LA a 432 Hz (come il famoso LA Verdiano)

pubblicato in: AltreViste 0

LA a 432 Hz (come il famoso LA Verdiano)

Cimatica -> Il tuono nucleare

“Esiste un punto in cui larmonia musicale e quella spirituale convergono” (Pitagora, La Musica delle Sfere)

Alcune altre informazioni e riflessioni sul tema “LA a 432 Hz” dedicate e offerte a tutti i liberi
pensatori e ricercatori della Verità e in particolare a cantanti, musicisti e semplici estimatori
della buona, armoniosa musica e comunque, a chi “ha orecchio” per percepire …ed intendere.

Domanda aperta rivolta a tutti i conoscitori di una qualche risposta: Grazie in anticipo a chi è in grado e vorrà rispondere.

1) Conosciamo quale intonazione (quale frequenza del LA) hanno usato i vari compositori classici realizzando le loro opere?

2) I vari direttori d’orchestra, specie dal 1800 fino al 1900 – ancor più dal 1939 in cui fu
stabilito il LA a 440 Hz – in base a quale criterio possono aver riprodotto fedelmente una qualsiasi
opera classica senza conoscerne con esattezza l’intonazione originale visto che la scoperta e la misurazione delle frequenze risale soltanto attorno al 1890?

Heinrich Rudolf Hertz (Amburgo, 22 febbraio 1857 Bonn, 1º gennaio 1894) è stato un fisico tedesco.
Per primo dimostrò l’esistenza delle onde elettromagnetiche con un apparato di sua costruzione, il
dipolo hertziano, in grado di emettere onde radio. In suo onore, nel sistema internazionale la
frequenza è misurata in hertz (ndr numero di cicli per secondo: all’incirca nr. di onde di vibrazione per secondo) (http://it.wikipedia.org/wiki/Heinrich_Rudolf_Hertz )

Altra considerazione: Il DO centrale del pianoforte intonato sul LA a 440 hz è 261,626 Hz mentre lo
stesso DO intonato sul LA a 432 Hz è 256 Hz che è multiplo di 8 (x 32 = 256) che è la frequenza base della Terra.

Interessante e abbondante materiale reperibile su Google per la ricerca di “LA VERDIANO” tra cui: IL RITORNO AL LA VERDIANO: [youtube http://youtube.com/w/?v=m4l_PgMc-9k]

“…Giuseppe Verdi, nel 1884, propose in una lettera alla Commissione Musicale del governo italiano
l’adozione del diapason scientifico (Do=256 Hz, corrispondente al La=432 Hz) per il bene dei
cantanti e dell’interpretazione musicale, e chiese a “tutto il mondo musicale” di adottare questa
accordatura, visto che “la musica è un linguaggio universale, perché dunque la nota che ha nome La a
Parigi dovrebbe essere un Si bemolle a Roma?” Giuseppe Verdi si rifiutò di dirigere una sua opera,
la Forza del Destino, a Napoli perché l’orchestra era accordata al La=450, come lo è in molti teatri lirici odierni, ad esempio Salisburgo, Berlino e Firenze,….”

E ANCHE: http://www.movisol.org/cappuccilli.htm – “Con il La verdiano (La = 432 Hz) è tutta
un’altra cosa” lo afferma Piero Cappuccilli, grande baritono verdiano alla prima conferenza sul diapason scientifico tenuta dallo Schiller Institute alla Casa Verdi di Milano.

“…Nel 1988 partecipò, insieme a Renata Tebaldi, alla prima conferenza internazionale dello
Schiller Institut per tornare al La verdiano, o diapason scientifico, ovvero quel La=432 Hz che
Verdi stesso volle per decreto nel 1884 e da cui si sono allontanate negli anni tutte le orchestre
liriche, imponendo un’accordatura alta (La=448 Hz a Berlino, Salisburgo e Firenze) che è tra le responsabili della carenza di voci verdiane…”

Musica coerente con intonazione a 432 Hz
http://www.amadeux.net/sublimen/dossier/musica-intonazione-432-hz.html

“Risonanza planetaria e codice genetico (da
http://www.paolobenda.it/terapiedelfuturo/risonanzaplanet.html)
Una corda di uno strumento musicale, posta in vibrazione, genera un’onda acustica cui corrisponde
una frequenza ben definita, cioè una nota. Se nello stesso ambiente trovasi un secondo strumento
simile al primo, la corda di esso che per lunghezza e tensione corrisponde alla corda vibrante del
primo strumento, si metterà anch’essa a vibrare per “risonanza”. Le onde sonore trasmesse dall’aria
al secondo strumento faranno risuonare in esso non solo la stessa nota, ma anche le armoniche e le subarmoniche.” …

‘I Sette Toni di Equilibrio’ Trattamento Musicale Terapeutico di Pitagora – Daniel Levy pianista
Nel 1997 compose ‘I Sette Toni di Equilibrio’, una serie di composizioni ispirate alle teorie
musicali di Pitagora, le quali rappresentano un contributo importante per tutti coloro che sono interessati alla musicoterapia.
Questa serie è stata registrata con la label SYNTONY a Londra. http://www.academyofeuphony.com/eufonia_it.htm e anche
http://www.academyofeuphony.com/seminario_pitagora/index.htm

CIMATICA – 1 (La Scienza delle Onde)
Cimatica, la nuova (?) scienza, che studia le onde e i suoni che creano forme geometriche armoniose [youtube http://youtube.com/w/?v=GtiSCBXbHAg]

Lo Spirito crea attraverso il Verbo che si manifesta attraverso il Suono = Linguaggio http://www.mednat.org/new_scienza/cimatica.htm

CIMATICA – 2
Il TUONO NUCLEARE: NEUTRONI dagli ULTRASUONI
Due fisici italiani, Fabio Cardone e Roberto Mignani, hanno annunciato la realizzazione di reazioni nucleari prodotte con gli ultrasuoni.
La scoperta, che si inserisce nel filone della cosiddette “reazioni nucleari ultrasoniche”, è stata
descritta in un volume intitolato “Deformed Spacetime”, che è in corso di pubblicazione (I°
trimestre 2007) presso la prestigiosa casa editrice tedesca Springer Verlag di Berlino.
…Avremo la possibilità di ottenere, per mezzo degli ultrasuoni, e da sostanze NON radioattive, la
produzione di neutroni, e quindi l’utilizzo dei processi atomici per la produzione di energia elettrica a basso costo ed illimitatamente e ciò entro 10 anni dal 2006 !
…speriamo che ciò avvenga e le industrie petrolifere non si approprino dei progetti e li mettano in un cassetto…dimenticati !
http://www.mednat.org/new_scienza/cimatica2.htm

Uno stralcio: Reazioni nucleari da ultrasuoni: reazioni piezonucleari.

Due fisici italiani, Fabio Cardone e Roberto Mignani, annunciano adesso una scoperta piena di
suggestioni e di fascino. Sarà una svolta storica? Di certo potrebbero essere clamorose le sue
conseguenze in campo energetico (liberarci dalla tirannia petrolifera e dall’incubo delle scorie nucleari) e perfino in campo medico.
Inoltre questa scoperta promette di ampliare la visione della relatività di Einstein e della
meccanica quantistica di Bohr, insieme ad altre scoperte sulla gravità e l’elettromagnetismo
contenute, con la descrizione scientifica dei loro esperimenti, nel volume dei due fisici intitolato
“Deformed spacetime (Geometrizing Interactions in Four and Five Dimensions)” appena pubblicato dalla prestigiosa casa editrice tedesca Springer Verlag.
In sostanza Cardone e Mignani annunciano la scoperta di reazioni nucleari prodotte con il suono in
elementi senza radioattività: immettendo ultrasuoni in varie soluzioni di acqua e sali di ferro sono
stati generati neutroni misurati con rivelatori termodinamici in uso per sistemi di difesa ottenendo il 100 per cento di ripetibilità del fenomeno.

Ma chi sono questi scienziati italiani che – in un Paese dove la ricerca è mortificata e il genio abbonda – hanno fatto questa scoperta?
Fabio Cardone (che ha diretto gli esperimenti) è un fisico nucleare che ha svolto attività di
ricerca presso il CERN di Ginevra e di insegnamento in varie università internazionali, con una montagna di pubblicazioni.
Roberto Mignani è docente di fisica teorica all’Università di Roma 3 e anche lui ha al suo attivo un’ampia bibliografia.
Gli esperimenti sono stati condotti in Italia dal 2003 presso laboratori militari e civili con la
collaborazione dei tecnici militari A. Aracu, A. Bellitto, F. Contalbo, P. Muraglia e dei ricercatori civili G. Cherubini, A. Petrucci, F. Rosetto, G. Spera.

Read more: Reazioni nucleari da ultrasuoni: reazioni piezonucleari.
http://www.metamorfosi-aliene.it/argomenti-scientifici/la-scienza-oltre-il-velo-di-maya/la-scienza-o
ltre-il-velo-di-maya/273-reazioni-nucleari-da-ultrasuoni-reazioni-piezonucleari.html#ixzz2iduZuKEf

da http://www.disinformazione.it/LA_verdiano_432Hz.htm

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments