Grazie, la tecnica del campo G.I.A.

pubblicato in: AltreViste 0

Grazie, la tecnica del campo G.I.A.

di Fabio Marchesi

G.I.A. = Gratitudine Incondizionata Anticipata

Vuoi imparare a saper essere di BUON UMORE indipendentemente da tutto e da tutti?

GRAZIE
Respingi la sfortuna e… Genera buonumore!

La Gratitudine Incondizionata Anticipata

Cambia completamente il colore della nostra vita, ci mette al riparo dalla sfortuna e ci protegge dalle invidie e dalle malevolenze altrui!

Se il successo di un libro dipende dalla capacità di entusiasmare i lettori, Grazie è di diritto il
prototipo del libro di successo. Il campo GIA (Gratitudine Incondizionata Anticipata), è la forza
irresistibile destinata a conquistare i lettori italiani e a stimolare un vivace passaparola.

Il formato davvero innovativo, la grafica accattivante e lestrema cura della confezione, sono
soltanto alcuni degli elementi che rendono Grazie un oggetto prezioso da possedere, e perfetto da
regalare. Ma ciò che non mancherà di accendere entusiasmanti dibattiti è il contenuto di questo
piccolo e frizzante libretto. Impossibile rimanere indifferenti ad una tecnica che è un potentissimo generatore quantistico di coincidenze favorevoli.

Tu sei Importante
Il Tuo Pensiero e la Tua presenza
Creano, e possono Cambiare in Meglio
ogni cosa..
Ora è più Facile di quanto
Tu possa Immaginare

Grazie – Il Campo GIA

Rende il proprio Divenire più Facile, Veloce, Felice e Fortunato. Migliora lo stato emotivo, può
guarire il corpo e farlo essere più Bello, Forte, Sano e Vitale. Può guidare intuitivamente verso
chi è potenziante e distrarre, allontanare da chi e da cosa è limitante, d’impedimento. Rende più
facile realizzare i propri Desideri. Può far vedere, sentire, scoprire, intuire, inventare, vivere
condividere cose nuove, di cui essere poi, Felicemente Grati. Può far Amare ed essere Amati più di
quanto si possa ricordare o immaginare. Può far arricchire, anche liberando il proprio Divenire da
paure infantili e pregiudizi limitanti. Ti fa essere vero Bene, oltre qualsiasi interpretazione o giudizio.

Fabio Marchesi – Anteprima – Grazie, la tecnica del Campo G.I.A

La Tecnica del Campo GIA

E’ estremamente semplice e facile da applicare, ti permette di agire direttamente e favorevolmente
in anticipo sul tuo Divenire portandoti a vivere esperienze straordinarie senza aver bisogno di
nuli’altro oltre che di te stesso, di te stessa, e un poco di volontà. Pochissima, considerando i benefici che se ne possono trarre e, soprattutto, che è GRATIS.

Si basa sulla combinazione di 3 elementi chiave che ra­zionalmente potrebbero sembrare estremamente
semplici, piccoli, quasi banali, ma che nell’invisibile sono, sia indi­vidualmente ma soprattutto
insieme, enormi e molto po­tenti. Combinandoli insieme, facendoli interagire costrut­tivamente tra loro entrano invisibilmente in auto-risonanza generando il campo.

Il Grazie

Ora la tua razionalità verrà messa a dura prova… Il presup­posto è che ogni cosa che esiste ha un
campo invisibile che si estende all’infinito, che ha in sé le informazioni relative al suo stato,
quelle che gli permettono di esistere e di avere un comportamento (il fenomeno dell ‘entanglement quan­tistico lo dimostra indirettamente).

Anche ogni parola, in qualunque lingua e pronuncia, oltre ad avere una propria componente visibile
che può essere scritta, pronunciata, ascoltata o letta, ha un proprio campo invisibile di
“informazioni pure non spazio-temporali” re­lative all’uso che è stato e viene fatto di quella
parola da chiunque l’abbia utilizzata o pensata in qualsiasi lingua, contesto e tempo.

Potremmo anche chiamare questo campo di informazioni pure Anima, ma forse è meglio evitare quella
parola, alme­no in questo contesto, visto l’uso molto limitante che ne è stato fatto in passato
quando, per esempio, si credeva che solo gli esseri umani maschi ne avessero una…

Pronunciando la parola “Grazie” attivi le informazioni che sono associate in te a tutti i momenti
della tua vita in cui sei stato Grato, e che sono associate fuori di te a tutto l’uso che l’Umanità ha fatto di quella parola in tutta la sua storia.

La parola Grazie è formidabile anche perché l’uso che ne è stato fatto e se ne fa, è semplicemente
quello di manifestare il proprio apprezzamento verso qualcosa di piacevole che si è vissuto o si è ricevuto da qualcuno.

Se razionalmente (relativamente al visibile e conosciuto) prima si riceve o si vive qualcosa di
piacevole e poi si ringrazia, spiritualmente (relativamente all’invisibile e sconosciuto), ma
possiamo anche dire “quantlsticamente”, invece, è ringraziando prima (meglio senza sapere per co­sa)
che si genera e ci si mette nella condizione di ricevere-vivere dopo, qual­cosa di piacevole e Felice, di cui esse­re Grati.

La parola Grazie ha un grande po­tere nell’invisibile, nell’Assoluto presente, soprattutto quando
viene espressa in modo acausale, incondizionato, quando è indipendente dal pensare o conoscere qualcosa di specifico a cui riferirla.

E una parola associata comunque, a priori, a cose ed espe­rienze possibiliste piacevoli ed è per
questo che ha in sé la tendenza a generare eventi piacevoli, belli, anche esperienze straordinarie,
proprio perché formulandola senza riferirla a qualcosa di specifico, di già accaduto o conosciuto,
si evi­tano i limiti dei propri pregiudizi, come quelli di credere i propri desideri difficili, o impossibili, da realizzare.

Quella di poter essere usata, pensata, detta e ripetuta anche senza un soggetto e un oggetto, senza
riferirla a qualcuno o a qualcosa di specifico o limitato, è una delle proprietà Straordinarie della parola Grazie.

Anche per questo la parola Grazie permette di entrare fa­cilmente in uno stato incondizionato e possibilista, molto, molto potente nell’invisibile.

Prima che qualcosa si manifesti nel visibile tutto è possibi­le, ma ogni condizione, ogni regola a
cui si arriva razional­mente a credere diviene nell’invisibile una forza, una sorta di “barriera” capace di limitare le possibilità entro le quali il visibile può manifestarsi.

Nell’invisibile vi è l’essenza di ogni cosa e l’Assoluto, per natura possibilista e incondizionato.
Quando si entra in uno stato incondizionato ci si sente emotivamente bene, si attiva l’emisfero
cerebrale destro, quello dell’elaborazio­ne parallela, della creatività, dell’ingegno, della
fantasia, dell’empatia potenziale con il tutto, anche della potenziale Beatitudine.

Lo stato di Gratitudine incondizionata apre ad infinite nuove possibilità rese anticipatamente
Felici dal proprio Sorridere, che agisce favorevolmente nella trasformazione dell’invisibile
possibilista in realtà visibile univoca, indi­pendentemente da quello che razionalmente si crede, che l’emisfero cerebrale sinistro detta.

Fabio Marchesi
Grazie – La tecnica del campo G.I.A
G.I.A. = Gratitudine Incondizionata Anticipata
Editore:BIS Edizioni
Data pubblicazione:Luglio 2011
Formato:Libro – Pag 180 – 10×10
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__grazie-la-tecnica-del-campo-gia.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments