Feng Shui: Armonia nell’ambiente

pubblicato in: AltreViste 0

Feng Shui: Armonia nell’ambiente

(di Annalisa Antodicola)

Ne parlano sulla maggior parte delle riviste, si pubblicano vari libri sull’argomento e ormai in tanti ne hanno sentito parlare: il Feng Shui è diventata una disciplina piuttosto conosciuta nel nostro paese, e sempre più sono quelli che la studiano e la praticano, almeno un po’.

Qui vi vogliamo offrire soltanto una breve “infarinata” su questa disciplina antica e molto vasta, anche perché si tratta di un argomento decisamente complesso e con moltissime regole. Se volete approfondire la vostra conoscenza del Feng Shui, vi rimandiamo ad uno dei libri specifici sull’argomento che trovate in commercio (ve ne consigliamo anche alcuni alla fine dell’articolo).

LA MAGIA DEL VENTO E DELL’ACQUA

Innanzitutto, cominciamo le presentazioni, come si fa di solito, dal nome. Feng Shui, in cinese, significa letteralmente Vento e Acqua. Questo nome fa riferimento a due importanti elementi naturali che hanno la caratteristica comune di fluire, di scorrere.

Secondo la filosofia alla base del Feng Shui, ogni cosa, anche all’apparenza inanimata, ha una sua vita e un’energia che interagisce con ogni altro elemento intorno a sé. Tutto è pervaso dall’energia cosmica che rende possibile la realtà che sperimentiamo, che fa vivere tutto l’Universo, e che viene chiamata Qi.

E’ per questo che, per far fluire la propria esistenza nella pace e nell’abbondanza, è necessario vivere in armonia con il proprio ambiente. La nostra casa deve essere vista come un essere vivente in cui ogni oggetto, ogni elemento architettonico hanno un’energia specifica che interagisce con la nostra e contribuisce a determinare le condizioni stesse della nostra esistenza.

Inoltre, l’energia elettromagnetica che tutto permea, il Qi appunto (corrispondente al giapponese Ki e all’indiano Prana), deve fluire liberamente e armoniosamente nel nostro ambiente, perché ogni suo ristagno o accelerazione può provocare problemi alla nostra salute e alle nostre vicende di vita.

Con il Feng Shui si può riportare equilibrio nella propria situazione finanziaria, sentimentale, familiare, nonché nella salute fisica ed emozionale. Si può guarire dalla depressione, o dall’insonnia, ma anche ottenere un nuovo lavoro, o incentivare gli affari e la carriera; si può trovare il partner giusto, o rimanere incinta (in caso di desiderio, ma difficoltà). Questo è almeno quanto assicurano gli esperti della disciplina, corroborando le loro asserzioni con un’ampia casistica di successi.

GLI ELEMENTI FONDAMENTALI

Nato più di quattromila anni fa in Cina, il Feng Shui ha subito, nel corso dei secoli, grandi trasformazioni, fino a divenire un sistema estremamente complesso, che abbraccia ogni campo dell’esistenza e che ha assunto forme diverse (e talvolta contraddittorie), a seconda delle diverse Scuole, o metodi, con cui è stato studiato e applicato.

Diciamo comunque, per evitare confusione, che, attualmente, le scuole più diffuse di Feng Shui sono tre: la Scuola del Tempio Ancestrale (o Metodo delle Case e Dimore), la Scuola del Cappello Nero e la Scuola della Forma.

Tutte e tre queste scuole condividono i principi di base su cui si fonda tutta la filosofia e la pratica del Feng Shui: il concetto di Qi, di Yin e Yang, dei Cinque Elementi e delle Otto Direzioni. Vediamo brevemente in cosa consistono questi fondamentali elementi concatenati tra loro.

Il Qi, o flusso di energia elettromagnetica, influisce sull’umore, le emozioni, l’energia fisica e la salute degli esseri viventi in un dato luogo. Sulla Terra, è trasportata dall’acqua, dal vento, dai raggi del sole e dalla luce, e dal suono. Procede dal centro del Pianeta fino alla superficie, concentrandosi in alcune zone e disperdendosi in altre (formando così delle linee invisibili di energia), ed il suo moto è influenzato da ogni elemento del paesaggio.

Lo Yin e lo Yang sono le due forme fondamentali attraverso le quali si manifesta l’energia Qi (i poli elettromagnetici) e si ritrovano sempre, contemporaneamente, in ogni cosa, in proporzione variabile. L’equilibrio tra questi due poli, opposti e indivisibili, è fondamentale per il benessere di ogni cosa, ed è un equilibrio sempre dinamico, in continuo mutamento.

I Cinque Elementi sono associati alle Cinque Direzioni relative al movimento del sole nel cielo. Essi sono la manifestazione ancor più particolareggiata dell’energia yin e yang, e compongono ogni cosa che esiste (Legno, est/sud est – Fuoco, sud – Terra, sud ovest/centro/nord est – Metallo, ovest/nord ovest – Acqua, nord).

Infine, le Otto Direzioni (della bussola) sono un’ulteriore evoluzione della manifestazione dell’energia e sono collegate ognuna ad un Trigramma dell’I-Ching, nonché ad un simbolo naturale, ad uno dei Cinque Elementi, ad un membro della famiglia, ad un numero dell’astrologia giapponese dei Nove Ki, ad un colore, ad un momento del giorno e ad una stagione specifica.

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Vi sembra complicato? In alcuni casi può diventarlo. Ma, in realtà, a guardar bene la teoria e a seguirla con un po’ d’ordine, si comprende che tutto questo non serve ad altro che a farci capire che ogni direzione di una casa, a partire da un centro, è associata a un aspetto della nostra vita e dunque è possibile agire in quella zona specifica per apportarvi correzioni e miglioramenti.

Gli strumenti sono proprio i materiali, la forma e la disposizione degli oggetti, dei mobili e degli elementi architettonici, nonché i colori, la luce, l’aria, il suono.

Grazie alle rilevazioni fatte con la bussola geomantica e all’applicazione, sulla pianta dell’abitazione, di una particolare griglia di nove quadrati (nota come “ba gua”) che rappresentano i nove ambiti principali della vita di una persona, l’esperto di Feng Shui è in grado di acquisire informazioni sull’influenza della casa sugli occupanti e di attuare i necessari cambiamenti.

Il primo passo, in questo processo, è, come in ogni cosa, l’individuazione del problema. Si deve capire quali sono stati i cambiamenti verificatisi nella propria vita da quando ci si è trasferiti in un determinato ambiente, e quindi valutare se sono stati in meglio, o in peggio. Si fa poi un elenco degli ambiti della propria vita in cui si sono sviluppati problemi e disarmonie, e se ne ricercano le probabili cause nelle zone corrispondenti della casa. Individuati gli errori di struttura o di disposizione, si apportano dei correttivi mirati (oppure ci si rivolge ad un esperto perché faccia per noi tutto questo).

I cambiamenti vanno attuati solo a ragion veduta, senza intaccare altre zone più armoniose, e non ci si deve aspettare, naturalmente, che il Feng Shui risolva tutti i nostri problemi.

Quel che è certo, però, è che il Feng Shui è un ottimo strumento per far sì che l’ambiente in cui viviamo ci aiuti e ci stimoli a risolvere i nostri problemi e a raggiungere i nostri scopi. E se ci avviciniamo ad esso senza preconcetti e cinismo, potremo sperimentare anche grandi risultati e soluzioni davvero insperate.

——————————

Per approfondire l’argomento, ecco dei testi sul Feng Shui

– “Guida completa illustrata al Feng Shui”, L. Too, Tecniche Nuove, £ 59.000 – “Feng Shui Kit” (manuale più strumenti per l’analisi e correzione), L. Too, Tecniche Nuove, £ 55.000 – “I principi del Feng Shui”, S. Brown, Armenia, £ 12.000 – “Dizionario del Feng Shui”, C. Shi e C. Evans, Amrita, £ 48.000 – “Il gioco del Feng Shui” (gioco di societa’ per imparare i principi e la pratica divertendosi), R. Craze, Il Punto d’Incontro, £ 45.000 – “Feng Shui: L’arte di vivere in armonia con l’ambiente” di Lillian Too, Mondadori, £ 22.000 – “Feng Shui- Spirito della natura e arte dell’abitare: la scienza cinese del paesaggio” di Ernest J. Eitel, Red Edizioni, £ 24.000

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments