La Realizzazione del Sè – Guida alla Vera Felicità

pubblicato in: AltreViste 0

La Realizzazione del Sè – Guida alla Vera Felicità

Raccolto e compilato dal discepolo Swami Kriyananda

di Paramhansa Yogananda

>> http://goo.gl/FUAvYL

Un dono straordinario, che ci offre la profonda spiegazione del vero scopo della vita e di come realizzare nel quotidiano l’immensa e imperturbabile gioia del nostro stesso Sé.

I grandi insegnanti lavorano spesso tramite i loro allievi. Paramhansa Yogananda, uno dei più amati insegnanti spirituali del ventesimo secolo, autore del bestseller spirituale Autobiografia di uno yogi, negli ultimi anni della sua vita affidò a un suo giovane discepolo, Swami Kriyananda, il compito di prendere appunti durante le sue conversazioni informali.

II frutto di questo lavoro di accurata trascrizione sono oltre trecento detti, citazioni e aneddoti ricchi di rara e illuminata saggezza, che costituiscono uno dei libri più completi e fruibili di Yogananda. Questo libro ci dà una idea di ciò che significasse parlare con un Maestro su una grandissima varietà di argomenti spirituali.

Dice Yogananda: “La realizzazione del Sé significa realizzare il nostro vero Sé come il grande oceano dello Spirito, distruggendo l’illusione di essere questo nostro piccolo sé, questo piccolo corpo umano e questa piccola personalità”.

Perchè comprare questo libro?

Presenta in modo fruibile la saggezza di uno dei più importanti maestri spirituali di questo secolo, autore del bestseller Autobiografia di uno Yogi.
Caldamente atteso da tutti gli appassionati di Yogananda, viene reso disponibile in una nuova traduzione realizzata sotto la guida diretta di Swami Kriyananda, suo discepolo diretto.
Kriyananda, ha raccolto queste frasi, quasi 300 detti, per volere del suo Maestro e le riporta senza commenti, ovvero sono le autentiche parole di Yogananda sul vero scopo della vita e sui mezzi per raggiungerlo.
E’ una guida molto ampia e profonda, che tocca tantissimi ambiti del sentiero spirituale. E’ di facile consultazione in quanto suddiviso per argomenti in un percorso ben strutturato.

Tratto dal Libro

«La vita vi porterà molti alti e bassi. Se lasciate che i vostri sentimenti si alzino e si abbassino con le onde delle circostanze, non raggiungerete mai quella intima calma che è il fondamento del progresso spirituale».

«Una buona regola secondo cui vivere e che vi farà superare molte prove nella vita, è, in tutte le circostanze, restare con mente equilibrata e gaia»

Tu sei la gioia perfetta!

Esiste una felicità duratura, che non dipende dalle circostanze esterne e che nessuno può portarci via. La maggior parte delle persone pensa che non esista o che sia irraggiungibile, ma questo libro, che racchiude il pensiero e l’esperienza di uno dei più grandi Maestri spirituali di tutti i tempi, ci spiega come trovarla e farla nostra.

Oltre 300 detti, citazioni e aneddoti di Paramhansa Yogananda, amorevolmente raccolti dal suo discepolo Swami Kriyananda in un’opera di semplice e illuminata saggezza, che affronta i temi più significativi dell’esistenza accompagnandoci verso la realizzazione del Sé: la meta a cui tutti aneliamo, spesso senza neppure saperlo.

Il “breviario della felicità” di un grande Maestro

Introduzione – La Realizzazione del Sè – Libro di Paramhansa Yogananda

Ho vissuto con Paramhansa Yogananda come suo discepolo negli ultimi tre anni e mezzo della sua vita.

Ero con lui da un anno e mezzo, quando egli cominciò a esortarmi a prendere nota di quello che diceva nelle sue conversazioni informali. Eravamo nel suo ritiro nel deserto, dove stava completando i suoi commenti alla Bhagavad Gita.

Dapprincipio mi trovai un po’ in difficoltà. Non conoscevo la stenografia e la mia calligrafia era illeggibile persino per me.

Il Maestro, però, fedele al suo stesso insegnamento che bisognerebbe concentrarsi sulla luce piuttosto che sull’oscurità, non prestò alcuna attenzione a impedimenti così insignificanti. Continuò a esortarmi.

«Non parlo spesso da un livello di gyana [saggezza impersonale] » diceva. La sua natura, infatti, si esprimeva solitamente nell’amore divino.

Il mio entusiasmo crebbe, man mano che mi rendevo conto di non avere mai letto o udito altrove insegnamenti così profondi, chiari e convincenti.

«Scrivilo!» mi ripeté spesso il Maestro negli anni seguenti, durante le sue conversazioni con i monaci o i visitatori. A volte, come spiegazione, aggiungeva: «Non l’ho mai detto prima d’ora».

Dato che la mia scrittura era quella che era, non potevo sperare di stargli dietro. Tuttavia, con il passare delle settimane, scoprii che il Maestro mi aveva concesso una straordinaria benedizione: potevo sentire la sua voce come se pronunciasse le parole nella mia mente mentre le annotavo, anche dopo diverso tempo.

Era una benedizione così straordinaria che anni dopo, in India, ebbi la conferma che i miei ricordi delle parole, e perfino di intere frasi, che il Maestro aveva pronunciato in hindi o in bengali erano corretti, benché non conoscessi quelle lingue quando lui era in vita.

Ancora oggi, nella mia mente, risuona con chiarezza il ricordo delle sue parole e della sua voce, colme di saggezza, di amore divino e della pienezza del potere spirituale, spesso accompagnate da un delizioso senso dell’umorismo. Le sue conversazioni erano costellate di aneddoti, sfavillavano di metafore ed erano colme delle più profonde intuizioni riguardo a tutti i livelli della realtà, umana e divina, che io abbia mai avuto la grande benedizione di incontrare.

Swami Kriyananda

Paramhansa: il “cigno supremo”

Paramhansa significa, “cigno supremo”.
È il più elevato titolo spirituale nella religione indù e le sue origini risalgono agli albori della tradizione.

Il cigno è ugualmente a casa sulla terra e sull’acqua. Allo stesso modo, il vero saggio, o paramhansa, è a suo agio sia nel regno della materia sia in quello dello Spirito.

Secondo la tradizione indiana, inoltre, il cigno è in grado di separare il latte dall’acqua. Probabilmente, ciò significa che esso secerne nel becco una sostanza che fa cagliare il latte, separando così il caglio dal siero.

Quali che siano i fatti biologici, in India il cigno simboleggia la capacità di un maestro autorealizzato di separare la solida sostanza della verità dall’inconsistenza dell’illusione.

È importante osservare, infine, che il termine hansa è composto di due parole sanscrite, che significano: “io sono Lui” o “io sono Spirito”. Un paramhansa è in posizione tale da poter proclamare la propria unità con lo Spirito; e può farlo in modo supremo, poiché non si limita più ad affermarlo mentalmente, ma ha realizzato questa verità nel proprio Sé interiore.

Secondo gli studiosi di sanscrito, paramhansa dovrebbe essere scritto più correttamente come paramahansa, con un’ulteriore a nel mezzo. La precisione degli studiosi, tuttavia, non coincide sempre con la comprensione di chi non possiede la stessa erudizione.

In inglese, quella a nel mezzo accentua le difficoltà della pronuncia, al punto che le persone fanno una pausa in quel punto e sottolineano ulteriormente una lettera che, in India, non è invece pronunciata. In altre parole, l’americano o l’inglese medio – e con grande probabilità il non-indiano medio – pronuncia la parola in questo modo: «paramaahansa». La pronuncia corretta, tuttavia, è paramhansa.

Per quegli occidentali che desiderano semplicemente sapere con una certa precisione come pronunciare questa parola così difficile per noi, gli studiosi di sanscrito accettano la grafia paramhansa.

Dicono del Libro

«Pura ispirazione, una lettura da fare e da rifare, per assaporare il senso reale delle cose, della gioia racchiusa in ogni momento, vero scopo dell’esistenza». Elena Benvenuti,
psicologa, esperta di filosofie orientali e meditazione

«Un dono prezioso per l’intelletto. Una ricchezza per la mente. Una carezza per l’anima. Una delizia per il cuore di ogni sincero ricercatore nel sentiero della realizzazione del Sé». Rita Bertazzoni,
giornalista, praticante di yoga

«Ciò che passa attraverso le parole di Yogananda, nella testimonianza di Kriyananda, lo sento come un Soffio di Verità e d’Amore che accarezza o scuote, ma in ogni caso tocca profondamente, Illumina e Vivifica!». Alice Carla Bissi, cantautrice, musicista

«Un breviario per la felicità, che permette di consultare per temi la saggezza di Yogananda. Parole da tenere sempre a portata di cuore, da raccogliere tra le mani e lasciar entrare nei canali più profondi del sé, dove si accendono luci che la mente da sola non può intendere». Giulia Calligaro, giornalista, ricercatrice spirituale

«Esistono due tipi di felicità: quella transitoria, che può durare pochi secondi o qualche ora … e la gioia interiore che sentiamo in ogni circostanza, e che è il risultato della Realizzazione del Sé … Questo libro ci spiega come si può raggiungere questo alto traguardo, che è alla portata di ognuno di noi». Riccardo Campino, direttore di librerie, consulente editoriale

Indice

Introduzione

Paramhansa: il “cigno supremo”

1. La follia del materialismo
2. Il vero scopo della vita
3. La natura di sogno dell’universo
4. L’anima e Dio
5. Un solo Dio, una sola religione
6. La legge della vita
7. Il peccato è ignoranza
8. La legge del karma
9. La lezione della reincarnazione
10. Superare il karma
11. Grazia contro sforzo personale
12. La necessità dello yoga
13. L’autostrada verso l’Infinito
14. La necessità di un guru
15. La parte del discepolo
16. Modi in cui si può adorare Dio
17. Come pregare in modo efficace
18. Sulla meditazione
19. Consigli generali
20. La realizzazione del Sé

Indice analitico

Paramhansa Yogananda
La Realizzazione del Sè – Guida alla Vera Felicità – Libro >> http://goo.gl/FUAvYL Raccolto e compilato dal discepolo Swami Kriyananda
Editore: Ananda Edizioni
Data pubblicazione: Ottobre 2014
Formato: Libro – Pag 258 – 12,5×17,2 cm
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-realizzazione-del-se-guida-alla-vera-felicita-libro.php?pn=1567

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments