Perche, la vita?…

pubblicato in: AltreViste 0

Perché, la vita?…

(di Anonimo)

Siete sulla terra per cercare di risolvere i vostri nodi passati. Ma siete
riusciti a scoprire quali sono? Siete riusciti a scioglierne qualcuno?

Siete riusciti a vincere la menzogna che è in voi e a trovare in voi la
verità? Se la risposta è si, siete sulla buona strada. Se la risposta è no,
dovete trovare dentro di voi il coraggio di cambiare. Il coraggio di vivere
per cambiare.

Questo è lo scopo della vostra e nostra esistenza. Riuscire a rovesciare la
nostra vita, cambiandola ed andando verso la luce.

Questo è lo scopo dell’esistenza.

Tagliando i legami che ci legano alla cultura, alle religioni, alle
tradizioni. E creando in voi la speranza. Questo è lo scopo.
Dire sempre: ” Signore, sono qui. Cosa devo fare? Dove devo andare? Come
devo agire?” Aspettando la risposta, che a tutti verrà.

E’ un grave peccato vivere di automatismi. E non porre l’attenzione alla
propria vita, imponendo agli altri il proprio ego e la propria personalità.

L’uomo è libero, unico, è una stella dalla quale sempre si scorge la luce.
Intorno ad essa vi è il nulla, il deserto e la solitudine che sono l’inizio
della felicità e della luce.

L’uomo inquinato, o disarmonizzato cerca di unire la propria solitudine ad
altre solitudini, ad altre amarezze, che altri non sono che solitudini ed
amarezze dentro di lui. Liberate le vostre menti, annullate i pensieri che
in esse vi sono, non pensate mai cosa farò, dove andrò, cosa mangerò… come
vivrò.

Quando, nella vostra mente, verranno questi pensieri, ovunque voi siate
inginocchiatevi e pregate. La preghiera è l’unica medicina che guarisce ogni
male.

Ve n’è un’altra. Ma è la medicina del diavolo e della negatività e si chiama
illusione.

La preghiera è la medicina della luce mentre l’illusione è quella delle
tenebre.

L’illusione significa agi, amore, emozioni e sentimenti e dimenticare che si
è carne e polvere e che è polvere tutto ciò che vi circonda.

Ciò che rimarrà eterno è la preghiera e la fede, qualunque essa sia, purchè
sia fede.

Il resto sparirà, cristallizzandosi nella solitudine che circonda ogni
stella.

Questo è ciò che abbiamo cercato di insegnarvi, e di mettere nelle vostre
menti.

Non l’illusione; ma, la speranza, la fede e la preghiera.

Ricordate che se altri uomini tentano azioni negative verso di voi, e
queste giungono fino a voi, è perché la vostra mente è piena di pensieri
disarmonici, inutili e negativi che vi disarmonizzano.

Quindi, non sono gli altri che vi influenzano; ma, siete voi che,
interiorizzando le vostre negatività, le materializzate, creando un muro, un
contenitore che vi racchiude, e che vi isola, che vi circonda.

Quindi non sono gli altri, ma siete sempre voi che permettete agli altri di
agire, di fermarvi, di deviare o bloccare la vostra azione.

Il ricordo e la memoria, fanno parte della zavorra del cervello. Il passato
non esiste.

Ricordate, che, se vi colpiscono, vi fermano, o vi deviano dalla strada, è
perchè dentro di voi vi è la zavorra che vi ferma.

La terra produce la terra e non può produrre lo spirito e la vostra mente
produce le negatività; ma, può produrre anche la luce. Può produrre l’
immensità, l’eternità.

Dipende da voi, e da voi soltanto.

Ogni essere umano che viene sulla terra ha questo potere che lo distingue
dagli angeli. E che lo rende simile a Dio.

Sapete cambiare la vostra mente?Sapete programmarla ? Ecco la domanda.

E, se sì, ogni cosa che fate è lo specchio di ciò che siete.

Spesso pensate

“Ma così è difficile vivere, come posso mettere attenzione in ogni cosa che
faccio”?

E il saggio risponde:

“Se tutto è uno, e l’uno è nel tutto, ogni tua azione, come acquistare un’
auto, una casa, un’immagine, una musica o un libro rispecchiano ciò che sei,
nell’intimo, dentro di te, perché rispecchiano le tue tensioni, paure,
pulsioni.”

E allora si va sul filo della memoria. Si va a quei momenti di illusione,
durante i quali eravamo addormentati o morti, e si ricordano avventure d’
amore, passate musiche sul palco, o vecchie cose. che rispecchiano il
negativo dentro di voi.

Ciò che siete, significa che avete superato ciò che eravate e se non è così
siete impastati di illusione e di fango.

E’ faticoso cambiare la propria esistenza, o cancellare la propria mente.
Perchè si tende a rimanere ciò che si è.

Se non riuscite ad attuare i vostri piani, è la vostra mente, che produce
negatività tali che vi condiziona in tutto e che è legata al fango e alla
palude e non allo spirito.

Vedete, se l’uomo sapesse vivere queste verità, cambierebbe il mondo e se
invece di inseguire qui e subito sapeste sedervi ed aspettare molte cose si
risolverebbero con amore.

Condividi:

Commenti e Repliche: