Due tecniche passive per rilassarsi

pubblicato in: AltreViste 0
Due tecniche passive per rilassarsi

di Osho

(Quattro livelli di rilassamento)

Ti trovi in una situazione in cui non puoi fare le tecniche attive?
Qui trovi due metodi semplici ma efficaci di meditazione passiva. E
ricorda che ne puoi trovare molti altri a rotazione nelle sezioni
“Meditazione della Settimana” e “Meditazioni per Persone Indaffarate”.

1. Osservare il respiro

Osservare il respiro è un metodo che può essere fatto in qualunque
posto e in qualunque momento, anche se hai solo qualche minuto a
disposizione. Devi solo osservare come il petto o la pancia si alzano
e si abbassano quando il respiro entra ed esce. Oppure prova in questo
modo….

Prima fase: Osserva il respiro che entra

Chiudi gli occhi e inizia a osservare il respiro. Prima osserva
l’inspirazione, dal momento in cui l’aria entra nel naso fino a che
raggiunge i polmoni.

Seconda fase: Osserva la pausa che segue

Alla fine dell’inspirazione c’è una pausa, prima che inizi
l’espirazione. Questa pausa ha un grande valore. Osservala.

Terza fase: Osserva il respiro che esce

Adesso osserva l’espirazione.

Quarta fase: Osserva la pausa che segue

Alla fine dell’espirazione c’è una seconda pausa: osservala. Fai
queste quattro fasi due o tre volte – e ricorda di osservare il ciclo
del respiro, senza cambiarlo in alcun modo. Osserva solo il ritmo
naturale.

Quinta fase: Contare le inspirazioni

Adesso comincia a contare le inspirazioni – conta 1 inspirazione
(senza contare le espirazioni), conta 2 ecc. fino a 10. Poi conta
all’indietro da 10 a 1. Qualche volta ti dimenticherai di osservare il
respiro oppure conterai oltre il 10. Allora ricomincia a contare da 1.

“Ci sono due cose che bisogna ricordare: la prima, osservare, in
particolare osservare la pause in alto e in basso. L’esperienza di
quelle pause sei tu, nel tuo nucleo più intimo, nel tuo essere. La
seconda cosa: continua a contare, ma mai oltre il 10; poi torna a 1, e
conta solo le inspirazioni.

Queste sono cose che aiutano la consapevolezza. Devi essere
consapevole, altrimenti conterai le espirazioni oppure andrai oltre il
10.

Se questa meditazione ti piace, continua a farla. Ha un grandissimo
valore.” Osho

Condividi:

Lascia un Commento: