La Fisiologia Olistica del Corpo Umano

pubblicato in: AltreViste 0

La Fisiologia Olistica del Corpo Umano

La correlazione definitiva tra meridiani, muscoli e organi

di Diego Sangiorgio

>> http://goo.gl/jp1V9b

Finalmente alla portata di tutti gli studi scientifici che svelano il mistero dei canali energetici nel corpo umano.
In appendice le tavole con gli esercizi muscolari per il riequilibrio globale dellorganismo.

Tutte le prove e studi scientifici che mostrano la correlazione tra le fasce aponeurotiche del corpo e i meridiani della medicina tradizionale cinese.

Grazie al lavoro certosino dellautore, tutti potranno comprendere e meravigliarsi per la
stupefacente coerenza con cui il corpo umano disegna se stesso in base alla distribuzione dei canali energetici descritti in millenni di medicina energetica.

Sarà per tutti piacevole rendersi conto che è possibile utilizzare i dettami della medicina
tradizionale cinese per fare trattamento olistico e riabilitazione osteo-articolare contemporaneamente.

Questo testo fornisce strumenti teorici ma soprattutto pratici per tutti quei terapisti, personal
trainer, insegnanti yoga, e terapeuti energetici che hanno deciso di rendere unico e personale, ma
soprattutto scientifico il loro lavoro di sostegno agli altri. Tutti potranno provare e capire
lefficacia sul corpo del lavoro con le energie sottili. Ma ancora di più, tutti potranno capire lefficacia sulla propria dimensione sottile del lavoro con il corpo muscolare.

Il libro che pone definitivamente il concetto di meridiani all’interno della scienza medica ufficiale.

In appendice tutti gli esercizi muscolari per riattivare il proprio corpo denso e sottile: lunione di meridiani, muscoli ed organi proprio come in origine erano stati pensati.

Prefazione di Maurizio Forza

Se Maometto non va alla montagna, per quanto mi riguarda, significa solo che si deve trovare un altro modo di far verificare a lui cosa ci sia sulla cima.

E questo ciò che dovrebbe essere il nuovo paradigma della scienza: dare risposte sempre più semplici
a problemi sempre più complessi. Continuare a ricercare soluzioni, metodiche, macchinari, composti
chimici sempre più elaborati e articolati non fa altro che spostare l’attenzione delle persone dalla radice del problema: perché ci ammaliamo?

Una volta compresa la semplice perfezione del corpo umano, diventerà automaticamente disponibile l’applicazione pratica di tutto il resto.

Da qui si può capire l’importanza del lavoro di Diego: dopo anni di studi di fisioterapia,
osteopatia, medicina olistica, Leggi Biologiche, quello che un bel giorno abbiamo compreso è che non
ha senso continuare a ricercare soluzioni esterne a noi, quando non stiamo sfruttando nemmeno tutta la fisiologia ed anatomia del nostro corpo.

Sì, perché è di anatomia e di fisiologia che stiamo parlando: il mistero dei meridiani del corpo
umano è un mistero solo se non ci si prende la briga di studiare quanto la scienza oramai sta dichiarando a gran voce.

Io ho solo avuto la fortuna di intuire come i meridiani, derivanti dall’esperienza delle
fluttuazioni quantistiche al di fuori del loro esistere solo in forma di idea, fossero una necessità
fisica, prima ancora che anatomica o energetica, per consentire la stabilità della materia biologica.

Così un giorno, in preda agli effetti del vinerol, ho chiesto a Diego: te la senti di provare a
vedere se davvero i collegamenti anatomici rispettano quanto fino ad oggi si racconta in campo di
meridiani? Del resto devi solo verificare il nesso tra 6000 anni di storia e 2000 di medicina…

E questo suo libro è il risultato: uno studio attento e meticoloso che mostra la semplicità stupefacente del corpo umano.

Anche solo un semplice esercizio fisico potrà permettere a tutti di modificare in modo consapevole e
coscienziale il proprio corpo, la propria mente e, in ultima analisi, il proprio spirito.

Nulla può sfuggire al dominio dell’essere umano che si risveglia come padrone di se stesso: d’ora in avanti il metro di evoluzione sarà comprendere, accettare e praticare.

Grazie a Diego per la sua disponibilità a condividere con tutti noi una metodica di lavoro che più
semplice non poteva essere: muovere il corpo significa muovere tutto ciò che ha permesso al corpo di esistere.

Muovere la biologia per muovere lo spirito: da oggi anche pratiche come lo yoga entrano di diritto nel reame della vera e propria terapia biologica.

Grazie davvero per questa possibilità di evoluzione in più.

Maurizio Forza

Estratto dal libro

Siamo riusciti a spiegare il perché la chinesiologia applicata relaziona i meridiani a degli organi
e muscoli con un senso evoluzionistico sensato. A tutto ci deve essere un senso biologico e creazionale e siamo riusciti ad evidenziarlo nel corso delle pagine.

Questo deve essere il punto di partenza per creare una nuova fisiologia olistica. Da ora in avanti
non possiamo più avere un approccio semplicistico, segmentarlo e sintomatologico del nostro corpo.
Chiediamoci sempre il perché di ciò che sentiamo o succede nel nostro corpo, non spaventiamoci mai perché a tutto c’è un senso.

Il nostro corpo deve agire da TRADUTTORE del nostro vivere: deve farci capire in modo fisico e sintomatologico quello che è stato vissuto tramite la nostra personalità.

Se i sintomi fossero delle “patologie” a sé stanti, dovremmo avere a parità di condizioni esterne al
nostro corpo, le stesse evidenze fisiche. Ma sappiamo che per esempio non tutti i giocatori di
calcio arrivano ad avere dolori muscolari identici, nello stesso momento, a parità di condizioni. Perché questo?

Nella mia formazione ho studiato che l’anatomia dell’uomo e la fisiologia sono una sola, giusto?
Perché allora non abbiamo tutti gli stessi sintomi? Perché cambia l’approccio davanti ad
un’esperienza in base alla propria personalità. Questo è tutto l’aspetto emotivo-biologico presentato nei suoi numerosi libri dal dott. Hamer.

Guardare solo il sintomo è come fermarsi all’apparenza di una persona che vediamo per la prima volta: sviscerate il sapere, siate golosi di andare sempre oltre.

Diego Sangiorgio

Indice

Ringraziamenti

Prefazione

Introduzione

Capitolo I – Organizzazione del midollo spinale per le funzione motorie

Il cervello: lelaboratore dei movimenti
Area premotoria
Area motoria frontale
Trasmissione dei segnali dalla corteccia motoria ai muscoli
Ruolo del tronco encefalico nel movimento
Cervelletto e nuclei della base nel controllo motorio
Nuclei della base
Capitolo II – Il cervello: lelaboratore dei movimenti

Ritmo circadiano
Capitolo III – I cicli biologici e la medicina di hamer

Ritmo circadiano e agopuntura
Capitolo IV – Meridiani e chinesiologia appicata

Meridiani e agopuntura
Il sistema vascolare primo
Capitolo V – Sviluppo embriologico: il secondo strato

Tensegrità
Miofibroblasti
Struttura nellultravioletto
Capitolo VI – Catene miofasciali di Myers

Linea superficiale posteriore
Linea superficiale frontale
Linea laterale
Linea spirale
Linee del braccio
Linea profonda frontale
Capitolo VII – Meridiani-muscoli-organi: la correlazione

Capitolo VIII – Muscoli e meridiani

Polmone
Intestino crasso
Stomaco
Milza/pancreas
Cuore
Intestino tenue
Vescica
Rene
Maestro del cuore
Triplice riscaldatore
Cistifellea
Fegato
Capitolo IX – Nuova visione delle catene muscolari

Lavoro pratico
Conclusioni
Bibliografia

La Fisiologia Olistica del Corpo Umano – Libro >> http://goo.gl/jp1V9b La correlazione definitiva tra meridiani, muscoli e organi
Diego Sangiorgio
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-fisiologia-olistica-del-corpo-umano-libro.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments