Scopri 8 alimenti a basso indice glicemico

pubblicato in: AltreViste 0

Scopri 8 alimenti a basso indice glicemico

Non rinunciare al piacere della tavola e del gusto, durante le feste porta in tavola gli alimenti giusti per tenere sotto controllo la glicemia

di Francesca Rifici – 15/11/2015

>> http://www.macrolibrarsi.it/_alimenti-naturali.php?pn=1567

Scopri 8 alimenti a basso indice glicemico

Lenticchie: è un legume della tradizione natalizia che si porta in tavola soprattutto la notte di
Capodanno. Le lenticchie non alzano il valore della glicemia dopo il pasto, garantendoci uno stomaco
soddisfatto e, allo stesso tempo, un cuore più leggero. È un legume che può essere consumato da
solo, con un filo di olio extra vergine di oliva, oppure miscelato a un cereale come la quinoa (a basso indice glicemico) per creare deliziose polpette.

Cioccolato al 70%: le feste richiamano gli stravizi culinari e la voglia di una pausa dolce aumenta
con l’avvicinarsi del Natale. Quale miglior alimento del cioccolato? Curiamo la nostra scelta e
prepariamo deliziosi dolci con cioccolato fondente al 70% minimo, garantendoci così una glicemia
stabile. Il cacao che fa bene al cuore e noi sappiamo che il cacao puro è in realtà amaro. Il
cioccolato al 70 % minimo è un buon compromesso per soddisfare il nostro palato e tenere sotto controllo la glicemia.

Farina di ceci: oramai diffusissima, la farina di ceci non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole.
È una farina proveniente da un legume, e non da un cereale, e per questo più ricca di proprietà
benefiche per il nostro organismo. È possibile usarla per preparare deliziose schiacciatine al
rosmarino, tirando limpasto più finemente possibile, oppure, ancora, per preparare tortini di
verdura da mettere al forno e non ultimo, come ingrediente per preparare dolci (biscotti o torte) in sostituzione alla farina di cereali.

Avocado: frutto esotico che si trova con facilità nei nostri negozi di frutta e verdura, l’avocado è
ricchissimo di acidi grassi benefici per lorganismo e ha un indice glicemico veramente basso.
Limportanza di mantenere un indice glicemico basso è fondamentale per la salute dei nostri organi:
più picchi glicemici abbiamo dopo i pasti, maggiore è il rischio di acidificazione dei tessuti
interni. Lavocado, consumato crudo, mantiene inalterate le sue proprietà e può essere utilizzato in
abbinamento a risotti di pesce oppure per preparare una deliziosa mayonese vegana sostituendo luso delle uova.

Zucchero di cocco: si tratta di un alimento molto prezioso perché, a qualunque temperatura lo si
esponga, non modifica il suo indice glicemico (neanche alle alte temperature del forno, per
intenderci). Possiamo divertirci in cucina e usarlo in sostituzione del più comune zucchero di canna
o malto, che hanno indici glicemici più alti. Ideale nella preparazione dei dolci, ha un colore ambrato e un gusto che ricorda le note del caramello: è buonissimo!

Burro ghee: sempre più persone che si avvicinano a una cucina naturale, iniziano a sentir parlare di
burro ghee e delle molteplici proprietà che possiede. Il burro ghee (si trova anche scritto ghi) è
conosciuto anche come burro chiarificato: infatti si ottiene dalla chiarificazione del burro
tradizionale (questultimo quasi sempre di origine biologica). Mantiene un indice glicemico basso e
può essere utilizzato in sostituzione del burro tradizionale per qualsiasi ricetta, sia dolce o
salata. Le quantità da utilizzare rispetto al burro tradizionale sono in proporzione minori.

Farina di mandorla: la si ottiene dalla macinazione delle mandorle oppure si trova in commercio già
pronta. È una farina che non alza la glicemia, non contiene glutine ed è ottima per preparare dolci.
Può essere usata da sola per ottime torte di mele oppure miscelata con farine di cereali integrali
per rendere il dolce più leggero e digeribile. Ideale per preparare biscotti con cuore di
marmellata, oppure, ancora, può essere miscelata alla farina di ceci per preparare sformati di verdure al forno, magari con laggiunta di una piccola parte di quinoa cotta.

Caffè 100% arabica: concludiamo la nostra carrellata di alimenti da portare sulle nostre tavole in
festa con una bevanda alla quale noi italiani siamo molto legati, il caffè. Sappiamo che il caffè è
un alimento acidificante e pertanto non bisogna abusarne. Scegliamo, per concludere i nostri pasti
in famiglia, un buon caffè 100% arabica, una miscela che mantiene un basso indice glicemico.
Consumato alla fine del pasto (senza aggiunta di zucchero, sintende!) è un ottimo digestivo. Utile anche nella preparazione di dolci allaroma di caffè.

>> http://www.macrolibrarsi.it/_alimenti-naturali.php?pn=1567

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments