Yoga Nidra, lo Yoga del Rilassamento Profondo

pubblicato in: AltreViste 0

Yoga Nidra, lo Yoga del Rilassamento Profondo

La tecnica per la rigenerazione totale in 30 minuti

di Barbara Kundig

>> http://goo.gl/rwG35K

Yoga Nidra, lo Yoga del Rilassamento Profondo – Libro + CD

Lo Yoga Nidra è una tecnica efficace di profondo rilassamento, che rende possibile, in una mezz’ora, la totale distensione della sfera corporale, mentale ed emozionale, si tratta di uno yoga più che altro mentale. Nidra significa “sonno” e quando si pratica lo Yoga Nidra il corpo e lo spirito oscillano tra distensione e dormiveglia.

L’esperienza mostra che dopo un esercizio di Yoga Nidra – a condizione che lo si pratichi regolarmente – ci si sente rilassati come se si avesse dormito tre o quattro ore. Questo volume è un manuale di auto-aiuto e propone metodi di rilassamento profondo semplici ed efficaci. Con questa tecnologia collaudata è possibile rilassarsi completamente in soli 30 minuti sia fisicamente, che mentalmente ed emotivamente.

Lo Yoga Nidra è raccomandato anche per rafforzare il sistema immunitario, migliorare i disturbi cardiovascolari, l’emicrania e la cefalea, è indicato per problemi di sonno e promuove in generale la concentrazione e la creatività.

Si pratica distesi a terra, attraverso un’attenta osservazione della propria respirazione, la percezione di rumori esterni e interni alla stanza e di quelli interni al corpo, contando all’indietro da 27 a 1, concentrandosi su un percorso lungo il corpo o sul terzo occhio e visualizzando immagini simboliche. Il libro è molto curato anche dal punto di vista grafico, con bellissime foto, colori tenui e rilassanti, in grado di ricollegare istintivamente a situazioni di benessere.

La parola sanscrita Nidra, infatti, significa “sonno” e normalmente si pratica lo Yoga Nidra ad occhi chiusi, distesi a terra su un materassino o un tappetino.

Si viene guidati dalla voce dell’insegnante attraverso visualizzazioni che hanno lo scopo di portare la persona in uno speciale stato tra il sonno e la veglia. In questo modo si apre un contatto unico con la dimensione subconscia e inconscia della mente che mette in moto processi di guarigione e rilassamento speciali e profondi.

Nel CD allegato trovi 2 accompagnamenti vocali che ti permetteranno di entrare in contatto con questa meravigliosa pratica.

Un manuale di auto-aiuto che propone metodi di rilassamento profondo semplici ed efficaci.

Un’opera molto curata dal punto di vista grafico, con bellissime foto, colori tenui e rilassanti, in grado di ricollegare istintivamente a situazioni di benessere.

Consigli pratici per gli esercizi – Estratto da “Yoga Nidra”

Dove praticare?

Lo Yoga Nidra è una tecnica di facile impiego: tutto quello di cui avete bisogno sono la tranquillità e la possibilità di stare sdraiati. Gli esercizi possono essere svolti nei luoghi più disparati: a casa, in ufficio, in albergo.

Se praticate a casa, sdraiatevi sul letto o su un materassino da yoga. Se il tempo è sufficientemente bello e caldo, potete anche utilizzare un lettino sul balcone o in giardino.

L’effetto stimolante dello Yoga Nidra spesso si rivela utile anche sul luogo di lavoro. Trovate una stanza tranquilla, per esempio una saletta per le riunioni, un ufficio o un altro locale. Sdraiatevi su una stuoia o semplicemente su un telo.

Se siete in viaggio d’affari, praticate lo Yoga Nidra in albergo. In vacanza troverete di sicuro altre possibilità di svolgere gli esercizi di Yoga Nidra come piacevole rilassamento fra un’attività e l’altra.

Quando praticare?

Non esiste un preciso momento particolarmente adatto: lo Yoga Nidra può essere praticato in qualsiasi ora del giorno o della notte. Scoprite voi stessi quando è meglio svolgere gli esercizi e inseriteli nel vostro ciclo vitale quotidiano o nel corso della vostra giornata. Oppure potete dare maggior peso a una certa parte della giornata eseguendo gli esercizi immediatamente prima.

Se praticato come prima cosa la mattina appena alzati, lo Yoga Nidra rappresenta un modo speciale di iniziare la giornata. Puntate la sveglia e poi accendete il lettore cd.

La pratica dello Yoga Nidra è indicata anche nella pausa di mezzogiorno. Potete ridurre il tempo dedicato al pranzo oppure rinunciare al caffè e dedicare mezz’ora a rilassarvi e a fare il pieno di energia.

Dopo il lavoro, lo Yoga Nidra rappresenta un ottimo modo di prepararsi alla serata, che potrete affrontare con slancio se prima vi sarete concessi una mezz’ora di pratica.

Nel fine settimana o durante le ferie potete praticare lo Yoga Nidra anche di pomeriggio allo scopo di rilassarvi.

Se vi aspetta una serata movimentata o avete in programma una festa che durerà a lungo, eseguite la pratica prima di uscire.
Ricordatevi che lo Yoga Nidra è una tecnica di attivazione. Evitate quindi di praticarlo la sera tardi, altrimenti sarete troppo carichi di energia per addormentarvi. Scoprite da soli qual è il momento del tardo pomeriggio o della sera entro il quale svolgere l’esercizio, in modo da potervi addormentare con facilità senza restare svegli tutta la notte.

Non è necessario praticare lo Yoga Nidra ogni giorno alla stessa ora: fatelo sempre quando sentite che è il momento giusto.
Solo all’inizio è consigliabile praticare lo Yoga Nidra per una settimana ogni giorno alla stessa ora, così da abituare il corpo e la mente alla pratica.

Con Quale Frequenza?

Praticate lo Yoga Nidra una volta al giorno, di modo che l’esercizio abbia un posto fisso nella vostra giornata. Approfitterete così al massimo dei suoi effetti rigeneranti e riequilibranti.

Alle donne incinte si consiglia di praticare lo Yoga Nidra due volte al giorno.

Come prepararsi?

Praticate lo Yoga Nidra sempre da supini, nella posizione classica per il rilassamento sulla schiena: shavasana o posizione del cadavere, il modo migliore per rilassare il corpo.

Eseguite l’esercizio senza cuscino. Se vi sentite scomodi, mettetevi sotto la testa un cuscino basso o un telo ripiegato. Un cuscino alto non va bene perché può produrre tensioni alla nuca. Se sentite dolore a livello lombare, mettete un cuscino a rullo o uno normale sotto le ginocchia per rilassare quella zona.

Se non riuscite a stare in posizione supina, per esempio a causa di forti problemi alla schiena o in caso di gravidanza, praticate lo Yoga Nidra stendendovi sul fianco.

Nella posizione rilassata sul fianco, allungate la gamba che sta sotto e flettete quella che sta sopra. Il braccio sotto viene allungato, con il palmo della mano rivolto verso l’alto. Il braccio che sta sopra è disteso lungo il corpo, con la mano appoggiata alla coscia. In questa posizione potete anche tenere un cuscino sotto la testa e sotto il ginocchio.

Scegliete un abbigliamento comodo, la tuta non è necessaria. Lo Yoga Nidra può essere praticato anche con gli abiti di tutti i giorni, per esempio con un completo da uomo o una gonna. In questo caso allentate cintura o colletto e levatevi le scarpe. Togliete gli occhiali e, se li sentite pesanti o vi danno fastidio, anche i gioielli.

Normalmente durante la mezz’ora di rilassamento la temperatura corporea diminuisce: fate in modo di stare al caldo, coprendovi con una coperta ma mantenendo sempre la stessa libertà di movimento.

Praticate lo Yoga Nidra alla luce del giorno. Se fuori è buio, accendete la luce: l’oscurità potrebbe mettervi sonno.

Fate in modo di restare indisturbati per mezz’ora. Comunicate alle persone che sono in casa o in ufficio con voi che vi prenderete una pausa di rilassamento e appendete un cartellino alla porta.

Non disturbare

Per la pratica dello Yoga Nidra occorre sempre avere delle istruzioni vocali. Le potete ascoltare dal cd, oppure caricarle sull’iPod o sul lettore mp3. Cercate di trovare il volume giusto: le istruzioni non devono essere pronunciate a voce troppo alta perché potrebbero impedirvi di rilassarvi, ma neanche a voce troppo bassa perché altrimenti dovreste fare uno sforzo eccessivo per seguirle.

Evitate di praticare lo Yoga Nidra a stomaco pieno, perché rischiereste di addormentarvi. Se avete molta fame potete mangiare qualcosa di leggero prima dell’esercizio, per esempio una banana o un panino.

Che cosa si fa dopo l’esercizio?

Al termine della pratica prendetevi un po’ di tempo per allungarvi e muovervi rimanendo sdraiati. Durante l’esercizio di Yoga Nidra, grazie al rilassamento la pressione arteriosa si abbassa, come pure la frequenza cardiaca e quella respiratoria: rialzatevi quindi lentamente e con cautela, dato che la circolazione ha bisogno di qualche istante per rimettersi in moto. Dopo esservi alzati bevete qualcosa, muovetevi ed eventualmente aprite per un attimo la finestra per inspirare aria fresca.

Che cosa succede dopo un po di tempo?

Vi accorgerete che con l’andar del tempo la vostra pratica personale dello Yoga Nidra subirà un cambiamento. Le vostre percezioni e conoscenze si modificano e si intensificano, e se ne aggiungono di nuove. Accogliete questo processo senza esprimere giudizi e senza voler ottenere qualcosa di preciso. Osservate con curiosità e gioia che cosa cambia per voi nel corso dell’esercizio e quali cambiamenti si manifestano nella vostra vita quotidiana.

Durante la pratica, questi cambiamenti possono riguardare la respirazione, le percezioni corporee, le vibrazioni all’interno e intorno al corpo, la vostra attenzione e le informazioni intuitive. Nella vita di ogni giorno le trasformazioni possono forse riguardare la salute, i rapporti interpersonali, la soddisfazione e la tranquillità. In questo senso lo Yoga Nidra è utile alla vostra evoluzione individuale.

Barbara Kundig è psicologa del lavoro, mamma e da alcuni anni anche un’apprezzata insegnate di Yoga Nidra. Da tempo studia tutti gli aspetti positivi e l’efficace potenza del rilassamento della tecnica che pratica 360 giorni l’anno. Organizza e tiene workshop, seminari e sedute singole per far conoscere lo yoga.

Indice

Prefazione

Che cosa offre questo libro

Che cos’è lo Yoga Nidra?
Swami Satyananda Saraswati
Effetti dello Yoga Nidra
A chi serve?
Che cosa succede di preciso?
Esecuzione dello Yoga Nidra

Yoga Nidra I
Yoga Nidra II
Consigli pratici per gli esercizi

Domande frequenti (FAQ)

Brevi esercizi per la vita quotidiana

Lo Yoga Nidra per problemi di salute

La dimensione spirituale dello Yoga Nidra

Altri esercizi per la vita quotidiana

Testo Yoga Nidra I
Testo Yoga Nidra II

Notizie sull’Autrice

Barbara Kundig
Yoga Nidra, lo Yoga del Rilassamento Profondo – Libro + CD >> http://goo.gl/rwG35K La tecnica per la rigenerazione totale in 30 minuti
Editore: BIS Edizioni
Data pubblicazione: Giugno 2015
Formato: Libro – Pag 120 – 16 x 16 cm
Allegato: + CD
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__yoga-nidra-libro.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments