Che nota sono io?

pubblicato in: AltreViste 0

Che nota sono io?

di Loriano Berti

Ogni individuo respira nel proprio Centro Ombelicale un particolare raggio energetico, una certa
vibrazione ed è, quindi, caratterizzato da una Nota

L’Uno, il Tutto, Dio si manifesta attraverso sette raggi energetici, costruttori ed alimentatori di
tutto ciò che è vivente: costellazioni, pianeti, esseri umani, animali, piante ecc. Noi uomini siamo
anime in evoluzione, rivestite di un corpo, che è il vestito che ci permette l’esperienza in questo
livello energetico. Siamo emanazioni divine; nel nostro profondo un tutt’uno con Dio.

Lo scopo dell’incarnazione è fare esperienza dei vari livelli, conoscere, riscoprire la nostra vera
realtà, diventare quei creatori divini che realmente siamo. Per ogni incarnazione, o serie di esse,
l’anima sceglie di fare esperienza di una delle sette energie, uno dei sette raggi, per assimilare,
realizzare, introiettare quella qualità divina, per creare ispirati da quest’energia.

L’essere umano è alimentato dai sette raggi attraverso i relativi centri energetici (Chakra) situati
lungo la colonna vertebrale: tutto ciò che riguarda l’esperienza umana su questa terra passa
attraverso questi i sette centri. Ogni vissuto di tipo mentale, emotivo o di azione, è filtrato
attraverso questi sette centri d’energia.

Uno, il Centro Ombelicale, determina la qualità di base dell’individuo, essendo questo il centro
della persona, quello che riceve l’energia che lo caratterizza, lo alimenta, lo ispira. Questo
centro riceve, sintetizza l’esperienza degli altri sei. I sette raggi, come abbiamo detto, sono
energie, qualità energetiche, vibrazioni e quindi anche suoni e colori. Ad ogni raggio corrisponde
una nota delle sette e un colore dell’iride. Ogni individuo respira nel proprio Centro Ombelicale un
particolare raggio energetico, una certa vibrazione ed è, quindi, una Nota delle sette ed un colore.
Gli altri centri respirano quando un individuo è ben armonizzato, gli altri raggi, note e colori, in
maniera consequenziale, armonica.

Un esempio: se l’individuo respira nel Centro Ombelicale (2° chakra) la nota MI, nel 1° respirerà la
nota RE, nel 3° il FA, nel 4° il SOL e via dicendo; questo darà all’individuo una qualità
particolare di base e tutta una gamma di sfumature e qualità diverse dalle altre. Deduciamo da
questo che esistono sette tipologie caratteriali che caratterizzano gli individui e che determinano
il tipo di esperienza che l’anima
ha scelto di fare. Questo per quanto riguarda l’aspetto intimo, profondo e individuale; ne esiste un
altro più superficiale, esteriore, sociale, uguale per tutti gli individui della nostra società
occidentale ed è caratterizzato da una scala di note, di vibrazioni, di qualità c he corrisponde
alla nostra scala di base occidentale: si parte dal DO del 1° chakra, fino a salire al SI del 7°.
Questa scala riguarda l’alimentazione di quella parte più esteriore di noi stessi, relativa al
nostro cammino sociale, all’integrazione, all’esperienza e all’apprendimento come individui sociali,
come gruppo,
come società.

Per noi è importante l’esperienza sociale, ma fondamentale è quella individuale. Realizzare se
stessi significa realizzare la propria qualità di base e l’armonia dei centri energetici con questa
qualità. Questo lavoro terapeutico può essere un aiuto per tutte quelle persone che sentono il
bisogno di trovare il senso della propria vita; di raggiungere un’armonia, sia come individui sia
nel loro rapporto con l’ambiente sociale che li circonda. L’uso del proprio Suono Ombelicale e della
scala di note conseguenti, può essere un importante aiuto per la conoscenza, l’armonizzazione e la
cura dei propri difetti caratteriali.

approfondimenti

www.amadeux.net/sublimen/dossier/nada_yoga.html

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments