È il flauto lo strumento più antico del mondo

pubblicato in: AltreViste 0

È il flauto lo strumento più antico del mondo

Altro che cavernicoli! Gli uomini dell’età della pietra mangiavano carne cruda strappandola a morsi, ma avevano già scoperto la musica. E che musica!

Nella valle di Ach, nel sud della Germania, gli archeologi hanno scoperto, infatti, non uno
strumento per produrre un unico e semplice suono da utilizzare per segnare al massimo un ritmo tutto
interiore, ma un flauto meticolosamente intagliato in un osso cavo di un enorme avvoltoio, capace di emettere suoni soavi e complessi che risalirebbe a 35 mila anni fa.

Secondo lo studio pubblicato sul magazine britannico Nature, si tratta dello strumento più antico
mai trovato al mondo. Lungo circa 22 centimetri e dal diametro di 2,2 centimetri, il flauto mostra
precisi segni di incisione nei pressi di quattro dei buchi dove si ponevano le dita, probabilmente ad indicare dove doveva essere intagliato.

Nella stessa zona sono stati inoltre scoperti frammenti di altri flauti d’avorio ed una statuetta raffigurante una donna.

Questa notizia in realtà non è proprio nuovissima: 5 anni fa lo stesso gruppo di ricercatori trovò
un flauto che risaliva a 35.000 anni fa, ed era quindi il più antico mai scoperto, ridotto però in
molti pezzi. L’ultimo ritrovamento è invece molto meglio conservato ed è stato realizzato usando le
ossa di un grifone, per la precisione il radio di un Gyps fulvus, che ha un’apertura alare anche oltre due metri e mezzo.

Il flauto scavato nelle ossa di un uccello è più facile da realizzare rispetto a uno in avorio,
eppure pare che i due tipi di strumenti risalgano alla stessa epoca (la datazione ufficiale parla di
un epoca tra 35 e 40.000 anni fa). In ogni caso sono stati trovati nello stesso scavo.

Per quanto riguarda invece la statuetta che raffigura un corpo femminile e potrebbe rappresentare un
idolo o una dea, i frammenti ritrovati accanto al flauto lasciano pensare addirittura che l’uomo
preistorico non solo suonava, ma forse usava la musica per accompagnare veri e propri riti.

Gli studiosi si appassionano sempre molto a queste notizie che rimandano alla scoperta della musica
e al ruolo che potrebbe aver avuto nella storia della nostra specie. L’idea di fondo è che la musica
e la cultura in generale, siano da considerarsi uno dei vantaggi competitivi che hanno deciso la
sfida tra i sapiens e le altre specie di homo del passato, compresi i Neanderthal che, all’epoca, ancora abitavano nella caverna accanto.

E infatti anche Nicholas Conard, professore dell’Università di Tubinga e autore dello studio, alla
fine dell’articolo scrive che indubbiamente “la musica giocava un ruolo importante nella vita nella cultura Aurignaziana nelle valli di Ach e Lone”.

La musica del flauto non è mai stata così “rock”!

Fonte: http://arteesalute.blogosfere.it/2009/06/e-il-flauto-lo-strumento-piu-antico-del-mondo.html

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments