Da cosa nasce l’ansia e come possiamo risolverla

pubblicato in: AltreViste 0

Da cosa nasce l’ansia e come possiamo risolverla

Scritto da: Carmen Di Muro

Psicologia Quantistica

13/03/2018

Da cosa nasce l’ansia e come possiamo risolverla

Quando siamo centrati su obiettivi, stati danimo e pensieri che non rispecchiano la nostra missione
vitale più elevata, il nostro campo energetico diventa maggiormente sensibile allazione di basse
vibrazioni, che trovando terreno fecondo sul quale attecchire, non permettendogli di manifestarsi armoniosamente.

Questi nuclei di energia discordante agiscono al di fuori della consapevolezza e originano da traumi
ed esperienze dolorose avvenute allinterno di relazioni intime, soprattutto nelle prime tappe dello
sviluppo infantile, che plasmano il nostro mondo interiore, che non sempre raggiunge una maturazione
sana, ma al contrario diventa contenitore di energie emozionali disturbanti, che possono rimanere
latenti anche per tutta la vita divenendo fonte di malessere e disturbi somatici.

Ma lattimo presente ci dà sempre la possibilità di evolvere, cambiare e aprirci in modo diverso al
ventaglio delle possibilità, di risolvere e chiudere i conti con un passato doloroso e di
trasformare la vecchia energia in luce di guarigione. Infatti, la maggior parte delle situazioni
intercorrenti fanno da stimolo per lemersione di emozioni non digerite, bloccate per delle ragioni
che attingono a come la vita emotiva della persona è stata modellata. Ma attraverso cosa possiamo
capire che si sono creati dei sedimenti energetici che inibiscono il sano funzionamento del nostro
mondo interiore? Tramite quellenergia di fondo che funge da bussola per direzionarsi nelle onde
delluniverso emotivo: lansia. Nella maggior parte delle situazioni quotidiane, lansia viene colta
da ognuno come emozione in sé, ma al contrario è solo il segnale di un groviglio di energie emozionali che si agita dentro di noi e che non sappiamo decifrare.

Da cosa nasce l’ansia?

È questa lenergia che ci dirotta in quella tensione perenne tra passato e futuro: anticipando ciò
che deve venire e allo stesso tempo, bloccandoci in un passato che non vogliamo rivivere. Lansia è
frutto di diverse dinamiche interiori e delle relazioni che intessiamo con gli altri. Al di sotto di
essa, cè sempre uno stato emotivo celato, che molto spesso viene inibito nel suo manifestarsi,
soprattutto quando trova origine nei confronti di quellalterità significativa da cui ci lasciamo
sottilmente direzionare e che, senza saperlo, diventa fonte di emozioni sia positive che negative.
Positive perché è ciò che dà alla nostra vita stabilità, e negative perché, al contempo, non
rispecchia profondamente il nostro modo di essere. Ed è proprio quando lo scarto tra un sentire
positivo e negativo nei confronti di una situazione o una persona che abbiamo a cuore aumenta, che
sorgono i problemi. Si entra in uno stato di conflitto interiore, e per camuffare la rabbia, la
paura, mista allamore, sentimenti questi apparentemente inconciliabili, il nostro essere reagisce
producendo una struttura di energia ansiosa che ci tutela, per non mettersi di fronte allo specchio, per evitare il confronto con se stessi e con ciò che proviamo.

Partendo da questo sentire che toglie il fiato, però, ci è data la possibilità di addentrarci in
punta di piedi nella nostra intimità, per capire meglio di noi, ciò che non sappiamo e che ci fa
paura vedere, lasciandoci traghettare dolcemente lungo il viaggio che essa compie allinterno del
nostro organismo. E la scienza oggi ci aiuta sempre più a decifrarne i segnali, direzionando il
nostro sguardo verso la presa datto delle vie di scarico corporee che lansia utilizza per
manifestarsi, offrendo una mappa delle emozioni inconsce e sepolte che la generano e delle relative
difese utilizzate per evitare di sentire qualcosa che emerge e che fa male. Ed è proprio allora che
per evitarne il contatto noi la schiacciamo giù, la reprimiamo attivando difese che danno luogo alla
maggior parte di quei sintomi somatici, che diventano voce narrante di una storia di dolore che
solca le tracce dellanima. E il corpo non mente, con i suoi malesseri, i suoi affanni, i suoi dolori.

Ma la nostra vecchia storia può divenire nuova storia nel momento in cui si contattano le emozioni
inespresse, lasciandole scorrere liberamente, riportandole alla coscienza e riconoscendole come
flusso energetico che muove la nostra carne. Ed è qui che un cammino di psicoterapia centrato
sullintegrazione diviene la strada capace di illuminare lintimità interiore, fino alla ricomprensione del sé più profondo che conduce allanima.

Anima Quantica – Libro
Nuovi orizzonti della psiche e della guarigione
Carmen Di Muro
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__anima-quantica-libro.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments