Il potere del suono

pubblicato in: AltreViste 0

Il potere del suono

di Manuele

In principio fu il Verbo, cioè la Parola: il Suono “pensato” da Dio ebbe (ed ha) il potere di
creare, di dar vita all’intero universo.
E il suo rumore fu certamente quello della grande esplosione del Big Bang.
Da allora le sfere celesti, nel loro eterno ruotare, emettono una vibrazione che potremmo definire
celestiale: del resto proprio così viene definita la sinfonia che si sente in Paradiso( tanto in
quello cristiano che in quello musulmano),presupponendo che la musica sia un linguaggio del divino.
Anche chi torna dal coma a volte ricorda di aver sentito una
meravigliosa musica di sottofondo, impossibile a descriversi nè tantomeno a essere riprodotta
dall’uomo.

Come intuì Stanley Kubrick nel suo film 2001 Odissea nello spazio,
il cosmo vibra al suono dell’AUM( o OM )la sillaba sacra( o Mantra )
intonata dai buddisti nel corso delle liturgie solenni, usata anche
nelle meditazioni individuali e collettive, che ha la funzione di mettere in contatto l’anima
individuale con la divinità.

Ma se l’universo ha un suono, ogni pianeta ha la sua vibrazione particolare, che può essere tradotta
in note musicali: quando la navetta
spaziale tornò dal suo viaggio da Saturno, gli americani misero in un
computer una cassetta registrata vicino agli anelli e ne uscirono
le prime note della Toccata e fuga di Bach.

D’altronde ogni artista capta intuitivamente (anche se non ne è consapevole)delle informazioni che
esistono sui vari livelli di coscienza e con la sua creatività(che corrisponde per certi versi alla
medianità)riproduce un modello che esiste già, se pure in un’altra dimensione.
Sicuramente i grandi musicisti riprendono, con le loro opere, le note captate nell’universo con la
loro genialità, che poi vengono trascritte e assemblate, creando i grandi capolavori che la musica
ci ha dato, che sa toccare le corde della nostra emotività, dei sentimenti e a volte anche quelle
corpo(come le note basse) o dell’anima.
Se l’uomo sapesse usare il potere del suono quanto le parole, muoverebbe le montagne e sarebbe
probabilmente in grado di realizzare qualunque cosa.

Dispense del mistero tratte da” La mia astrologia”

da isvara.org

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments