UOMO PSICO ELETTRONICO – parte 1

pubblicato in: AltreViste 0

UOMO PSICO ELETTRONICO

tratto da mednat.org

– parte 1

“La materia vivente sembra governata dalla QFT (Teoria dei Campi Quantisitici) che crea
spontaneamente ordine quando le condizioni termodinamiche lo consentono”

“E’ la coerenza elettrodinamica che permette alla Vita di affermarsi in ambienti aggrediti dalle
forme più diverse e violente di disordine”

(Prof. Preparata – Insegna alla facoltà di Ingegneria di Milano – Italia)

Parole Chiave dello studio:
– Scambio di Informazioni e non di Energia
– Naturale “Energy Release” (Rilascio di Energia)
– 0,26 eV Valore di picco della Frequenza Fondamentale dell’Acqua
– I Domini di Coerenza del materiale ORM (Optimum Resonant Material) ha un campo ad
altissima coerenza e sincronizzazione con la riduzione della frazione non coerente
– Rifasamento dell’Acqua sulla sua Frequenza Fondamentale
– Catalisi dell’Acqua
– Rescue Vibrazionale
– Campo di Disturbo
– Elettrosmog
– Inquinamento Chimico
– Biorisonanza del Corpo

Che l’Essere Umano sia anche un campo psicoenergetico che manifesta un corpo fisico (nel suo aspetto
più “pesante”), emettente un debole Campo Elettromagnetico Informato (CEI) è ormai conosciuto, ma
ciò che pochi sanno è che è possibile modificare gli stati energetici corporei con la Luce; con una
semplice lampadina chiunque è in grado di controllare queste semplici affermazioni, ecco come fare:

Prendete un lampadina bianca, non superiore ai 25 W ed irrorate di luce per 3 ore, (meglio durante
il periodo notturno) per esempio il retro del ginocchio, nella piega della gamba (che è una zona
ricca di vasi sanguigni, quindi con grande passaggio di sangue) e vedrete per esempio che fenomeni
depressivi o di insonnia, tendono a scomparire facilmente; questo tipo di azione si chiama
“fototrasduzione umorale”, questa tecnica è utile anche per la sindrome da fuso orario “jet lag”,
infatti è consigliabile per tutti coloro che ne soffrono, anche per i piloti degli aerei.

Negli Usa nella Cornell University (NY) sono stati fatti dei semplici esperimenti che hanno
confermato quanto si sapeva da millenni: la Luce modifica gli stati fisiologici degli esseri
viventi, vegetali, animali, umani.

La terapia con i colori della Luce è già applicata da millenni con diamanti, cristalli colorati, che
indirizzano la luce solare od artificiale in punti precisi del corpo, attivando o disattivando
determinati sistemi elettro chimici che influiscono sullo stato di salute del soggetto sottoposto.

Le ONDE della MENTE

Fin dall’antichità si è rappresentato o raffigurato l’uomo, con delle corna sul capo (esempio le
tiare dei preti); ovviamente il senso simbolico di quelle raffigurazioni non vuol dire “cornuto”,
cioè colui che è stato tradito dalla sua donna, ma nel senso di: Colui che ha le corna sulla testa,
come il toro è colui che è virile, cioè che ha la vera “forza” (bio energia elettro magnetico
informata), che ha il vero “potere”, il vero carisma, cioè le Vere Informazioni sulla Vita: è
autosufficiente nella Salute, nelle Finanze e negli Affetti, Egli sa che cosa è la “VITA”, conosce
le sue Finalità e vi partecipa, perciò sa anche indicare al suo prossimo, la Giusta strada.

Nel Campo Elettro Magnetico Informato (CEI) di ogni uomo (“campo” che è stato anche registrato ed
analizzato al computer e che è visibile in parte ad occhio nudo con una tecnica di visione
particolare, oppure può essere fotografato con elettro fotografia Kirlian) si evidenziano molto bene
queste 2 corna energetiche, che sono più o meno grandi a seconda del tipo di Spiritualità e di
Razionalità in armonia o disarmonia con le finalità della Manifestazione.

L’uomo (maschio o femmina) ha sempre un corno in “erezione”, un Pene Spirituale, Intellettuale,
Energetico che gli permette di “penetrare” la Vita e goderne/soffrire, gli effetti/esperienze.

Gli antichi davano anche un altro significato a queste “corna”; essi erano a conoscenza delle
meravigliose potenzialità dell’Ego/IO, il quale utilizzando la mente/organo fa lavorare il cervello
e questi sprigiona anche bio energia elettromagnetico informata; quest’ultima viene in parte inviata
all’interno del corpo, ai vari organi per le loro normali funzioni motorie e funzionali; un’altra
parte è possibile trasformarla in suoni modulati attraverso la bocca e questa si trasforma in
linguaggio fonetico; parte viene indirizzata alle orecchie e da questi emessa sotto forma di energia
elettromagnetica a varie frequenze (recenti studi hanno confermato che l’orecchio non è solo un
ricevitore ma anche un trasmettitore); parte viene indirizzata agli occhi per essere inviata fuori
dal corpo dalla retina, (parte dell’occhio), che trasforma l’energia elettromagnetica in energia
luminosa, proiettandola fuori se necessario; queste informazioni vengono anche inviate ai cromosomi
di tutti il corpo e fissate negli atomi dei geni del DNA, ma oltre a fissarsi in essi, le
“inForm-Azioni” mettono in moto un meccanismo vibratorio dei cromosomi stessi (espansione e
contrazione della molla elicoidale del DNA) i quali essendo immersi nei liquidi, vibrano ad ogni
minima variazione, emettendo frequenze armoniche o disarmoniche con quelle dell’Universo esterno.

Quindi i Cromosomi, i Geni e gli Atomi in essi contenuti, sono in grado di trasmettere o ricevere
qualsiasi tipo di informazione per ogni angolo dell’Universo esistente; per un meccanismo identico
ma inverso, l’Universo ed ogni sua parte può, mettersi a volontà in contatto con ogni atomo dei
corpi viventi coesistenti, per mezzo delle stesse vibrazioni, esempio: il cuore di un essere
biologico è sempre attivato dalla frequenza Universale per mezzo della demodulazione frequenziale
che i cromosomi delle cellule del cuore stesso attuano, ricevendo le vibrazioni Universali e
decodificandole e fornendo al cuore stesso la frequenza del suo battito; ciò vale per tutti gli
organi e sistemi dei corpi viventi, quindi tutto è sempre interConnesso ed interReagente con TUTTO
l’Universo.

Una recente indagine condotta negli USA su migliaia di pazienti malati ha fornito delle certezze
sulle affermazioni di tutti i religiosi del mondo che da sempre dicono che: “la preghiera salva il
malato”; ebbene si è controllato attraverso uno schema standard in “doppio cieco”, cioè prendendo 2
gruppi di malati, uno che non ha seguito nessuna cura, un secondo che è stato “seguito” attraverso
la preghiera di un gruppo di persone di tutte le religioni che non conoscevano i malati se non
attraverso una fotografia con scritto il nome del malato (non vi è stato nessun contatto fra il
gruppo di preghiera ed i malati del 2° gruppo), per mezzo della preghiera (invocazione del solo nome
della persona); il risultato dopo 2 mesi di preghiera è stato che il gruppo di malati “curati” con
la preghiera è risultato aver avuto dei miglioramenti, mentre nell’altro gruppo vi sono stati dei
peggioramenti o sono rimasti come prima.

Deduzione pratica: La malattia come afferma la Medicina Biologico Naturale, è certamente legata allo
Spirito/energia dei Campi Elettro Magnetici Informati (CEIU) dell’UniVerso, del pianeta Terra e
degli esseri viventi e quindi interferendo anche per mezzo della Azione, Parola, Pensiero, si
possono modificare oltre al proprio, anche quelli (CEI) degli altri.

Ciò implica quindi anche che ogni azione, parola, pensiero, sono così potenti da poter alterare nel
“bene e nel male”, ogni frequenza elettromagnetica sottile (certe frequenze) di ogni Campo
esistente.

Queste sono le semplici ma immense possibilità della mente/organo di energia plasmica degli esseri
viventi; esse sono gratuite ed a disposizione di TUTTI, alla faccia di coloro che vendono morte
attraverso farmaci e vaccini !

Per poter utilizzare bene anche tutti questi Rice Trasmettitori fisiologici, (Risuonatori) è
necessario conoscere meglio le onde cerebrali; queste possono essere “distinte” in 5 tipi, la cui
origine è creata dal “Vortice nero/bianco” che circoncide l’Ego/IO, parte della Coscienza e che lo
collega all’Infinito, attraverso il CEI (proprio).

Definiamo per convenzione queste onde/vibrazioni/frequenze, in:

1) Delta (correlate con il centro del potere psichico – Gamma (che sono l’emanazione del potere
psichico profondo.

2) Theta (sono emanate direttamente dal potere psichico mediano)

3) Alfa (sono correlate con la mente/organo, subcosciente)

4) Beta (sono correlate con la mente/organo cosciente)

1) DELTA: parola che deriva dal Greco ed indica la quarta lettera di quell’alfabeto; sinonimo della
Daled (Akkadica, Egizia, Fenicia, Ebraica, Araba) la quale significa: solidificare, rendere
consistente, costruire; essa indica anche la “porta della mente/organo” ovvero la “star gate” per
accedere all’Ego/IO e quindi alla Coscienza.

Queste onde sono Fotoni liberati per ionizzazione secondaria dai prodotti di quella primaria.

Le onde Delta nascono nel centro del potere psichico; hanno una frequenza che varia fra 0,5 e 4
periodi al sec.=Hz; il loro voltaggio è elevato oltre i 200 micro Volt circa; esse sono quindi molto
potenti; è la cosiddetta “zona del silenzio” del cervello che emette onde alla frequenza che varia
fra i 2 e gli 8 periodi al sec.; normalmente esse appaiono quando un uomo adulto dorme; possono
apparire in determinati stati di media “trans” medianica.

1/b) GAMMA: parola che proviene dal greco e che indica la terza lettera di quell’alfabeto; sinonimo
della terza lettera degli alfabeti sopra citati e che come significato indica il movimento
rotatorio, il girare su di Sé, il capovolgere, il condurre all’Ego/IO Universale; si dice in fisica:
di tutte le frequenze al disopra di quelle dei raggi X; ovvero radiazioni emesse da alcune sostanze
radioattive.

Queste onde sono il prodotto dei profondi poteri psichici; esse sono anche prodotte dai medium in
“trans profonda” chiamata da altri “estasi”; esse hanno una frequenza fino a 0,5 periodi al secondo;
sono molto rare e non tutti gli individui sono facilmente in grado di trasmetterle e riceverle.

2) THETA: parola che deriva dall’etimo Greco, che indica l’ottava lettera dell’alfabeto greco; lo 8
è il simbolo dell’Infinito messo in verticale; il suo segno grafico è un cerchio con al centro un
punto con una piccola riga che lo traversa in senso orizzontale; questa lettera greca è il sinonimo
della lettera dell’alfabeto Akkadico, Fenicio, Egizio, Ebraico, Arabo e con suono Tet, che è
raffigurata da un cerchio che contiene un punto centrale traversato da una croce e che indica tutto
ciò che è ricevente o il ritirarsi dentro di Sé, infatti questo segno grafico rappresentava un
“vortice”, un Buco, oggi lo chiameremmo il bordo del “buco nero” dell’Ego/IO, rappresentato dal buco
nero pupillare.

Queste onde hanno la frequenza in Hz, che varia fra i 4 ed i 8 periodi al sec.= Hz; circa
100microVolt; esse sono comunemente nella regione delle tempie; le onde Delta e Theta sono molto
legate in quanto tutte e due fanno parte del potere psichico, l’Ego/IO.

3) ALFA: parola che deriva dal Greco e che indica la prima lettera di quell’alfabeto; quest’ultimo è
simile all’antico Akkadico, Fenicio, Egizio, Ebraico, Arabo.

Contraddistingue anche la prima lettera di quegli alfabeti: l’Alef, la quale ha un profondo
significato:
Unire, legare, sposare, avvicinare collegandole in modo che due cose appaiano come una sola.
Essa distingue il “principio” astratto di una cosa, un punto di vista ecc.
Le particelle Alfa sono prodotte da particolari reazioni nucleari.

Le onde Alfa hanno una frequenza in Hertz (Hz) dagli 8 ai 13 cicli al sec.=Hz; hanno una tensione
dai 20 ai 40 circa microVolt; esse nascono principalmente dalla “regione della memoria”, in quanto
il subcosciente è basato sulla memoria; si producono nel cervello nel sonno leggero, sotto narcosi o
quando gli occhi sono chiusi; nascono quando il subcosciente controlla il cervello.

Quando l’individuo riceve stimoli esterni, queste onde vengono annullate; normalmente esse
spariscono quando si tengono gli occhi aperti, salvo il caso nel quale il campo visuale è uniforme e
stabile e non cercate di distinguere nessun dettaglio.

Durante il sonno le onde Alfa spariscono e sono sostituite da strepiti intermittenti a basso
voltaggio con alta frequenza che sono chiamati “fissi di sonno”.

4) BETA: parola che deriva dal Greco e che indica la seconda lettera di quell’alfabeto.

A sua volta sinonimo della seconda lettera degli antichi alfabeti: Akkadico, Egizio, Ebraico, Arabo,
la BEIT, (baita) che significa: Contenere in Sé, Racchiudere in Sé; è il simbolo del contenitore,
della casa, del Corpo che contiene la Mente e di questa che contiene l’Ego/IO.

Come onde/particelle, esse sono Fotoni che viaggiano ad elevate velocità, prossime a quella della
luce e che dall’uomo sono emessi per mezzo degli occhi mentre egli è cosciente; esse nascono nella
mente/organo cosciente; hanno una frequenza che varia dai 13 ai 40 periodi al secondo (Hz) ed hanno
una tensione che varia dai 5 ai 30 microVolt ed una intesità fino a 30 microAmpère; principalmente
nascono nei centri sensoriali.

La media della frequenza è dai 20 ai 25 cicli al sec., e non sono inibite dalla apertura o chiusura
degli occhi in quanto sono emesse quando si è coscienti e vigili.

Tutte queste onde/frequenze, vibrazioni, sono irradiate all’esterno o ricevute dall’Essere anche per
mezzo ed attraverso gli occhi, il nervo ottico ed i centri nervosi cerebrali corrispondenti, che li
trasformano per la mente/organo, la quale li porge all’Ego/IO e quindi alla Coscienza.

Occorre imparare ad utilizzarle per trarne un utile beneficio per Sé e per gli altri.

E’ sopra tutto attraverso gli occhi e le orecchie che abbiamo la possibilità di ottenere la
trasmissione e la ricezione di queste onde cerebrali. Imparare ad usare bene gli occhi e le
orecchie, diviene indispensabile.

Naturalmente i difetti alla vista o di udito, sono un handicap per ottenere buoni risultati, ecco
perché un corpo in buona salute diviene l’indispensabile strumento per riuscire meglio in queste
tecniche. Per sviluppare queste possibilità vi sono tecniche adatte per imparare a porre sotto il
controllo le onde Delta e Theta, Alfa e Beta.

Bisogna utilizzare gli occhi, in particolare la retina e le orecchie per inviare fuori dal corpo
queste onde portatrici di informazioni che vengono poi filtrate da un complesso programma di
elaborazione che determinerà la selezione cromatica dei vari colori e quella dei vari tipi di suoni.

L’ottanta per cento dei nervi ottici raggiungono la retina e trasportano dalle diverse parti del
cervello, tutte le onde elaborate ed emanate dalla “mente/organo”, la quale ha trasformato le
“sensazioni”, in impulsi elettromagnetici; giunte alla retina ed al timpano, esse si trasformano in
forme di energia per essere proiettate fuori.

E’ indispensabile imparare a far vibrare i bastoncini della retina ed il timpano a diverse frequenze
alle quali normalmente vibrano e risuonano ed ecco che potremmo vedere e sentire cioè “rivelare”
altre frequenze oltre il limite del “visibile” o dell’udibile.

Questa acquisizione permetterà di educare il cervello a funzionare a velocità e ritmi diversi
creando nuove sinapsi neuroniche; queste permetteranno alla mente/organo di “rivelare”, cioè
trasformare queste “vibrazioni” diverse in immagini relative, che permetteranno all’Ego/IO di godere
di nuove esperienze.

1) Calore radiante; queste servono in genere per attirare il fascino, per tranquillizzare la gente
od attrarla a Sé, per una conquista sentimentale, per la guarigione di persone sofferenti.

2) Raggi infrarossi; queste servono ad integrare le precedenti in modo da ottenere più efficacia
nell’azione a maggiore distanza.

3) Onde radio e sonore; queste servono per distanze ed intensità sempre maggiori.

Queste 3 forme di energia sono proiettate in raggi particolari.

4) Il magnetismo corporale; quest’ultima oltre ad integrare le precedenti è utile per influenzare in
certi casi, la materia.

Queste onde speciali a bassa frequenza, Delta, Theta e Gamma, sono quelle che ci permettono di
entrare in sintonia, armonia con TUTTA la Vita nell’UniVerso e ricevere od inviare informazioni,
uditive, olfattive, gustative, visive, tattili.

Lo studio delle potenzialità della Mente e quindi dell’attività cerebrale nel cervello è tutt’oggi
una ricerca agli inizi, ma costituisce una strada affascinante da percorrere.

Una ricerca effettuata negli USA al Medical College della Georgia, ha confermato che la meditazione
trascendentale o rilassamento profondo, fanno diminuire sensibilmente la pressione del sangue anche
attraverso una restringimento delle arterie. Ciò è stato misurato dal punto di vista clinico.

Il dott. Vernon Barnes ha confrontato 2 gruppi di persone: 18 meditatori “professionisti”, cioè
abituati ad effettuare quel tipo di rilassamento e come gruppo di controllo 14 uomini di media età
in buona salute che non meditavano.

Al primo gruppo è stato chiesto di chiudere gli occhi e meditare, mentre al secondo gruppo hanno
chiesto solo di chiudere gli occhi e rilassarsi. Tutti sono stati sottoposti a misurazione della
pressione sistolica, battito cardiaco e vasocostrizione prima e dopo i test. Durante la prova il
gruppo dei meditatori ha mostrato una significativa diminuzione della pressione sistolica ed una
diminuzione della costrizione dei vasi (il 6% in meno rispetto all’1% dei non meditatori),
confrontata ad una stabilizzazione dei parametri nel gruppo di controllo dei non meditatori.

Nel 1925 Hans Berger registrò per primo l’attività encefalografica applicando alcuni elettrodi sulla
testa, registrando quindi le deboli ma presenti attività bio elettriche del cervello; come abbiamo
già detto le onde cerebrali ben studiate si distinguono, per ora e secondo una convenzione
internazionale, in 4 bande di frequenze: Alfa, Beta, Delta, Theta, Gamma.

Negli anni 1970, C. Maxwell Cade compie ricerche con un elettroencefalografo da lui inventato (Mind
mirror), visualizzando con 2 elettrodi attivi posti sui 2 emisferi le frequenze emesse in modo da
realizzare un “istogramma” verticale, permettendo un’analisi qualitativa globale e comparativa delle
frequenze rivelate.

Negli anni 1980, Mac Lean suddivise queste attività in 3 parti: l’Archipallio, che regola l’attività
vegetativa; il Paleopallio che regola l’attività emozionale; il Neopallio (Neocorteccia) che sembra
presente unicamente negli Umani e che è legato alla percezione dell’esistenza e quindi alla
“costruzione ed organizzazione” dell’Ego/IO.

Le 3 distinzioni di Mac Lean, sono ora suddivise in 7 gruppi individuabili a seconda delle loro
specifiche azioni.

Per queste ricerche è stato utilizzato lo Psyco OloTester della Maya Bio Medicals che utilizza lo
schema base del Mind Mirror di Cade, sviluppato dal dott. William Giroldini con il quale collabora
un altro ricercatore italiano, Alberto Tedeschi.

Si deve al dott. C. Maxwell Cade, psicologo, e membro della Royal Society of Medicine e di alcuni
studiosi, ricercatori della Maharishi University (USA), la constatazione dell’armonia/sintonia a
livello di onde cerebrali, che si instaura fra guaritore e malato, dimostrando quindi la
Biorisonanza esistente nell’azione terapeutica.

Negli anni 1980 il dott. Margnelli (medico neurofisiologo), scopre il fenomeno della “scansione di
frequenza” che avviene nell’ambito di una seduta terapeutica.

Negli anni 1990, il medico italiano dott. Montecucco dimostra con apposite apparecchiature, che il
respiro modulato coscientemente in stato di rilassamento, modificando quindi le condizioni di
profondo benessere, vi appaiono speciali onde cerebrali, armoniche con un perfetto sincronismo fra i
2 emisferi.

Con queste ricerche siamo arrivati alla possibilità di mappare le varie frequenze cerebrali della
Mente per poterle interpretare e dare quindi un preciso significato in termini di informazioni
processate, del sistema informatico della Mente stessa.

Nel 1996, Giroldini completa con un nuovo programma della stessa apparecchiatura, la possibilità di
calcolare la correlazione, la sincronizzazione su ciascuna delle 64 frequenze dello spettro di
potenza, ottenendo una curva per illustrare ed indicare su quali specifiche frequenze esiste la
caduta di correlazione dell’attività elettro encefalografica (EEG), fra i 2 lobi cerebrali, fornendo
quindi una possibile mappatura dei 7 livelli di InFormAzione.

Questi livelli sono stati studiati e sviluppati anche recentemente dall’Italiano ing. Tedeschi A.,
il quale ha scoperto che ogni frequenza cerebrale è portatrice di informazione, non solo legata alla
psiche della persona ma anche alle parti organiche del corpo ed all’ambiente in cui vive la persona
stessa.

Questo dimostra l’intima relazione fra psiche e soma, fra soma e psiche e fra questi e l’ambiente
esterno, ma anche fra tutto ciò e gli eventi che si vivono, fenomeni già descritti dagli studi di
Carl Gustav Jung.

La sincronicità delle onde cerebrali può essere vista come un continuo flusso di informazioni e
l’essere psico/fisico come un “sistema informatico” che lo gestisce, la cui parte fisiologica =
l’hardware del sistema, la mente = programma software e l’Ego/IO (la Coscienza di sé e degli altri)
= il “luogo” ove si raccolgono le informazioni, si collegano, si relazionano, si creano, si rendono
consapevoli gli eventi vissuti, creati o subiti.

Questa visione è considerata come una “reflessologia delle onde cerebrali”; come esiste quella dei
piedi, delle mani, dell’orecchie, dell’iride degli occhi.

continua…

Approfondimento sul sito www.sublimen.com

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments