La musicoterapia: un nuovo strumento di comunicazione non verbale

pubblicato in: AltreViste 0

La musicoterapia: un nuovo strumento di comunicazione non verbale

Autore: Giacinta Staffieri

Data: 26 maggio 2009

La musica come terapia

LA MUSICOTERAPIA Luso della musica a scopi terapeutici è documentato in numerose civiltà dal
mondo antico ad oggi, prevalentemente allinterno di un modello di pensiero magico-religioso o
sciamanico. La musicoterapia è una vera e propria tecnica che utilizza la musica come strumento
curativo, grazie ad un impiego razionale dellelemento sonoro. Oggi vi sono diversi approcci alla
musicoterapia, diverse metodologie, che hanno prodotto diverse musicoterapie, con un ampio spettro
che va da quello pedagogico, a quello psicoterapeutico a quello psicoacustico. È utilizzata per
intervenire a livello educativo, riabilitativo o terapeutico, in una varietà di condizioni
patologiche e parafisiologiche. La musicoterapia è, dunque, un nuovo strumento di comunicazione,
pertanto le persone che si sottopongono a tale terapia utilizzano la musica o il suono come
strumento di comunicazione non-verbale. La World Federation of Music Therapy nel 1996 dava la
seguente definizione: «La musicoterapia è luso della musica e/o degli elementi musicali (suono,
ritmo, melodia e armonia) da parte di un musicoterapia qualificato, con un utente o un gruppo, in un
processo atto a facilitare e favorire la comunicazione, la relazione, lapprendimento, la motricità,
lespressione, lorganizzazione e altri rilevanti obiettivi terapeutici al fine di soddisfare le
necessità fisiche, emozionali, mentali, sociali e cognitive. La musicoterapia mira a sviluppare le
funzioni potenziali e/o residue dellindividuo in modo tale che questi possa meglio realizzare
lintegrazione intra- e interpersonale e consequenzialmente possa migliorare la qualità della vita
grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico». Mentre Roland Omar Benenzon, autore e
docente argentino di musicoterapia, diceva che: «Da un punto di vista scientifico, la musicoterapia
è un ramo della scienza che tratta lo studio e la ricerca del complesso suono-uomo, sia il suono
musicale o no, per scoprire gli elementi diagnostici e i metodi terapeutici ad esso inerenti. Da un
punto di vista terapeutico, la musicoterapia è una disciplina paramedica che usa il suono, la musica
e il movimento per produrre effetti regressivi e per aprire canali di comunicazione che ci mettano
in grado di iniziare il processo di preparazione e di recupero del paziente per la società».

I PRINCIPI E I CAMPI DAPPLICAZIONE I principi base della pratica musicoterapeutica sono: il
paziente è parte attiva della terapia; la centralità del rapporto di fiducia e laccettazione
incondizionata rispetto al paziente; ladattamento e la personalizzazione della tecnica volta per
volta; scambio reciproco di proposte tra paziente e musicoterapeuta. La musica dà alla persona
malata la possibilità di esprimere e percepire le proprie emozioni, di mostrare o comunicare i
propri sentimenti o stati danimo attraverso il linguaggio non-verbale. La musicoterapia può essere
utilizzata a vari livelli, quali linsegnamento, la riabilitazione o la terapia. Per quanto riguarda
la terapia e la riabilitazione, gli ambiti di intervento riguardano preminentemente la neurologia e
la psichiatria; autismo infantile; ritardo mentale; disabilità motorie morbo di Alzheimer ed altre
demenze; psicosi; disturbi dellumore; disturbi somatoformi (in particolare sindromi da dolore cronico);disturbi del comportamento alimentare (anoressia nervosa).

© 2009, ContattoNews.it. All rights reserved.

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments