FREQUENZE 2 – L’USO DEL SUONO

pubblicato in: AltreViste 0

FREQUENZE 2

di Mauro Paoletti
per Edicolaweb

L’USO DEL SUONO

In questa nuova ottica, la piramide non è una tomba ma una sorta di Tempio, ove queste risonanze
furono intenzionalmente inserite nella struttura. Molte esotiche proprietà sono state ascritte al
potere della Piramide, ma alcuni dei fenomeni sono causati da proprietà acustiche.
I suoni in questione sono stati studiati anche per il programma spaziale, per osservare gli effetti
sugli individui. (Alfa ritmi subliminali)
Nel 1996 Paul Devereux e Robert Jahn elencarono un numero di antiche strutture, in Inghilterra e
Irlanda, apparentemente destinate ad aumentare basse frequenze nei toni di voce. Al loro interno
usavano cantare i Mantra per ottenere l’effetto. Emerge che gli antichi avevano il controllo di
questi principi.
Inoltre, gli sciamani americani intagliano ossa e legno per fabbricare flauti che producono la
stessa nota: un Fa Diesis.

Cosa dire del flauto ritrovato da Leopoldo Batres nella Piramide del Sole a Teotihuacan, andato
ovviamente perduto, che produceva una scala musicale, a sette note, diversa da quella europea?
Una piccola curiosità: nel cartone animato Arsenio Lupin il famoso ladro scassa le casseforti usando
una vibrazione modulata sul Fa Diesis, questo a conferma che la cosa è nota.
Dunley ribadisce che la composizione della sabbia, esaminata in un vano dietro la camera della
Regina, datata da alcune fonti ad un epoca precedente la glaciazione, per il contenuto di metalli,
reperibile a Sud di Giza e che altre fonti, come la Waseda University Giapponese, sembra provenire
dal Sinai, sia composta dal 99% di quarzo.

Appare quindi l’intenzionalità nell’usare specifici materiali per ottenere delle risonanze. Il
quarzo, infatti, è in grado di risuonare come una campana e generare energia costante.
Studi effettuati sugli effetti di suoni a bassa frequenza hanno appurato che gli infrasuoni (ritmi
subliminali) alterano l’attività cerebrale e altre funzioni biologiche. La piramide potrebbe essere
stata adoperata per alterare lo stato cerebrale e mutare il livello di coscienza.
Oggi sappiamo bene che esistono apparecchiature che, combinando luci e suoni, riescono a indirizzare
le onde cerebrali su di una data frequenza. Non è richiesta nessuna pratica consapevole, il soggetto
è passivo.
La gamma di frequenza è al livello basso dello spettro uditivo, inferiore alle frequenze udibili.
Le dimensioni del sarcofago sono tali da produrre un amplificazione acustica nella gamma vocale di
bassa frequenza.

Il suono quindi è stato da sempre usato per creare, amplificare uno stato emotivo, come ho già
accennato, vedi gli organi nelle cattedrali, la musica dei film, e in discoteca.
Nel nostro sistema “Solare”, parola che qualcuno indica derivante dalle tre note Sol, La, Re,
risulta che la superficie del Sole corrisponda a un “Do Diesis”.
Nel sistema vi sono due ottave, una dal Sole a Mercurio, la seconda da Mercurio a Plutone.
Il “Fa Diesis” corrisponde al punto di cambiamento del registro del soprano se il Do della scala è a
256 Hz, l’accordatura per essere vera, deve essere fatta con il Do centrale a quella frequenza in
quanto anche nel sistema solare vi è lo stesso concetto, cioè il Do musicale a 256 Hz è in “armonia”
con l’ordine del macrocosmo del nostro sistema solare; nella “Tavola periodica degli Elementi”, vi è
lo stesso cambio di registro.
Come vi è un cambio di registro nella voce umana e nel sistema Solare, vi è una corrispondenza
diretta fra geometria del sistema Solare e quella del sistema Musicale.

Tutta la materia, corpo umano compreso, è composta di atomi, che vibrano secondo determinate
lunghezze d’onda. La malattia è una alterazione di queste frequenze; ne abbiamo dimostrazione anche
con le apparecchiature Bio elettroniche di tutti i tipi.

Recenti studi, nel laboratorio Europeo di ricerca sulle particelle sub nucleari, hanno confermato
che ogni particella sub nucleare è influenzata dalle variazioni lunari, terrestri e solari,
alterazioni dei campi magnetici, macchie solari, terremoti, dai campi elettromagnetici, per cui
abbiamo la dimostrazione che tutta la materia vivente è interagente con qualsiasi altra materia a
livello sub atomico.
Si entra nel campo della Radioestesia, in merito alla quale ho scritto un intero capitolo in un
libro che presto sarà a disposizione ai lettori di Edicolaweb.
Le misure del sarcofago e dell’intera piramide acquistano un senso.

continua…

Approfondimento sul sito www.sublimen.com

Condividi:
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments