IL POTERE DEL SUONO

pubblicato in: AltreViste 0

IL POTERE DEL SUONO

E’ ormai appurato che il suono riveste un’importanza enorme nella vita dell’uomo. L’ambiente sonoro
in cui viviamo può influenzarci in maniera positiva o negativa, può procurarci pace e serenità
oppure stress e malattie . Ringraziamo il dottor Pierobon per averci fornito questo intervento
tratto dalla sua interessante tesi di laurea.

Dott.ssa Federica Leva

www.classicaonline.com/medicalsound/26-04-04.html

Sulla materia inerte
Ponendo della sabbia o limatura di ferro su di una piastra metallica e facendola vibrare con un
archetto per violino, ci accorgiamo istantaneamente che questa assume forme organizzate come se
fosse sotto l’influenza di un campo magnetico. Più il suono è musicale più le figure si dispongono
in maniera armonica. Questo tuttavia non deve sorprenderci, visto che ogni corpo materiale è
un’insieme di atomi in movimento.

Alcuni cantanti riescono a rompere oggetti come bicchieri e/o vetri, semplicemente emettendo un
suono. Questo avviene perché il suono emesso è della stessa frequenza del bicchiere, che comincia a
vibrare (risonanza )fino a raggiungere il punto di rottura. Se due violini vengono posti a 3 metri
l’uno dall’altro, facendo vibrare il do sul primo, provocheremo la vibrazione del do anche sul
secondo . Un corpo può quindi trasmettere la propria vibrazione ad un’altro corpo.

Sugli animali
E’ nota la sperimentazione condotta sulle vacche in lattazione.

La produzione di latte è molto più abbondante in quella stalla dove viene diffusa musica classica
che in una stalla silenziosa. Di contro gli animali soggetti a stress da rumore riducono
drasticamente la loro produzione di latte (es. stalle poste nelle vicinanze di ferrovie, aeroporti
etc.). In Olanda e Svezia si usa la musica nei pollai per aumentare la produzione di uova. In
Argentina sono stati condotti esperimenti con musica diffusa nei macelli per calmare le bestie prima
dell’abbattimento. Da questo ne deduciamo che la musica stimola notevolmente il sistema
neuro-endocrino e neuropsichico degli animali, agendo in senso positivo ed euforizzante, favorendo
la distensione e diluendo l’aggressività.

Sui vegetali
La crescita di piante in serre con musica diffusa è notevolmente più abbondante, anche se si nota
che le piante vicino ai diffusori risultano essere sempre quelle più deboli e sciupate per effetto
delle vibrazioni. Nel corso di sperimentazioni effettuate in Canada si è rilevata la stessa
fenomenologia e in più le vibrazioni distruggevano un microrganismo nocivo che attaccava il
granoturco.

LORENZO PIEROBON

Musicista e musicoterapista diplomato presso il C.E.M.B di Milano (con tesi”Armonici, suono
terapia….una proposta sperimentale”), si occupa da anni dell’utilizzo della voce in modo non
convenzionale associando l’uso degli armonici (overtones) a trattamenti elettronici.

Musicoterapia:

Si occupa della ricerca sull’uso terapeutico del canto armonico con seminari dedicati della
voce/movimento, voce/respirazione e meditazione (in collaborazione con danzatrici, insegnanti di
danza, attori e musicisti); laboratori presso centri per il recupero tossicodipendenti , sedute di
riabilitazione vocale e musicoterapia in collaborazione con medici olistici , sessioni di
musicoterapia con disabili presso C.S.E. , consulenze e collaborazioni con consultori, laboratori e
sedute individuali con bambini, seminari con gruppi di teatroterapia.

Ha ideato il metodo Vocal Harmonics in Motion. A questo tipo di lavoro affianca anche la
musicoterapia tradizionale rivolta ad adulti e bambini. Dal settembre 99 è uno dei soci fondatori di
un’associazione operante nell’ambito della musicoterapia, danza e animazione per l’infanzia .

Musica:

Dopo aver militato per anni in rock e pop band , nei primi anni novanta l’incontro con il canto
armonico e la musica sperimentale; per perfezionarsi ha frequentato diversi seminari tenuti da David
Hykes, Amelia Cuni, Marie Paule Marthe, ha inoltre fatto parte del “Transverbal Ensemble” di Torino
diretto da Michael Vetter.Nel 1995 inizia l’avventura musicale con “KU” con il quale ha realizza
concerti live, cd e videoinstallazioni . Dal 2002 è parte integrante del gruppo ambient/sperimentale
“Nebula” (tra i membri del gruppo Klaus Wiese ex Popol Vuh). All’attività con i gruppi alterna
quella di solista con performances e concerti di voce, live electronics e didgeridoo.

Performances

Solo: per voce ed overtones allestita in una chiesa di Ivrea (1993)

La Prima Pietra, un viaggio attraverso il potere del suono, live act per: voce, campionatore e
didgeridoo (1995)

Viaggi della prima decade (k u 1996)

Il canto delle balene (k u 1998)

Spiriti d’acqua (k u 1999)

Onde (lo-fi experience), per voce, danza e live electronics (2000)

Passaggi d’anima poesia, canto, voci recitanti (2001)

Millennium overtones, campionatore, live electronics (2002)

Discografia :

– K U (K U 1995)

– Cromacustica (K U video 1996)

– tsunami (K U 1997)

– A.A.V.V. “Sub-Electronica chapter 2” (KU® ARO 1998)

– “2 acque” live (K U 2000)

– A.A.V.V. “Beyond the sound” (KU 2002)

– “Genesis” (NEBULA 2002)

Collaborazioni:

– Whitches (E.P.Xyrex-K U Spectra Records 1997)

– Perle di grotta (CD di Mariolina Zitta 1997)

– Come vincere l’ansia e la depressione (LIBRO di Manuela Mancini 2000)

Condividi:
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments