LA RICERCA MOSTRA CHE I DUE EMISFERI DEL CERVELLO SOSTENGONO DELLE INTELLIGENZE EMOTIVE SEPARATE

pubblicato in: AltreViste 0

LA RICERCA MOSTRA CHE I DUE EMISFERI DEL CERVELLO SOSTENGONO DELLE INTELLIGENZE EMOTIVE SEPARATE

di Steve Klein

Depressione? Non è in tutta la vostra testa. È soltanto in metà della vostra testa. E stimolare
l’altra metà potrebbe migliorare il vostro stato d’animo. Queste scoperte sono state fatte grazie ad
una ricerca in corso, condotta dal Dr. Fredric Schiffer dell’ospedale McLean di Belmont, Mass. e dal
Dipartimento di neurologia e psichiatria alla Harvard Medical School di Boston. Il Dr. Schiffer
lavorando con dei ricercatori di altri istituti, ha sviluppato una teoria, diversi anni fa, secondo
la quale ogni metà di un cervello sano ospita un’intelligenza emotiva diversa. Ha costruito la sua
teoria suscitando delle risposte emotive positive da pazienti depressi, restringendo i loro stimoli
visivi ad un solo emisfero. Ha dotato i pazienti d’occhiali protettivi che restringevano i loro
impulsi visivi al campo visivo destro, dirigendo gli stimoli all’emisfero sinistro del cervello
poiché gli impulsi visivi viaggiano soprattutto verso la parte opposta del cervello. I pazienti di
Schiffer hanno riferito di sentirsi meglio quando gli stimoli visivi venivano diretti principalmente
al loro emisfero sinistro, indicando che l’emisfero destro stava funzionando in maniera anormale. Il
Dr. Schiffer e i suoi colleghi hanno sviluppato un metodo per stimolare il cervello usando dei campi
elettromagnetici.

Secondo Schiffer, lo stato d’animo di pazienti intensamente depressi è migliorato quando i loro
emisferi sinistri sono stati trattati con la stimolazione di un campo elettromagnetico più potente.
Tuttavia Schiffer e i suoi colleghi hanno annunciato che la stimolazione del campo visivo sinistro e
destro può spesso evocare differenti risposte psicologiche (positive o negative) in un dato
paziente. Alcuni hanno avuto dei miglioramenti guardando a sinistra, mentre altri li hanno avuti
guardando a destra. Questo nuovo strumento di ricerca per la cura della depressione e di altre
malattie neuropsichiatriche viene chiamato T.M.S., Transcranial Magnetic Stimulation (N.d.T.:
stimolazione magnetica transcraniale). La T.M.S. è una terapia sperimentale relativamente sicura,
indolore, pratica per pazienti che sono depressi. È molto efficace in alcuni pazienti, ma per una
percentuale significativa di pazienti non è utile. Per concludere, altre metodologie sono
attualmente utilizzate nella ricerca, per dare ai dottori e agli scienziati nuovi modi di predire
quando un emisfero del cervello può dominare l’altro nelle persone che soffrono di malattie come la
depressione. La ricerca suggerisce anche che, in una persona che gode di buona salute, gli emisferi
del cervello lavorano insieme in armonia.

Per leggere il testo del rapporto, andate al sito Web di Neuropsychiatry, Neuropsychology, and
Behavioral Neurology (N.d.T.: Neuropsichiatria, Neuropsicologia e Neurologia) all’indirizzo:
www.neuneubeneu.com, quindi digitate le parole “dual brain” nella quick search box.

Condividi:

Lascia un Commento: