L’INFLUENZA E IL SIGNIFICATO DEL SUONO SUL CORPO E SULLA MENTE

pubblicato in: AltreViste 0

L’INFLUENZA E IL SIGNIFICATO DEL SUONO SUL CORPO E SULLA MENTE

by Krishna Das

“La giusta intonazione dell’Om-Aum”

Quando ci si muove da toni bassi a toni più alti, attraverso lo spettro del suono, coprendo
un’intera ottava, si toccano 66 punti d’energia emotiva, chiamati Shruthis, e la coscienza si muove
da un’emozione ad un’altra, risvegliando le energie bloccate e convertendole in uno stato di pace.

Nella vita quotidiana ognuno raccoglie sia le energie positive sia quelle negative e le blocca nei
relativi punti Shruthis ma, seppur non a livello cosciente, il blocco di tali energie negative dà
origine a disturbi fisici e psichici (somatizzazioni).

Questi 66 punti di energia sono connessi a note musicali chiamate, nei testi antichi, “SANGITHA
SHASTRA”.

Se questi punti di energia bloccata possono essere toccati per mezzo della musica creata
dall’attento uso delle note, dunque è possibile fare in modo che le persone affette da disturbi
psichici convertano le energie buie in energie di pace, comprendano le cause dei loro problemi e
liberino le loro menti. Questi le aiuterà nell’autorealizzazione e a sviluppare menti più chiare e
forti.

In genere questo risultato non può essere ottenuto solamente sottoponendosi alla musica composta
usando schemi di note prestabiliti secondo una frequenza meccanica.

Infatti è preferibile utilizzare gli schemi fondamentali della musico-terapia, che tiene conto delle
leggi fisiche e di vibrazioni prestabilite degli armonici. Ogni individuo ha invero la propria nota
di base, o DO, che può essere determinata in base al suono della voce, tenendo conto dei vari
livelli emotivi e di coscienza.

Se dunque è possibile creare musica mantenendo questa nota quale tono di base dell’ottava e mettendo
in relazione i punti di energia bloccata sotto forma di note musicali, si può raggiungere la mente e
le sue complessità possono essere sciolte.

Questa musica tradizionale trascendentale indiana chiamata “karnatika” può essere formulata su base
personale, dopo aver analizzato l’effetto delle diverse note sulla persona e sotto la guida di un
esperto maestro di Mantra/Nada Yoga.

Dal momento che la musica può aver effetto sia sul corpo che sulla mente, attraverso questa tecnica
si possono risolvere i problemi fisici, nervosi e mentali in genere.

LA MUSICA TRASCENDENTALE DELL’INDIA

Ha remote origini nel canto Vedico ed è stata tramandata oralmente da maestro a discepolo
conservando intatta la sua essenza fino ad oggi. Essa si basa sull’antico sistema dei Raga.

I RAGA

Esprimono, attraverso l’uso ripetuto di poche note con molte ornamentazioni e glissati, i molteplici
aspetti della natura umana e dei suoi stati d’animo, legati ai diversi momenti della giornata o
dell’anno: le stagioni, la pioggia, il tramonto, l’amore, la tristezza, l’attesa, ecc.

Krishna Das

Krishna Das è maestro di Sitar e di altri strumenti musicali dell’India, tra i quali Surbahar,
Saranghi, Harmonium, ecc.

Molto apprezzato sia in India che in Europa ove tiene stage e concerti per sei mesi all’anno, ha
dedicato la sua vita alla musica in cui sa infondere profondo senso di gioia e di incanto interiore.

Krishna Das è conoscitore ed interprete della cultura Vedica, in grado di trasmettere con la sua
musica le profonde sensazioni di quella antica filosofia di vita. Il maestro Krishna Das, da anni
compone ed incide musica trascendentale, “musica dell’anima” con lo scopo di portare l’ascoltatore
in profondo stato di rilassamento e di meditazione, raggiunti attraverso Mantra e Nada Yoga. Mantra
e Nada Yoga: sono due aspetti dello Yoga che ci informano di tecniche dei suoni e delle vibrazioni
trascendentali, nate in India più di 5000 anni fa dai “Veda”, che sono considerati i padri dello
Yoga.

Questo tipo di pratiche portano all’individuo una condizione ottimale per quanto riguarda
l’equilibrio psicofisico. I suoni trascendentali hanno la capacità di agire sul corpo sottile
dell’essere vivente, in modo particolare dell’essere umano, portandolo a contatto con il proprio sé.

La medicina occidentale ha confermato le molteplici proprietà terapeutiche di questo tipo di
pratiche sonore adottate da Krishna Das, chiamandole con il termine di “musico-terapia”.

Il maestro Krishna Das in vari anni di permanenza in India è stato allievo di grandi maestri
spirituali ed artistici.

In particolare ha ricevuto la sua iniziazione artistica dal grande maestro Pandit Ravi Shankar.

da krishnadas.it/la%20giusta%20intonazione%20dell%27om-aum.htm

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments