Chi medita non si ammala

pubblicato in: AltreViste 0

Chi medita non si ammala

da lista Risveglio

Imparare una tecnica per dare tregua alla mente, sciogliere
lo stress e le tensioni, rafforzare il sistema immunitario.
(Olga D’Alì)

Si definisce psico neuro immunologia ed è forse l’aspetto
più moderno e interessante della medicina. Perchè sostiene
che i quattro sistemi psichico, nervoso, endocrino e
immunitario siano in realtà una cosa sola, strettamente
legata. Ed ecco spiegata l’esigenza di verificare
scientificamente la validità di diversi metodi naturali,
tra i quali la meditazione. In Canada, per esempio, il
Ministero della Sanità ha diffuso i risultati di una
ricerca che dimostra come le possibilita di ammalarsi
diminuiscono del 50% quando si praticano regolarmente
esercizi meditativi. Percentuale che raggiunge il 67% per
chi ha più di 40 anni. L’arte di sciogliere lo stress in
dolcezza. In Italia tra i promotori più attivi c’è il prof.
Francesco Bottaccioli, neuropsicoimmunologo, docente alla
facoltà di medicina della Cattolica di Roma e membro della
New York Accademy of Sciences: “Imparare una tecnica di
meditazione rientra nei sistemi naturali di prevenzione,
come l’alimentazione e lo stile di vita”. Gli effetti
benefici sono dovuti agli “effetti collaterali” che queste
pratiche hanno sul cervello e sulla mente,ovvero sul
centralino del nostro organismo: semplificando funzionano
come ansiolitici naturali. I livelli di stress si abbassano
e chi soffre di ipertensione può veder migliorare la
situazione senza ricorrere ai farmaci. 15 minuti al giorno
e l’insonnia se ne va. Abituarsi a stare “semplicemente
seduti in silenzio” 15-30 min. al giorno insegna a lasciar
andare le tensioni psicofisiche con il risultato di
garantire una respirazione naturale più profonda, che a sua
volta contribuisce ad aumentare la capacità di rilassarsi e
di risolvere così i problemi di insonnia. I processi di
guarigione si accellerano.

La scienza ha dimostrato la stretta relazione tra il modo
in cui pensiamo e le risposte del nostro corpo. Ed è facile
verificare che i muscoli si contraggono quando i pensieri
sono tesi. Dando alla mente un momento di tregua dallo
stato di agitazione, riesce ad accellerare i processi di
guarigione, perchè il processo immunitario si rinforza.
Durante la meditazione la frequenza cardiaca rallenta, il
sistema endocrino si riequilibra e l’indice metabolico si
abbassa facendo risparmiare energia.

Mimmo

Condividi:

Lascia un Commento: