Come preparare un’insalata alcalinizzante

pubblicato in: AltreViste 0

Come preparare un’insalata alcalinizzante

di Robert O. Young, Shelley Redford Young

“Il miracolo del PH alcalino” è un libro che contiente tantissime ricette sane e gustose per
mantenere il nostro organismo ad un PH alcalino: ritardando l’invecchiamento e prevenendo le malattie.

da “Il miracolo del PH alcalino” – BIS Edizioni, 2010

Le insalate sono il mio pasto preferito. Ne mangio spesso una a colazione e praticamente quasi ogni
volta che mi siedo a mangiare. Tradizionalmente linsalata non vieneconsiderata come un pasto vero
ma occorre che superiamo questa concezione. Le insalate costituiscono una portata principale. Altri
piatti vegani, inclusi i cereali, le minestre, le tortilla, i paté ed altre pietanze riscaldate e cotte, dovrebbero essere di complemento allinsalata anziché il contrario.

Per fortuna preparare una ottima insalata è semplicissimo. Persino dei cuochi principianti possono
risultare brillanti nella sua preparazione sin dal loro primo giorno di lavoro. E la varietà dipende
solo dalla disponibilità degli ingredienti e dalla vostra immaginazione. Certo, potrebbe richiedere
del tempo ulteriore rispetto al premere un paio di tasti sul forno a microonde per cuocere un pasto.
Ma una volta preparata, una insalata abbondante conservata in frigo e al riparo dallaria, rimarrà
fresca per ca. 3 giorni. (Usate una centrifuga per insalate per rimuovere lacqua in eccesso ed
asciugare accuratamente le vostre verdure, in modo da conservarle croccanti.) Tenete lattughe a
foglia scura e spinaci, precedentemente lavati ed asciugati, nel vostro frigorifero in un
contenitore con coperchio, sul cui fondo avrete messo un tovagliolo di carta assorbente.

Date sfogo alla creatività con le insalate. Dimostrate la facilità di preparazioni a base di verdure
pur avendo solo pochi ingredienti o fate sfoggio dellesaltazione di sapore che una intera e
complessa gamma di condimenti e spezie permettono. Servite le insalate con piccole quantità dei vari
ingredienti, tenuti separati, oppure mescolati alla rinfusa. Variate la preparazione delle verdure
tritandole, tagliandole a tocchetti, a fette, trinciandole, sminuzzandole, e così via; oppure rendete omogenea la consistenza di ogni ingrediente.
Rendete le pietanze monocromatiche (dove il verde è la tonalità preminente) o impreziositele con
luminose striature arcobaleno. Mantenetele leggere, oppure arricchitele con laggiunta di cubetti di
tofu (magari marinato o cotto al forno), con pinoli, mandorle ammollate, germogli, cereali
disidratati (come per es. i Chicchi croccanti di grano saraceno, p. 415) o pezzi di caldi falafel
cotti al forno. Divertitevi, scoprite le potenzialità di una insalata e mangiate sano.

Insalata di cetrioli alcalinizzante/energizzante per 3 porzioni

Il cetriolo è uno dei cibi più alcalinizzanti ed energizzanti che possiate mangiare. Ha un effetto
purificante sul sistema digestivo ed è molto benefico per i capelli e la pelle. Per un lifting
rinfrescante, coricatevi per qualche minuto con una fetta di cetriolo sugli occhi oppure
strofinatene una fetta sul vostro viso dopo averlo lavato per tonificare e purificare la pelle.

2 tazze di cetrioli sminuzzati
2 cucchiai di prezzemolo sminuzzato
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di olio di semi di lino o di olio doliva
¹/³ di tazza di menta piperita sminuzzata fine
Sali integrali puri o sale liquido pHlavor
Salt quanto basta

In una piccola ciotola da portata unite il cetriolo, il prezzemolo, il succo di limone, lolio, la
menta ed il sale, mescolando il tutto. Tenete al fresco per diverse ore o durante la notte. Mescolate nuovamente prima di servire.

Tratto da “Il miracolo del PH alcalino” – BIS Edizioni, 2010. http://www.macrolibrarsi.it/libri/__il-miracolo-del-ph-alcalino.php?pn=1567

0 0 vote
Voto Articolo
Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments