Home » AltroBlog » AltreViste » Le Neuroscienze e la Musica

Le Neuroscienze e la Musica

pubblicato in: AltreViste 0
[ 5 minuti di lettura ]

Le Neuroscienze e la Musica

di: Johann Rossi Mason

Aperte le iscrizioni al convegno

Le Neuroscienze e la Musica
si danno appuntamento a Lipsia

La città dove ha vissuto e lavorato J.S. Bach ospiterà, nel maggio prossimo, i lavori del secondo
convegno internazionale organizzata dalla Fondazione Mariani e dedicata alle interazioni tra musica
e cervello. Focus sul passaggio dalla percezione all’esecuzione musicale e cenni sulle tecniche di
musicoterapia

THE NEUROSCIENCES AND MUSIC – II

From perception to performance

Leipzig (Westin Hotel), May 5th-8th, 2005

Dopo il grande successo riscosso due anni fa dal primo appuntamento a Venezia, si terrà a Lipsia dal
5 all’8 maggio 2005, il secondo convegno internazionale dedicato alle neuroscienze e la musica e
alle loro interazioni, organizzato dalla Fondazione Mariani Onlus con la partnership dell’Istituto
Max Planck per le Scienze Cognitive e Cerebrali di Lipsia e la collaborazione della New York Academy
of Sciences, dell’European Society for the Cognitive Sciences of Music (ESCOM) del Belgio, dell’8a
International Conference on Music Perception & Cognition (ICMPC 8) e della Society for Music
Perception and Cognition (SMPC).

La conferenza di Lipsia è il seguito ideale dei due precedenti appuntamenti internazionali dedicati
alle relazioni tra Musica e Neuroscienze a cui la Fondazione ha partecipato a vario titolo. Ovvero
l’incontro dedicato a “The Biological Foundations of Music”, promosso nel maggio del 2000 dalla New
York Academy of Sciences, i cui lavori sono stati, poi, alla base del convegno internazionale
dedicata alle “Neuroscienze e la Musica” organizzato dalla Fondazione a Venezia (San Servolo)
nell’ottobre del 2002.

Il convegno di Venezia, che è stata accolta con vivo entusiasmo dalla comunità scientifica
internazionale, era dedicata alle interazioni tra musica e neuroscienze e alle loro implicazioni
sullo sviluppo delle funzioni cerebrali, ben riflettendo gli interessi della Fondazioni Mariani, che
da sempre si occupa di neurologia pediatrica. Gli atti sono stati pubblicati negli Annals of New
York Academy of Sciences e hanno avuto recensioni molto favorevoli.

Con questi precedenti di successo, visto che in entrambi i campi (neuroscienze e musica) la ricerca
continuamente reperisce nuovi filoni investigativi e conosce oggi un vero e proprio “boom”, la
Fondazione Mariani si propone di organizzare un appuntamento internazionale, dedicato a questi
argomenti, circa una volta ogni due anni, focalizzando i lavori sui temi più interessanti emersi
nelle indagini più recenti.

Il programma della conferenza di Lipsia è stato elaborato dal Comitato Organizzatore internazionale
così composto: Eckart Altenmüller, University for Music and Drama, Hannover; Giuliano Avanzini,
Istituto Nazionale Neurologico “C. Besta”, Milano; Angela D. Friederici e Stefan Koelsch, Max Planck
Institute for Human Cognitive and Brain Sciences, Lipsia; Maria Majno, Fondazione Pierfranco e Luisa
Mariani, Milano; Christo Pantev, Institute for Biomagnetism and Biosignalanalysis, Münster
University Hospital- con il prezioso consiglio di due Scientific Advisors – Isabelle Peretz del
Dipartimanto di Psicologia dell’Università di Montreal e Robert J. Zatorre del Montreal Neurological
Institute and McGill University, riconosciuti come le massime autorità scientifiche in questo
settore – e con il supporto della segreteria scientifica nella persona della d.ssa Luisa Lopez,
neuropsichiatria infantile presso l’Università di Roma Tor Vergata, sede di Grottaferrata

Tema principale del congresso sarà, quindi, il passaggio dalla “Percezione alla Performance”,
l’esecuzione musicale nelle sue varie componenti. Quattro tra i maggiori specialisti della materia
introdurranno i lavori con altrettanti Workshops propedeutici (il 5 maggio 2005 nel pomeriggio) con
l’obiettivo di fare il punto in modo introduttivo sulle ipotesi attuali, gli strumenti di indagine
per comprenderne il progresso, e i risultati ormai acquisiti.

Sono previste, inoltre, sette sessioni di approfondimento e numerose presentazioni che rifletteranno
tutto il panorama della ricerca internazionale (dal 6 all’8 maggio). Inoltre, per mettere in luce
l’aspetto più dinamico delle attività, alle figure più rappresentative e affermate della comunità
dei ricercatori è stato chiesto di partecipare come moderatori delle varie sessioni e di indicare
invece gli scienziati più giovani e promettenti dei loro laboratori per presentare lo stato dei
lavori in corso. E’ stata anche prevista un’ampia sessione dedicata ai vari “poster” selezionati
dalla segreteria scientifica del congresso e verrà riservato considerevole spazio alla discussione
sui temi emersi e alle loro prospettive future.

Infine, i temi e gli interventi dedicati alla “musicoterapia” lasciati volontariamente ai margini
della discussione a Venezia saranno valorizzati con la presentazione di recenti risultati “pratici”
raggiunti dove questi metodi sono applicati con successo da svariati anni.

La sede di Lipsia è stata scelta sia perché ospita una delle più antiche università europee (fondata
nel 1409) e il Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences, sia perché rimane una
città musicale “per definizione”: a Lipsia ha vissuto e lavorato Johann Sebastian Bach e i lavori
del convegno si terranno negli stessi giorni del grande Festival Bach della primavera 2005.

Le iscrizioni al congresso potranno essere effettuate a partire dal 1° ottobre sul sito della
Fondazione www.fondazione-mariani.org, dove è anche consultabile il programma preliminare.

Gli interessati, scrivendo a neuromusic@fondazione-mariani.org, potranno chiedere di entrare nella
mailing list del convegno, per ricevere il programma a stampa e i relativi aggiornamenti.

La Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani ONLUS

Durante i suoi vent’anni di attività, attraverso l’organizzazione di corsi annuali di aggiornamento
e seminari di alta specializzazione, è diventata un fondamentale punto di riferimento per la ricerca
neurologica, la formazione e la maturazione professionale di coloro che si occupano di malattie
neuropsichiatriche infantili. Oggi la Fondazione si è data un ulteriore obiettivo: comunicare al
vasto pubblico, attraverso i media, le novità e tutto ciò che possa portare beneficio alla lotta
contro le malattie neurologiche infantili. La Fondazione opera in appoggio a numerosi istituti
scientifici e assistenziali attraverso un’azione complementare (e non sostitutiva) rispetto a quella
delle strutture pubbliche con cui collabora. Lo statuto della Fondazione prevede l’intervento in
quattro settori: assistenza, formazione, ricerca e cooperazione internazionale.
www.fondazione-mariani.org

Per ulteriori informazioni:

Massimo Pizzo
Mobil: +39 335 6929897
Fax: +39 02 70030815
E-mail: massimo@insintesi.it

Valeria Basilico
Conference Coordinator Fondazione Mariani Onlus
Mobil: +39 02 795458
Fax: +39 02 76009582
E-mail: neuromusic@fondazione-mariani.org

Johann Rossi Mason
E-mail: jobres@ecplanet.com

Condividi:

Lascia un Commento: