere godibile, è in ogni caso più
importante coltivare la tua volontà di raggiungere i tuoi scopi nella vita.
Tu hai il potenziale per avere successo. Sii motivato.

Tendo ad essere facilmente distratto da eventi nella mia vita e dalle parole
e comportamenti degli altri. Che cosa posso fare per essere maggiormente
focalizzato?

Guarda gli eventi con di spassionata oggettività. Sii così consapevole che
qualsiasi cosa gli altri possano dire o fare non disturberà la tua pace
interiore o ti potrà distrarre dal voler raggiungere i tuoi scopi importanti
nella vita.

Uno dei risultati della meditazione praticata la mattina presto e del
leggere cose ispiranti è che queste cose ancoreranno la tua vita all’
infinito e ti permetteranno di pensare ed agire più saggiamente. Se
confusione e stress sono stati accumulati durante le tue attività
giornaliere, medita alcuni minuti nella prima serata per eliminare lo stress
dal tuo sistema nervoso e calmare la tua mente e le tue emozioni.

Mi sono proposto molte volte di impegnarmi nel percorso spirituale e molte
volte questa risoluzione si è indebolita. Che cosa posso fare per persistere
nella giusta via? Inoltre, ho paura di morire.

Leggi regolarmente o ascolta insegnamenti della verità per essere ispirato e
motivato. Stabilisci uno stile di vita completo ed un’efficiente pratica
spirituale, aderendo ad essi. Vivi con uno scopo che per te ha valore.

Non conosco nessuno che serenamente e con sicurezza sia in grado di
anticipare la propria transizione dal corpo. Attraverso i secoli, molte
persone hanno parlato o scritto su come prepararsi per quel momento. Mentre
è facile, per gli altri, dirci cosa pensano e come fare, noi dovremo
affrontare quel momento da soli. La miglior preparazione per il tuo futuro
benessere è di vivere con cosciente intenzionalità adesso.

La maggior parte delle persone non ricorda la propria nascita in questo
mondo, né le circostanze che hanno preceduto quest’incarnazione. Proveniamo
dallo spazio profondo e a quello alla fine ritorneremo. Mentre siamo qui,
abbiamo opportunità per imparare tutto quello che possiamo, coltivare e
utilizzare le nostre abilità creative e completare il nostro risveglio
spirituale.

Cerca di tirare fuori il meglio dalle opportunità che hai quando sei
ispirato. Così come i processi ordinati della vita hanno provveduto per te
fino ad ora; sia essi sia la grazia di Dio continueranno a farlo. Sii
realistico, pratico e capace in quello che fai, mantenendo nello stesso
tempo la massima fede nella positività della vita.

Si può utilizzare costruttivamente la fantasia?

La fantasia non controllata non dona benefici, ma può essere utile
permettere alla tua immaginazione di muoversi liberamente quando inizi a
pensare cosa può essere possibile – per te – raggiungere. Fare questo ti
permette di elevarti sopra pensieri o sensazioni di limitazione e di tirare
fuori idee utili. A questo punto, progredisci immaginando specificatamente
circostanze che avranno un valore per te.

Mentre invecchio, ho l’impressione che gli anni passino velocemente e a
volte mi chiedo se riuscirò a raggiungere il mio scopo di essere
auto-realizzato e realizzato in Dio prima di lasciare questo mondo. Che cosa
dovrei fare?

Prosegui nel corso del giusto vivere, nello studio metafisico e nella
meditazione. Aspettati di essere spiritualmente sveglio. Non possiamo sapere
quando un cambio di punto di vista – graduale o inaspettato – avverrà e ci
permetterà di sperimentare realmente la verità di quello che siamo e la
realtà di Dio. Alla domanda spesso posta: “Come saprò di essere
auto-realizzato e realizzato in Dio?”. L’unica risposta possibile è: “Quando
lo sarai, lo saprai”. Allo stesso tempo, dovresti notare che la tua capacità
di vivere efficientemente e di comprendere i fatti della vita sta
progressivamente migliorando e che tutti gli aspetti della tua esistenza
sono migliori. Guarda la tua vita, il tuo apprendere e le opportunità di
crescita che ti si presentano come una grande avventura. Molte persone
possono solamente immaginare quello che la loro vita può – o potrebbe –
essere all’interno dei limiti di un’incarnazione e pensare e vivere in
accordo con quella visione limitata di possibilità. Espandi la tua
consapevolezza e guarda molto oltre le circostanze esistenti fino a quello
che può essere reale per te.

Qual è una via efficiente per superare le dipendenze fisiche e mentali?

Gli attaccamenti compulsivi od ossessivi relativi ad ogni abitudine o
pensiero auto-limitante possono essere superati da giuste scelte e da
azioni costruttive. I comportamenti che danno un temporaneo senso di piacere
o benessere sono decretati dal tentativo di produrre un sostituto del
gioioso benessere che sarebbe naturalmente sperimentato se si fosse
consapevoli del sé e in pace con se stessi e con il mondo. I comportamenti
distruttivi sono sintomo del fatto che non ci si apprezza, che ci si ritiene
indegni e che si hanno inclinazioni inconscie di autopunizione.

La cura permanente per superare tutte le dipendenze è l’autoconoscenza che
ci permette di crescere coscientemente verso una maturità emotiva.

Ho bisogno di guarigione fisica e di vivere con maggior prosperità. Ci sono
problemi causati dal karma che sono stati creati in una precedente
incarnazione e che devono essere sopportati?

Scopri la causa dei problemi ed eliminala. Affermare che circostanze
limitanti sono relazionate ad una precedente incarnazione è una via
conveniente per evitare la responsabilità di affrontarle e superarle.
Accetta che tu puoi essere guarito e lo sarai. Tira fuori i tuoi poteri
innati di auto-guarigione. Adotta uno stile di vita completo. Coltiva l’
ottimismo e un atteggiamento mentale di allegria. Rifiutati di credere e di
invocare sfortuna o limitazione. Invoca invece la salute vitale e la totale
libertà di espressione. Pensa e agisci come un essere spirituale liberamente
funzionale.

Non riesco ad avere risultati soddisfacenti quando medito. Provo una gran
varietà di metodi e ci lavoro sopra veramente tanto…

Tu puoi avere risultati soddisfacenti. Non “lavorare sopra” alla pratica
della meditazione; rilassati in essa. Utilizza un sistema utile per calmare
la mente, quindi siedi in silenzio, consapevole dell’essenza del tuo essere
in quanto pura coscienza. Continua a stare seduto fino a che la tua
consapevolezza sarà chiara e ti sentirai completo ( nel punto più profondo
del tuo essere ). Evita l’ansietà circa il risultato della pratica. Siediti
giornalmente e lascia che i risultati siano quello che siano. In altri
momenti, stabile nell’auto-consapevolezza e con l’intuizione di essere uno
con l’infinito, vivi con cosciente intenzionalità.

Come posso superare le mie sensazioni di solitudine? Ho alcuni amici, ma con
nessuno di essi ho forti legami

La sola cura permanente per la solitudine è l’autoconoscenza e la maturità
emotiva. Avendole, sarai in grado di relazionarti gioiosamente agli altri
senza avere nessun pensiero o sentimento di bisogno. Sii di supporto al
prossimo senza volere o chiedere nulla in cambio. Se sensazioni o pensieri
di solitudine si fanno avanti, evita di mettere la tua attenzione a lungo su
di essi: fai qualcosa di costruttivo che susciterà sensazioni e pensieri
positivi. Quando ti senti triste e solo, l’esercizio fisico può essere utile
perché fa sì che il cervello secreta sostanze chimiche che producono
sensazioni di benessere.

Ho sentito che alcune persone – che si credono essere spiritualmente
illuminate – affermano che i problemi e le difficoltà devono essere
accettati come “La volontà di Dio” per noi e che possono insegnarci utili
lezioni

Dio non causa problemi o difficoltà. Le condizioni che esistono hanno cause
mentali, fisiche, emotive o fisiche che possono essere riconosciute ed
eliminate. Tutti devono sapere questo e non dovrebbero credere o dire che
Dio causi i problemi.

Posso veramente essere autorealizzato nella mia presente incarnazione?

L’auto-realizzazione è possibile in ogni momento. Risvegliarsi ad essa non
dovrebbe essere pensato come un qualcosa relazionato al tempo o a condizioni
esteriori.

Come possiamo sapere quello che è per il nostro più alto bene?

Qualsiasi cosa che possa migliorare le nostre vite e contribuisca ad una
migliorata chiarezza di consapevolezza e ad una migliore comprensione della
nostra vera natura e di Dio è per il nostro più alto bene. Le condizioni
che migliorano le nostre vite sono: buona salute, pace mentale, stabilità e
maturità emotiva, relazioni personali complete e di supporto, le giuste
risorse finanziarie, circostanze ambientali sicure e, inoltre, le
opportunità di esprimersi liberamente, di imparare e di utilizzare al meglio
il nostro potenziale per il risveglio spirituale. Quando sei in questo
mondo, tu puoi essere completo e liberamente espressivo e, allo stesso
tempo, coltivare la tua crescita spirituale. Concentrarsi solamente sulla
crescita spirituale e ignorare o minimizzare l’importanza di un vivere
equilibrato è un errore. Quando i tuoi poteri di percezione e di abilità
funzionale miglioreranno, utilizzali saggiamente per migliorare la tua vita
e quella degli altri.
Esercitati a pensare razionalmente e ad essere ottimista, emotivamente
stabile e a performare ogni azione con pronta intenzionalità. Fare tutto
questo è la migliore esercitazione spirituale. Fai quello che sai esser
meglio per il tuo benessere totale, mettendo il tuo benessere spirituale
come primo in ordine di importanza.
Non permettere che capricci, sensazioni, opinioni altrui o circostanze
esteriori controllino i tuoi pensieri, sentimenti ed azioni. In quanto
discepolo dedicato al percorso spirituale, non devi comportarti in maniera
ordinaria, ma devi essere cosciente dell’anima e di Dio in ogni momento.

Quanto mi deve interessare il mio karma in relazione al mio potenziale di
essere auto-realizzato?

Tre categorie di karma ( condizionamenti inconsci e subcoscienti ) possono
prevalere fino a che la mente sarà purificata:

1 ) Influenze che sono evidenti in questo momento
2 ) Influenze che possono essere attivate in ogni momento
3 ) Impressioni latenti che potranno essere influenti in futuro

Le influenze subcoscienti costruttive possono essere lasciate prevalere
quando i loro effetti migliorano le nostre vite. Le influenze problematiche
devono essere combattute e superate dal pensiero positivo e dalle giuste
azioni. Le influenze che possono essere attivate facilmente, possono essere
combattute e indebolite dai pensieri e dalle azioni costruttive, e dal
coltivare calma e stabilità mentale ed emotiva.

La potenza delle impressioni subliminali latenti può essere combattuta,
indebolita e neutralizzata dalle influenze supercoscienti che purificano sia
la mente sia il corpo. Quando le prime due categorie di influenze
subcoscienti sono neutralizzate e l’auto-realizzazione è costante, siamo
“liberati mentre ancora in vita”. Quando le impressioni latenti sono
neutralizzate, la nostra coscienza è completamente liberata.

Abbiamo davvero libera volontà? Oppure le nostre esperienze ( incluso il
risveglio spirituale ) sono predestinate?

Se non avessimo libera volontà, non saremmo in grado di scegliere i nostri
pensieri e le nostre azioni. Abbiamo libera volontà in relazione a come
scegliamo di vivere. Siamo predestinati a risvegliarci presto o tardi
attraverso gli stadi di crescita spirituale fino a che saremo
auto-realizzati e realizzati in Dio. Benché noi possiamo coscientemente o
meno resistere al completamento del nostro destino, non possiamo evitare il
risultato finale. La consapevolezza di tutte le anime che sono coinvolte
nelle condizioni mondane ritornerà alla fine alla sua purezza originale.

Alcuni insegnanti spirituali rilevano l’importanza del distacco. Come
possiamo vivere nel mondo senza nemmeno qualche attaccamento?

Quello cui ci si riferisce quando si dice questo è di adempiere doveri e
relazionarsi agli altri senza dipendere o essere mentalmente ed emotivamente
disturbati da quello che succede. L’ideale è di essere autorealizzati e
realizzati in Dio mentre siamo impegnati in attività utili e relazioni che
hanno un senso.

Affermazione:

Lo spirito di Dio che crea è liberamente espressivo dentro, attraverso e
intorno a me. Esso illumina la mia mente, rende chiara la mia
consapevolezza, mi ispira con idee creative , organizza armoniosamente in
divino ordine tutte le mie circostanze e le mie relazioni per il mio più
alto bene e libera la mia coscienza.

Center for Spiritual Awareness
( Centro di consapevolezza spirituale )

Il nostro quartier generale è nella Georgia del nord a circa 90 miglia da
Atlanta. Le nostre strutture includono il nostro ufficio e il reparto
pubblicazioni della CSA Press, Il santuario del tempio di tutte le fedi, la
sala conferenze, il refettorio, sei case per gli ospiti, due biblioteche e
una libreria.
Per tutta la primavera fino al tardo autunno sono offerti ritiri della
durata di un week-end o di una settimana dietro corresponsione di un’offerta
libera. Durante i ritiri sono serviti pasti vegetariani.

Il giornale “Truth Journal” è pubblicato ogni tre mesi. Lezioni stampate
sono inviate ogni mese ai nostri membri in tutto il mondo. Il magazine
“Radiance” è pubblicato ogni quattro mesi per gli iniziati al kriya yoga.

Il “Center for Spiritual Awareness” è un’organizzazione senza scopo di
lucro.

Center for spiritual awareness
p.o. box 7
Lakemont, GEORGIA 30552-0001 USA

Tel: 001 706 782 4723
E-mail: csainc@csa-davis.org
Pagina Internet: www.csa-davis.org

Traduzione di Furio
Fsyukteswarji@yahoo.com

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments