La Tecnica dell’OM 2

pubblicato in: AltreViste 0

La Tecnica dell’OM 2

(di Paramahansa Yogananda)

– Parte seconda –

Questa e’ la seconda parte della lezione, sulla “Tecnica dell’OM”, che Yogananda insegna, nelle dispense della Self Realization Fellowship (Grado II – Lezione 30).

Ogni Guru ha guidato, in India, i Suoi “chela” (discepoli) alla diretta conoscenza di Dio.

Non gia’ inteso come un principio teorico e distante, ma come il “sobbollire caldo e bruciante” di un Sangue Cosmico, che – fremendo nelle vene di ogni particella universale – canta un Suono; il Suo Suono. La musica di OM.

Le preghiere cattoliche si riferiscono a questo misterioso serpeggiare della Presenza Musicale di Dio, nell’ovunque, terminando la loro invocazione con la parola “Amen”.

Dio, quindi, e’ vicino a noi. Ed e’ letteralmente vero che abita in ogni corpuscolo infinitamente piccolo, e maestosamente galattico, della vita

E’ in noi, fuori di noi, dietro di noi e davanti a noi.

E’ – come dice un detto hindu’ -:

“.Piu’ vicino a te, delle tue mani e dei tuoi piedi.”

Ma, la sua presenza – quanto quella di un’incantevole sirena, a cui nessuno puo’ e potra’ mai resistere – e’ accompagnata dalla Sua Voce, indicibilmente melodiosa.

Ne parla Giovanni, nel suo Vangelo, quando ci indica la presenza del “Verbo”.

Ne parla Krishna, nella Bhagavad Gita, quando afferma che il Logos si manifesta nell’AUM infinito.

Ne parla Pitagora, quando insegna e indica la sua “Musica delle Sfere”.

Questa lezione vi offrira’ il capo di una corda magica.

Se l’afferrerete, e praticherete il principio della mistica ricerca sperimentale, nella quale essa vi incanala, indubbiamente non potrete fallire l’incontro con Dio.

Cio’ e’ avvenuto nei templi sacri dell’India e dell’oriente tradizionale.

A quel punto, sarete voi a “donare”Dio al mondo!

Perche’, questo che vi proponiamo, e’ l’unico metodo millenario, per realizzare Iddio, in noi!

Nella prossima terza parte – conclusiva – Yogananda insegna “l’atteggiamento meditativo e tecnico” per praticare “l’ascolto” dell’OM sacro.

Dio vi benedica, amici miei cari. E, con voi, protegga la vostra famiglia intera ed i vostri figli!

(Guido)

°°°

*La Tecnica dell’Om * (parte seconda)

Il Suono Cosmico e’ onnipresente. Chiunque vi si armonizzi vedra’ la propria coscienza espandersi e tramutarsi in coscienza onnipresente. E tale armonia non provoca uno stato di inconsapevolezza, ma la dilatazione dell’io.

Quando vi sarete, per un attimo, slegati dall’identificazione con la vostra personalita’, realizzerete che l’oceano cosmico della Coscienza di Dio e l’ onda della vostra essenza saranno unite ed unificate dall’OM.

L’acqua salata, sigillata in una bottiglia, non tocca l’oceano, benche’ vi galleggi sopra; cosi’, l’anima, che e’ un riflesso dello Spirito, si trova racchiusa in questo corpo, piombata dal tappo dell’ignoranza, e le e’ impossibile creare un rapporto con Dio, benche’ stia vivendo nell’oceano della Sua presenza.

Quando si stura il contenitore, l’acqua salata che esso contiene all’interno si fonde con quella del mare; nello stesso modo, la consapevolezza di OM toglie il tappo dell’ignoranza alla bottiglia della coscienza umana, e questa, [che era] imprigionata nel corpo, si libera, unendosi, finalmente, al mare della Coscienza Cosmica.

Se soffiaste in una conchiglia marina, all’interno di una casa, ne ascoltereste il suono, mentre si espande in ogni parte della stessa, poiche’ le sue vibrazioni viaggiano come una sfera in espansione.

OM e’ la vibrazione peculiare del Cosmo; e, se giungerete ad armonizzarvi con essa, la vostra consapevolezza iniziera’ ad espandersi, sino a comprendere la coscienza di ogni atomo dello spazio, nella sua intera gamma vibratoria.

OM rappresenta il ponte che unisce la coscienza umana alla Coscienza Cosmica.

Percepire il suono solamente una, o due volte, nel periodo di vari anni, non e’ sufficiente. Grazie alla pratica della tecnica insegnata in questa lezione – e di altre piu’ elevate – e con l’aiuto del vostro Guru, dovrete dedicarvi all’apprendimento di questa tecnica, sino a quando riuscirete a porvi in contatto con il Suono Cosmico che vibra nello spazio.

All’inizio, OM sara’ solo un suono, che dara’ conforto.

Ma, lo studente avanzato percepira’ il suono di OM, come “vita intera”.

Riuscirete, allora, a sentire la nota di OM nei vasti continenti, nelle ampie sfere dello spazio.

Riuscirete ad avvertire la rotazione della terra e dei pianeti, nello spazio; e potrete sentire i milioni di passi che calcano la terra – che identificherete nel vostro stesso corpo.

Potrete, ancora, intravedere i pianeti ed i sistemi stellari, mentre brillano come dei diamanti, nel vostro infinito organismo dello spazio.

* Periodo di preghiera *

Tappando le orecchie con i pollici, impedite l’ingresso di ogni suono esterno, e iniziate a compiere tre azioni:

Mantenete la visione interiore concentrata mentalmente nel centro del Terzo Occhio, situato tra le sopracciglia;

Cantate mentalmente OM; e

Ascoltate attentamente nell’orecchio “destro” (dove esiste un forte flusso di energia, e dove vi abituerete a captare i suoni).

Quando gli occhi si saranno stabilizzati e quietati potrete scorgere una luce; pero’, e’ piu’ importante che percepiate i suoni astrali dei centri cerebro-spinali, o il suono di OM.

Quando avrete sigillato le orecchie, eliminando ogni suono fisico esterno (il rumore delle auto, della gente che parla, ecc..) ascolterete, allora, i potenti battiti del cuore. Fatevi attenzione, sino a che essi cesseranno; subito dopo, ascoltate, uno per uno, i diversi suoni che sopravvengono, concentrandovi su uno di essi alla volta.

Appena avrete notato che i battiti del cuore, o la pulsazione della circolazione sanguigna sono cessati, percepirete, probabilmente, la musica astrale dei centri spinali.

Probabilmente, all’inizio, udirete il ronzio di un’ape; dopo, il suono di un flauto; e, ancora, di un’arpa, come se fosse suonata dolcemente in lontananza. Si tratta dell’arpa della celestiale musica astrale.

Infine, e’ possibile che percepiate un suono simile a quello di un’enorme campana, o di un profondo gong.

Ed infine, il grande suono avvolgente di OM, come un mare assordante, come il suono di numerose acque.

Appena sarete riusciti a percepire il canto dell’OM, cercate di escludere ogni altro suono; concentratevi in quello di OM; unificatevi ad esso.

Ma, se non riuscite a cogliere la musica di OM, ascoltate con l’orecchio destro un suono alla volta, sia che si tratti di una vibrazione fisica, che astrale; fino a quando non realizzerete la nota dell’OM.

Quando vi riuscirete, non sara’ piu’ necessario che facciate attenzione ai suoni astrali.

Dio e’ questo Suono Cosmico.

E quando percepirete il grande suono dell’universo, sara’ quello il momento in cui dovrete pregare.

Domandate, in quel momento, a Dio che realizzi ogni vostro desiderio piu’ profondo, e realizzerete che Egli risponde alla preghera della vostra anima.

La vostra mente e’ simile ad un apparecchio trasmittente; ma, questo microfono e’ scomposto. Si e’ rotto, a causa dei colpi continui, ricevuti dalla vostra inquietudine.

La tecnica di concentrazione e di meditazione della Self Realization Fellowship vi insegnera’ ad armonizzare il vostro triplice corpo, la vostra mente e la vostra anima con Dio, in modo permanente; affinche’ riusciate a ricevere da Lui le sue vibrazioni benefiche, che vi aiuteranno nelle vostre necessita’ fisiche, economiche, mentali e spirituali.

Una volta che avrete saputo come riparare l’inquieto microfono della vostra mente, tramite la meditazione, potrete trasmettere a Dio il vostro S.O.S. (domanda di soccorso), sino a che otterrete in modo cosciente la Sua risposta.

Dovrete trasmettere con persistenza insistente ed incessante la richiesta della vostra anima, fino a che Dio vi risponda, avvalendosi dell’estasi spirituale, e di un crescente delizia gioiosa.

Allora, chiedete che vi si concedano gli aneliti legittimi a cui tendete.

La maggioranza delle persone hanno delle ispirazioni incerte; inspirazioni di origine subconscia. Ma, coloro che hanno preso contatto con il suono di OM, ottengono la propria ispirazione dalla Supercoscienza illimitata, che viene guidata da Dio.

Prima di scrivere, o di iniziare un’impresa importante, sia materiale che spirituale, applicatevi all’ascolto del suono cosmico di OM, e fondetevi con esso.

Quando vi sentirete saturi della felicita’ che infonde questa guida cosmica, pregate:

” Ragionero’, esercitero’ la mia volonta’, ed entrero’ in azione; pero’, guida Tu, Suono Cosmico, la mia ragione, la mia volonta’ e la mia azione, perche’ io possa procedere in modo corretto”.

(continua)

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments