Ortoressia: è un disturbo alimentare?

pubblicato in: AltreViste 0

Ortoressia: è un disturbo alimentare?

Quando il mangiare sano diventa un’ossessione

di Antonio Colasanti – 18/06/2016

Ortoressia: è un disturbo alimentare?

Si dice che lappetito vien mangiando, in realtà viene a star digiuno, così diceva il grande Totò.
In questo periodo sta emergendo una nuova sindrome chiamata ortoressia, una sorta di mal percezione
che ancora non può esser ritenuto un disturbo alimentare vero e proprio: certamente è un approccio non corretto all’alimentazione e si sta comunque diffondendo sempre più. Si stima che tre milioni di persone ne soffrano in Italia.

Cos’è l’ortoressia

L ortoressia o ossessione del mangiare sano deriva dal greco orthos che significa corretto e “orexis” che significa appetito.

Questa forma fu identificata dal medico americano Bratman che soffrì personalmente di tale
patologia. Il medico si era reso conto che non era più in grado di gustare alcun alimento senza
sapere come fossero preparati i piatti, con quali ingredienti, con quali dosi e da dove provenissero
le materie prime. Passava molte ore al mercato analizzando le etichette degli alimenti prima di acquistarli.
Spesso lortoressia inizia con un semplice tentativo di migliorare il proprio stato di salute con
lalimentazione, poi si perde il controllo e si diventa dei veri integralisti del piatto.
Gli ortoressici rigidi e perfezionisti arrivano a provare disgusto per alimenti decisamente appetitosi ma che ritengono nocivi alla salute.
Dal punto di vista psicologico queste persone presentano delle caratteristiche particolari come
lessere molto perfezionisti: alla base cè un pensiero di tutto o nulla, che condiziona il loro modo di alimentarsi.
Certamente è saggio essere estremamente attenti a ciò che arriva sulla nostra tavola, selezionando
con attenzione le materie prime in base alla provenienza ed alle proprietà nutrizionali.

Quando l’ortoressia diviene una vera ossessione

Lortoressico programma la sua dieta con giorni di anticipo, rifiuta di ingerire alimenti che
vengano da sacchetti, scatole, bottiglie, barattoli o lattine e si isola dal resto della società e dagli amici.
Lortoressia rappresenta una reale forma di integralismo alimentare che può nascondere vere e
proprie manie nevrotiche e provocare forme di malnutrizione. Naturalmente il limite tra attenzione
ed ossessione è netta e ben definita! Importante è la consapevolezza che il benessere psicofisico
non deriva da un unico modello dietetico ma da un insieme di comportamenti che non si limitano alla sola sfera alimentare.
La scuola medica salernitana nel capitolo disposizioni necessarie per mangiar bene dice:

In ciò ti sarà infallibile maestro, lappetito.

La miglior regola per la nutrizione sta nel tuo palato. Ed ancora il padre della medicina, il grande Ippocrate dice:

È preferibile un cibo anche un pò nocivo ma gradevole ad un cibo indiscutibilmente sano ma sgradevole.

Liberi dalle Ossessioni
Pietro Spagnulo
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__liberi-dalle-ossessioni.php?pn=1567

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments