Che cos’è la ghiandola pineale?

pubblicato in: AltreViste 0

Che cos’è la ghiandola pineale?

Ghiandola pineale: scopri che cos’è e perché è così importante per la nostra salute

di Fulvio D’Avino – 04/03/2016

>> http://goo.gl/1ao2L2

Che cos’è la ghiandola pineale?

La ghiandola pineale o epifisi (dal greco epi-fysin, che significa al di sopra della natura) è una
ghiandola endocrina situata nell’epitalamo, tra diencefalo e terzo ventricolo, attraverso il quale
comunica con il liquor cerebro-spinale (o cefalo-rachidiano). Circondata dal sistema limbico, con la
base collegata al talamo ottico, lepifisi si trova tra i due emisferi, al centro del cervello.

Grande più o meno come una nocciola (diametro circa 10 mm, peso 150-200 mg), la pineale ha un colore rosso bruno e una forma simile ad una pigna, da cui deriva la sua denominazione.
È riccamente vascolarizzata, in quanto riceve il più abbondante flusso sanguigno di qualsiasi altra
ghiandola del corpo. Istologicamente è costituita da cellule principali o pinealociti, derivati
dalla nevroglia, di forma rotondeggiante, poligonale o stellata, aggregate in cordoni detti nidi, e da cellule interstiziali.
Nella parte interiore sono presenti fotorecettori (bastoncelli) simili a quelli presenti nella retina.

La produzione ormonale epifisaria è massima nei primi mesi di vita, per poi scemare gradualmente
dopo i dodici anni, fino a dimezzarsi verso il quarantacinquesimo anno di età. Nellinfanzia, dopo i
sette anni, in seguito a un processo di calcificazione, spesso si depositano nella ghiandola dei
minerali che la rendono visibile ai raggi X. Si tratta di concrezioni calcaree di fosfati e
carbonati di calcio costituenti i cristalli di idrossiapatite o microcalcite (sabbia pineale).
Lidrossiapatite ha proprietà piezoelettriche, essendo in grado di trasformare le vibrazioni in impulsi elettrici.

La ghiandola pineale è visibile nel feto al 49°giorno (settima settimana) di gestazione, quando si
formano i caratteri sessuali differenziati. Tale data coincide, secondo la tradizione tibetana, con la migrazione dellanima nel corpo.
La pineale agisce come fotorecettore negli anfibi, nei rettili e nei pesci. Funge da orologio
biologico negli uccelli e in alcuni mammiferi. Ha funzione endocrina nella maggior parte di essi, compreso luomo.

Questo articolo è tratto dalla rivista

Scienza e Conoscenza – n. 55 – Rivista Cartacea >> http://goo.gl/1ao2L2 Nuove scienze, Medicina non Convenzionale, Consapevolezza
Editore: Scienza e Conoscenza
Data pubblicazione: Febbraio 2016
Formato: Rivista – Pag 80 – 19,5 x 26,5 cm
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__scienza-e-conoscenza-n-55-rivista-cartacea.php?pn=1567

La Ghiandola Pineale

Ogni giorno vengono fatte nuove ed importanti scoperte nei vari settori della tecnologia e della
scienza. Tuttavia l’uomo non ha perso l’interesse per la ricerca su quello che è considerato uno dei
più grandi misteri dell’universo: il cervello umano. In tale contesto la ghiandola pineale sta
assumendo un ruolo sempre più importante. Essa è il fulcro della conoscenza presso varie culture:
dai Sumeri ai Greci,dagli Indiani ai Tibetani,ecc. Iconograficamente rappresentata come una pigna,
localizzata centralmente tra i due emisferi cerebrali,la pineale racchiude il segreto di antiche
alchimie mentali, la cui apertura consentirà all’essere umano di compiere un ulteriore salto evolutivo nella nostra era, non a caso denominata << secolo del cervello >>.

Fulvio D’Avino
eBook – La Ghiandola Pineale >> http://goo.gl/n63ucL
La splendida connessione tra cervello e anima
http://www.macrolibrarsi.it/ebooks/ebook-la-ghiandola-pineale-splendida-connessione-tra-cervello-ed- anima.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments