Le dinamiche delle anime collettive

pubblicato in: AltreViste 0

Le dinamiche delle anime collettive

I regni minerale, vegetale, ed animale, rappresentano i corpi di manifestazione materiale o forme fisiche, di corrispondenti anime di gruppo.
Osserviamo ad esempio, come nel regno minerale si trovino una grande varietà di forme: pietre,
cristalli, metalli ecc. Ebbene, in ognuno di questi gruppi minerali, nei piani sottili, troviamo una vita elementare, un piccolo essere che vive, sperimenta, ed evolve.

La vita procede sempre da un piano elevato, denominato Piano Monádico: da quel livello discende
un piccolo avamposto di Vita e Coscienza, che arrivando ai piani inferiori/materiali, si introduce
in un involucro fisico, di tipo minerale, vegetale o animale. È lo Spirito quindi che discendendo dallalto, si infonde nella materia, per dotarla di vita.

Si può dire che ogni gruppo determinato di minerali prendiamo ad esempio quello dei diamanti
contenga nei piani superiori una Anima di Gruppo (non unanima individuale come quella degli
uomini), la quale sperimenta e raccoglie tutte le esperienze, per poi assimilarle. In quel modo si
arricchisce ed evolve, in modo che tutti i diamanti nel loro complesso, in gruppo appunto, evolvano verso un certo determinato archetipo speciale.

Si può dire che lametista, il ferro, loro, il quarzo, ecc. abbiano ognuno la loro rispettiva anima
di gruppo, la quale perfezionandosi sempre più, evolve verso realizzazioni sempre più complesse ed
armoniose. Questo processo avviene come risposta a stimoli ambientali esterni. Da immemorabili età,
infatti, le particelle di materia vivente, continuano a dare irrefutabile prova di rispondere da
dentro, agli stimoli esterni. I terremoti, le eruzioni, i processi di erosione ecc. hanno come
scopo, quello di provocare questa risposta da parte delle anime collettive, che abitano il regno
minerale. Ogni minerale contiene dunque al suo interno un potere, una forza, una vita spirituale,
dormiente ma latente, che è a sua volta in grado di influenzare lambiente circostante: alle pietre vengono infatti attribuite proprietà curative o benefiche.

In generale, si può dire che levoluzione della materia cominci sempre dagli elementi più semplici,
per arrivare poi ai più complessi, costruendo man mano corpi di manifestazione sempre più nobili e
perfetti. Questa è lEvoluzione: una forza soggettiva che colpisce efficacemente il corpo o linvolucro di manifestazione fisica o obiettiva.

Quando lanima collettiva di un gruppo minerale tra i più avanzati, come ad esempio quella del
diamante, arriva al suo apogeo evolutivo, sente la necessità imperiosa di proseguire la propria
evoluzione, verso forme di vita e di coscienza più complesse. Utilizzando la radioattività come
porta di trasmigrazione spirituale, entra allora in una delle più semplici varietà del regno
vegetale (per esempio la muffa), compiendo così il passo dal regno minerale al regno vegetale, ed incominciando un nuovo e più ampio pellegrinaggio evolutivo, nel regno vegetale.

In questo regno esiste una grande ed evidente varietà evolutiva: la si può notare, considerando la
differenza che cè tra un semplice filo derba ed una bellissima pianta di rovere, tra un fungo e la
bellezza inaudita di una rosa. Il livello evolutivo di tale regno, lo si può riscontrare anche
considerando la nota, quanto misteriosa sensibilità naturale delle piante alla luce solare,
allumidità, al caldo e al freddo. Ultimamente si sta anche studiando la risposta dei vegetali alla
musica, alla vibrazione del suono ed agli effluvi di affetto delle persone. Come si può ancora
dubitare del fatto che le piante abbiano o no unanima? Ovunque ci sia vita, evoluzione e movimento
sensibile, cè anima; certamente non unanima individuale come quella umana, bensì uninvisibile natura spirituale che le mantiene vitali.

Dal punto di vista esoterico, il regno vegetale è quello che ha raggiunto il maggiore grado di
evoluzione o perfezione: con le piante è infatti possibile curare praticamente tutto, mentre il loro
profumo è capace di elevarci spiritualmente o addirittura di purificare uno spazio a livello astrale, come ad esempio nel caso del sandalo.

Lo stesso processo di trasmigrazione spirituale descritto per i minerali verso il regno vegetale,
avviene anche per il regno vegetale, verso il regno animale. Così quando lanima di gruppo di una
certa specie vegetale, raggiunge il suo livello massimo di evoluzione nel regno di appartenenza,
sente un impellente richiamo verso forme più complesse, come sono quelle animali.

Se avessimo visione eterica o astrale, potremmo vedere come dentro, ma anche intorno ad ogni
minerale, vegetale o animale, esistano esseri invisibili chiamati elementali, che si occupano di
curare rocce, piante ed animali. Essi sono gli gnomi e gli elfi del bosco, le ondine e nereidi
dellacqua, i silfi e le silfidi dellaria, e le salamandre del fuoco. Benché queste affermazioni
sembrino un po caricaturali e persino infantili, a questo proposito bisogna dire, che la realtà in questo caso supera di molto limmaginazione.

Gli elementali sono i lavoratori che si prendono cura della natura, ma non ne sono i padroni; essi
sono infatti subordinati a Gerarchie Spirituali molto più elevate, come gli Angeli, gli Arcangeli,
le Potestà, i Cherubini, i Serafini, ecc. i quali sono i veri responsabili della Creazione dellUniverso.

Fonte: fisicaquantistica.it

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments