Viaggiatore Astrale

pubblicato in: AltreViste 0

Viaggiatore Astrale

Incontri e dialoghi con l’aldilà – Uno strumento per evolvere

di Ensitiv

>> http://goo.gl/MpCNjM

Viaggiatore Astrale – Libro

Il nuovo libro di Ensitiv narra tutti i suoi Viaggi Astrali

Troverai:

Le tecniche usate dall’autore per uscire dal corpo fisico.
Gli incontri e i dialoghi con le Anime dei defunti.
Una descrizione dell’aldilà e dei suoi aspetti più particolari.
Come imparare a comunicare con l’Anima delle persone in coma o in stato vegetativo. Consigli pratici su come porsi di fronte al Mondo Spirituale. Le domande più comuni e le curiosità sull’autore e sulle sue esperienze astrali Un formulario di riflessioni.
e molto altro…
La morte spaventa i vivi,
ma la condotta dei vivi spaventa i morti.

Dedica

Immaginate di scavare all’interno di una buca
completamente al buio
e in questa oscurità cercate man mano
di capire e scoprire gli elementi provenienti dai vostri scavi.

Questa è la conoscenza.

Nel momento in cui vi accorgete
che non sono importanti gli elementi portati alla luce,
ma scoprite che, scavando ancora,
questa buca apre un portale sull’Universo,
avete scoperto la consapevolezza.

Rendersi poi conto
che state scavando dalla parte sbagliata
è illuminazione.

Tutti i Viaggi iniziano da un’emozione che si chiama Curiosità.

Oggi iniziamo questo viaggio insieme; la meta non è importante; i compagni saranno diversi, tanti si aggiungeranno, tanti abbandoneranno; guardatevi intorno, assaporate i paesaggi lungo la strada, godetevi il suono della vostra marcia.

La meta – dicevamo – non è importante, la compagnia neppure: l’importante è muoversi e mantenere vivo quel sentimento con cui avete iniziato, la Curiosità. Io sarò con voi, non a capo della colonna, nemmeno in fondo a protezione delle retrovie: vi starò semplicemente vicino per ricordarvi di ascoltare il suono dei vostri passi.

Ensitiv

Introduzione – Viaggiatore Astrale – Libro di Ensitiv

Viaggiatore astrale è un testo concepito in base alle richieste dei lettori.

Durante gli incontri, nelle mail, nei messaggi e in tutti i contatti avuti in questi anni, sono emerse preferenze e consigli, desideri e necessità su quello che le persone avrebbero voluto sapere da me e vedere scritto in un mio libro: i racconti dei miei Viaggi astrali, gli incontri e le chiacchierate più significative con le anime dei defunti, i consigli pratici su come porsi di fronte al Mondo spirituale, su come provare l’esperienza dell’obe o un modo per comunicare con l’anima delle persone in coma e in stato vegetativo…

Ho raccolto tutto questo nel presente volume, accogliendo anche le domande più comuni, i racconti con una morale e le curiosità sulla mia persona o sulle mie esperienze, e inserendo un formulario di riflessioni, una descrizione dell’aldilà e dei suoi aspetti più particolari, un dibattito tra la Dimensione reale e la Dimensione astrale.

Lo stile è sempre il solito, semplice e discorsivo, e tra un racconto e un articolo c’è spazio per una chiacchierata con i vivi e con i morti.

Come ho descritto nel mio primo libro Manuale per sopravvivere dopo la morte, non sono altro che un viaggiatore che riceve – mi verrebbe quasi da dire che subisce – il fenomeno dello sdoppiamento o, se preferite, dei Viaggi astrali; lo ricevo in maniera più che rara, ovvero in uno stato di totale coscienza.

I viaggiatori classici si sdoppiano durante il sonno, o in dormiveglia, qualcuno in un profondo stato di meditazione e rilassamento, a me invece basta solo un breve rilassamento e già la mia anima si divide dal corpo e parte alla scoperta dei misteri dell’Universo. La mia mente è vigile e riesce a guidarla a seguirla e farla rientrare, è in grado di ricordare i particolari dell’esperienza e persino di dare direttive mnemoniche su come non dimenticare nomi ed eventi, ma soprattutto riesce a seguire il normale susseguirsi del tempo nella dimensione reale.

Spesso, anche i viaggiatori più esperti rientrano nel corpo con ricordi vaghi e offuscati, con esperienze simili al sogno o dati codificati male a cui non sanno dare spiegazioni. Ecco, questo a me non succede mai: giro l’astrale come potrei girare un centro commerciale (incuriosito, ogni tanto spaesato, veloce e socievole…), cercando di vedere il più possibile e con un sorriso da beota stampato in fronte – o almeno, questa è l’idea che si fanno di me gli “abitanti” di questa dimensione.

Muoio ogni giorno con un gran bel sorriso, muoio e ritorno e, la capacità di ritornare, è l’unica differenza sostanziale che separa me da ogni altro defunto, oltre a quella della consapevolezza della mia condizione.

A volte mi chiedo il perché mi sia stato concesso di ricevere o semplicemente avere queste esperienze, se mi ha portato più benefici o più dolori, se continuerà in eterno oppure un giorno finirà… ma poi parto per i miei “viaggetti” e tutte queste domande improvvisamente mi sembrano inutili.

I meccanismi che regolano la Dimensione astrale li ho già descritti nel “manuale” e non vorrei ritrattarli in questo secondo testo.

Viaggiatore astrale nasce dal desiderio di raccontare i miei viaggi più belli, le sensazioni e le emozioni provate in quei momenti e tutte le fantastiche anime con cui sono entrato in contatto. Appunti di viaggio da rileggere, da rivedere con curiosità o scetticismo, con interesse o diffidenza: vedete voi che cosa trovarci, io ho solo la necessità che tutto ciò sia raccontato e trasmesso, tramandato.

Intervista a Ensitiv

Dunque Ensitiv, ad un anno di uscita dal Manuale per Sopravvivere dopo la Morte e alla luce dell’inaspettato successo, che conclusioni ne trai?

Il Manuale è stato un po’ come un fulmine a ciel sereno, un libro che fa riflettere su concetti che da sempre sono monopolio delle religioni. Ho provato a spiegare cosa c’è dopo la Morte e ho ribadito l’eternità dell’ Anima escludendo le teorie scientifiche e i precetti religiosi.

Pensa quanto è stato sconvolgente dire che l’ingresso nell’aldilà e il primo periodo di permanenza in questa dimensione non è dovuto ai peccati terreni, ai sacramenti ricevuti o ai sacrifici fatti, ma per una buona percentuale è dovuto al tipo di morte che il soggetto subisce e al grado di consapevolezza di questo evento.

Qualcuno ha parlato di libretto scritto in modo sgrammaticato e ripetitivo, che non porta nulla di nuovo se non i tuoi racconti un po’ inventati un po’ sognati. Qualcuno continua anche a dire che la morte è la fine di tutto, ma del resto non si insegna a volare a chi non ha le ali.

Il Manuale è scritto in modo semplice perché fondamentalmente io sono semplice, ma anche perché deve essere un libro che chiunque può leggere, anche i bambini. La vera rivoluzione di quest’opera sta proprio nella sua semplicità. Tante critiche sono state costruttive per la stesura del secondo libro e per i progetti successivi, altre hanno dimostrato solamente che il Manuale dal punto di vista concettuale ed esperienziale è inattaccabile e dunque l’unico modo per cercare di affondarlo era quello di dire che è scritto male e che sono tutte fantasie.

Per fortuna sono stati più gli apprezzamenti che le critiche.

Con il successo del tuo libro, sei dovuto uscire allo scoperto e assecondare le numerose richieste di Conferenze ed incontri. Come stai vivendo queste nuove esperienze?

Il mio anonimato è dovuto semplicemente alla salvaguardia della mia vita sociale, facendo consulti gratuiti non potrei avere la libertà che ho se la mia reale identità fosse di dominio pubblico; come ho già avuto modo di sperimentare, sarei costantemente assediato per domande o richieste di previsioni o veggenze varie e fino a che posso cercherò di evitarlo.

Devo dire però che sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti nelle Conferenze e nei Seminari, ho incontrato persone splendide e desiderose di una reale conoscenza svincolata dagli studi o dai cammini spirituali, ma nata dalla semplice esperienza di un Viaggiatore Astrale. Ho ascoltato molti relatori raccontare sempre la solita “ lezione “ senza mai uscire dal seminato per paura di ricevere chissà quale domanda.

A me piace tentare di rispondere a tutte le domande che mi vengono fatte perché dimostrano quali sono i reali dubbi delle persone, perciò non faccio mai una Conferenza uguale all’altra e ciò è molto più stimolante.

I Seminari sono invece un’esperienza veramente unica, se qualcuno entrasse durante questo lavoro sentirebbe subito l’energia e la sinergia che si instaura tra i partecipanti, ogni volta viviamo insieme delle esperienze che vengono considerate paranormali, ma in che in realtà dovrebbero far parte della quotidianità di ognuno di noi.

In questi giorni è in uscita nelle librerie il tuo secondo libro: Ensitiv – Viaggiatore Astrale. Perché dovremmo comprarlo?

Beh se vuoi scoprire come finirà il Mondo non puoi fare a meno di leggerlo… ovviamente scherzo.

Mentre il Manuale è il risultato di un mio personale lavoro durato diversi anni, questo secondo libro è il risultato del lavoro fatto con e per le persone che, insieme a me, si sono raggruppate intorno ai miei studi e ai mie messaggi.

Ci sono le risposte alle domande durante i consulti, i racconti con una morale, le curiosità , gli articoli pubblicati sulle riviste e tanti consigli su come rapportarsi con il mondo spirituale, ma soprattutto c’è il Protocollo Ensitiv N. 1, ovvero una serie di tecniche per interagire con la parte energetica delle persone in Coma o Stato Vegetativo e poi ci sono le dispense che consegno ai seminari e che contengono i i metodi da utilizzare per avere un ‘esperienza astrale.

Cosa è esattamente il Protocollo Ensitiv N. 1 ?

Ensitiv è un Progetto del Mondo Spirituale e come tale devo essere portatore di messaggi che servono all’evoluzione umana, per questo ho deciso di rivolgere anche i mie studi sull’interazione con la parte energetica ai soggetti in Coma o in stato vegetativo.

Sono un frequentatore dell’aldilà perciò mi viene spontaneo relazionarmi con l’elemento Anima, un po’ come quelle maestre che essendo state sempre a contatto con i bambini, ne comprendono lo stato d’animo al primo sguardo; in queste relazioni, ho scoperto che l’energia anima di un soggetto recepisce più facilmente alcuni stimoli rispetto ad altri e, a maggior ragione, quando la mente è assopita o danneggiata.

Prima di essere pubblicato ho avuto modo di riscontare la positività del Protocollo Ensitiv e consiglio a tutte le persone che hanno un parente o un amico nella condizione di coma, di seguirlo con costanza e fiducia. A breve sarà terminato anche il Protocollo Ensitiv N. 2 che riguarderà i bambini affetti da autismo.

Sai, ho anche provato a contattare importanti redazioni televisive per rendere il Protocollo a disposizione di tutti, ma non mi hanno preso molto seriamente, peccato.

Due libri pubblicati, Conferenze, Seminari, collaborazioni con siti, consulti. Come fai a gestire tutto questo e quali sono i progetti futuri?

Ho uno staff di collaboratori fantastici che si preoccupano della mia naturale sbadataggine, delle mie dimenticanze e di tutto ciò che riguarda l’aspetto promozionale degli eventi e dei progetti. Claudio mi ha fatto e mi cura il sito, Roberto mi ha fatto un video bellissimo, Dario segue il Blog e la pagina, Gabriele si occupa della promozione e dei contatti e ovviamente Prabhat, Monica, Chiara e tutta la Uno Editori sono costantemente disponibili e pronti a recuperare ogni mia mancanza.

Ma non solo loro, ci sono tante bellissime persone che sposano in pieno i mie progetti e trasmettono i mie messaggi come se fossero i loro. Denzia ha organizzato il primo Nature Flash Mob. Luisa, ha prodotto un CD con la mia Conferenza, Marta e Giovanni mi aiutano con le grafiche e tanti altri collaboratori che anche se non cito perché ci vorrebbe troppo spazio ringrazio con tutto il cuore per la loro costante presenza.

I Progetti per il futuro sono tanti: il terzo libro, gli articoli, la collaborazione con il Sapere.Org ecc.. Ma quello che mi sta più a cuore è la realizzazione di quella che ho denominato Casa Ensitiv n. 1 ovvero una struttura scolastica dove vengono sviluppate e incentivate tutte quelle capacità che spesso i bambini sono costretti a nascondere e negare, ma che in realtà potrebbero diventare i talenti del domani. Piccoli Viaggiatori Astrali, Veggenti, Bambini Indaco ecc.. ad oggi non trovano strutture adeguate al loro sano sviluppo ed io voglio dargli un posto dove poter tranquillamente dire “ Oggi ho incontrato la mia nonna morta qualche mese fa “ senza dover essere presi per pazzi.

Prossimi appuntamenti?

A giugno, ci sono diverse date ancora da definire, dovrei essere a Vercelli con la presentazione del nuovo libro e il Seminario “ Un Viaggio con me “. Mentre a novembre ci sarà un bellissimo appuntamento a Trieste “ La Vita oltre la Vita “ , comunque tutto è consultabile sul sito www.ensitiv.it o sulle pagine fb.

Indice

Introduzione

Il “rituale del letto”
Valigie, pronti e via!
Ho trovato il Paradiso seduto tra le Stelle
Dante era un Viaggiatore astrale
L’Essenza divina che abita l’uomo
“Sow Tif”, l’Oriente in casa mia
Amici a due e quattro zampe nell’Aldilà
Mostruose entità
Il Ladro di Luce e l’attore
Persone scomparse
Mio padre era un Viaggiatore, mia madre una Sensitiva
Quello strano fenomeno del vento e della musica
Coma e Protocollo n. 1
Fuori, ma dentro il corpo connesso con l’Universo
I miei racconti
Riflessioni…
La Metamorfosi della Crisalide
La morte non esiste
Purificazione
I miei consulti…
Considerazioni e riflessioni online
Papà, Mamma, Donna
Extraterrestri…
Perché fare un Viaggio astrale
Festività
Ensitiv Blog
Senza confini – Le mie tecniche per uscire dal corpo
Conclusione

L’autore

Ensitiv, è un sensitivo dotato di capacità extra sensoriali che ha compiuto il suo primo Viaggio Astrale all’età di 13 anni.

In seguito a molte altre esperienze e viaggi Astrali, e grazie a un cammino interiore evolutivo rapido e sconvolgente, Ensitiv ha ritenuto opportuno creare questo manuale con lo scopo di sdrammatizzare il mito della morte e aiutare le persone a essere serene e consapevoli di ciò a cui andranno incontro dopo il trapasso.

Ensitiv non ama essere un dispensatore di futuro o veggenze, è più a suo agio nel considerarsi un semplice abbraccio o una stretta di mano, un momento rilassante o una parola saggia.

Ensitiv
Viaggiatore Astrale – Libro >> http://goo.gl/MpCNjM
Incontri e dialoghi con l’aldilà – Uno strumento per evolvere Editore: Uno Editori
Data pubblicazione: Maggio 2015
Formato: Libro – Pag 216 – 14 x 20 cm
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__viaggiatore-astrale-libro.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments