Allergie: tenerle sotto controllo con un programma alimentare adeguato

pubblicato in: AltreViste 0

Allergie: tenerle sotto controllo con un programma alimentare adeguato

di Henning Müller-Burzler

Un programma alimentare in 10 punti, semplice, chiaro ed efficace che aiuta a tenere sotto controllo
le allergie stagionali e non solo… Oltre a un programma di alimentazione per allergici in dieci
punti e a molti consigli relativi alle terapie naturali, in questo libro viene presentata per la
prima volta la disintossicazione vitaminica elaborata da Henning Müller-Burzler, naturopata
specializzato in allergie. Si tratta di una combinazione di cinque vitamine naturali in grado di
disintossicare l’organismo da ogni genere di sostanze inquinanti, medicinali chimici, metalli
pesanti e scorie metaboliche. Questo metodo può guarire neurodermatite, orticaria, allergie da
contatto, asma, raffreddore da fieno, congiuntiviti allergiche, tosse e raffreddori allergici, mal
di gola, eccessiva presenza di muco nella faringe, irritabilità, mancanza di concentrazione,
depressioni, nervosismo, insonnia, esaurimento, stanchezza cronica e tanti altri disturbi.

Tratto da Manuale per Allergici (Macro Edizioni, 2006).

1) Evitare i principali allergeni
Finché siete soggetti ad allergie dovreste evitare perlomeno gli allergeni principali, ammesso che
sia possibile e che li conosciate. Già in questo modo le vostre condizioni generali miglioreranno.
Per un certo periodo a molti allergici conviene ridurre o evitare del tutto gli alimenti più
allergenici come i latticini (tranne il burro) o il lievito, le uova, la carne, il pesce e le nocciole.

2) Numerosi piccoli pasti
Dato che l80% dei soggetti più fortemente allergici presenta una ridotta capacità di digerire le
proteine, ha decisamente senso ridurre la quantità di proteine nei singoli pasti e, invece di
mangiare tre volte al giorno, distribuire cinque o sei spuntini nellarco della giornata. Questo
permette di ridurre leventuale putrefazione eccessiva delle vitamine, cosa che si ripercuote
positivamente sulla flora intestinale e sulle allergie dovute a una ridotta capacità digestiva. Un
ulteriore miglioramento delle condizioni generali può essere raggiunto anche mediante una dieta
prevalentemente vegetariana, dato che le proteine animali della carne, del pesce e delle uova non
solo tendono maggiormente alla putrefazione nellintestino rispetto a quelle vegetali, ma anche
perché gli alimenti animali producono una più intensa acidosi dellorganismo di quanto non facciano quelli vegetali.

3) Dieta a rotazione
Oltre a evitare i principali allergenici, è utile anche seguire la dieta a rotazione. È stato
infatti dimostrato che un sistema immunitario sovraffaticato viene alleggerito se gli stessi cibi
non vengono mangiati tutti i giorni, ma ogni tre o quattro. In tal modo si riduce perlomeno la
comparsa di nuove allergie e si attenuano quelle presenti. Ricordate comunque che né la dieta a
rotazione né quella a eliminazione costituiscono una terapia che va a guarire le cause, per cui di
solito esse danno risultati solo per il periodo in cui vengono seguite, ma non consentono di liberarsi definitivamente dalle allergie.

4) Evitare lo zucchero raffinato
Dato che lo zucchero raffinato danneggia la flora intestinale, favorendo notevolmente la comparsa di
allergie, dovreste rinunciare a usarlo. Lo potete sostituire con tutti gli altri dolcificanti
naturali a cui non reagite allergicamente. Alcuni di questi sono lo zucchero integrale di canna, il miele, lo sciroppo dacero, lo sciroppo dagave e quello di mele e pere.

5) Non mangiare cereali insieme a zucchero raffinato
Ma se per una volta non volete dire di no a una fetta di torta con lo zucchero raffinato o a una
bella coppa di gelato, fate in modo che lo zucchero non si incontri nello stomaco con i cereali
integrali o con grandi quantità di semi oleosi. I disturbi della flora intestinale che ne risultano
sono infatti anche più forti di quelli provocati dal solo zucchero raffinato. Da una parte la torta
realizzata con lo zucchero raffinato non deve contenere cereali integrali e dallaltra anche nei
pasti successivi dovreste evitare cibi o pietanze che li contengano o in cui ci siano noci o semi oleosi. In questo modo eviterete il peggio.

6) Sana alimentazione generale
La scelta di cibi sani è estremamente importante per il sistema immunitario. Sarebbe opportuno
rinunciare il più possibile sia allalcol che alla nicotina, ma anche il caffè non fa propriamente
bene alla salute. Gli alimenti dovrebbero essere il più sani possibile e non geneticamente
modificati. Lasciate quindi perdere tutti i prodotti ai quali non solo è stato aggiunto dello
zucchero raffinato, ma anche quelli con additivi chimici. La cosa migliore sarebbe riuscire a
nutrirsi prevalentemente o esclusivamente di cibi biologici; in questo modo ridurreste lassunzione delle sostanze dannose, presenti invece nei prodotti convenzionali.

7) Sale a sufficienza
Gli adulti necessitano di circa 3-5 grammi di sale al giorno per una sufficiente formazione di acido
gastrico. Se per un lungo periodo di tempo ne assumete una quantità inferiore, a poco a poco si
verificherà una riduzione della formazione di acido gastrico, per cui le proteine alimentari
verranno digerite sempre peggio. Le conseguenze sono disturbi digestivi e della flora intestinale, che loro volta favoriscono linsorgere delle allergie.

8) Niente sale insieme a semi e noci crudi
Se volete mangiare noci o semi oleosi crudi o cereali crudi (pappa di cereali appena macinati,
cereali germogliati, fiocchi di cereali), dovete fare attenzione a non assumere altro sale o
alimenti salati come pane o formaggio nello stesso pasto. La combinazione di sale e noci o semi
crudi nello stesso pasto può dare origine a forti disturbi intestinali, esattamente come il consumo
di zucchero raffinato. Prima di mangiare cibi salati aspettate quindi di essere di nuovo a stomaco vuoto e di provare un leggero appetito.

9) Niente frutti acidi insieme ai cereali
Non mangiate mai frutta ricca di acidi insieme a cereali, patate, verdura, marroni. Questa
combinazioni possono provocare tensioni bioelettriche più o meno forti nel tratto gastrointestinale,
con dolori addominali e meteorismo, al punto che non solo la flora intestinale si ammala, ma
aumentano anche le probabilità di funghi intestinali. Quando mangiate frutti acidi dovete essere a
stomaco vuoto, allora li potete combinare senza problemi con noci, semi oleosi, latticini e altri alimenti.

10) Dieta dissociata
Se le prime nove regole ancora non vi bastano e volete fare di più per la vostra salute e il vostro
sistema immunitario, posso consigliarvi caldamente la dieta dissociata. In linea di principio la 5,
la 8 e la 9 costituiscono già le regole fondamentali della dieta dissociata, ma ne manca ancora una.
Il nostro metabolismo infatti funziona nettamente meglio se evitiamo di mangiare alimenti proteici
concentrati come la carne, il pesce, il formaggio, le noci e i semi oleosi insieme a grandi
quantità di carboidrati complessi, presenti soprattutto nei cereali, nel pane, nella pasta e nelle
patate. La soluzione migliore è abbinare la carne, il pesce, le noci e i semi oleosi a molta verdura
o frutta. Insieme alle pietanze a base di cereali è preferibile mangiare patate, verdura, insalate,
frutta poco acida, per esempio le banane, e piccole quantità di latticini o prodotti a base di soia. Gli altri legumi vanno consumati da soli.

Tratto da Manuale per Allergici (Macro Edizioni, 2006).

Dettagli

Questo manuale completo fornisce molti consigli pratici, grazie ai quali è possibile guarire in maniera definitiva le allergie e le malattie a esse collegate.

La causa principale di questi disturbi è l’inquinamento ambientale, dunque l’unico modo sicuro per
guarire è liberare l’organismo dalle sostanze inquinanti e rafforzare il sistema immunitario.

Oltre a un programma di alimentazione per allergici in dieci punti e a molti consigli relativi alle
terapie naturali, in questo libro viene presentata per la prima volta la disintossicazione
vitaminica elaborata da Henning Müller-Burzler, naturopata specializzato in allergie. Si tratta di
una combinazione di cinque vitamine naturali in grado di disintossicare l’organismo da ogni genere
di sostanze inquinanti, medicinali chimici, metalli pesanti e scorie metaboliche.

Questo metodo può guarire neurodermatite, orticaria, allergie da contatto, asma, raffreddore da
fieno, congiuntiviti allergiche, tosse e raffreddori allergici, mal di gola, eccessiva presenza di
muco nella faringe, irritabilità, mancanza di concentrazione, depressioni, nervosismo, insonnia, esaurimento, stanchezza cronica e tanti altri disturbi.

Henning Müller-Burzler

Henning Müller-Burzler, naturopata che gestisce uno studio a Bad Tölz (Germania) insieme alla moglie
Jutta Burzler, è laureato in odontoiatria e ha tenuto seminari e conferenze sui seguenti temi:
alimentazione sana, terapie disintossicanti, allergie e micosi intestinali, meditazione e astrologia
psicologica. Da più di quindici anni si occupa approfonditamente di alimentazione e da più di dieci
studia le cause e le possibilità terapeutiche di allergie e altre malattie. In questi anni ha
concepito ed elaborato alcune efficaci terapie per la cura di malattie acute e croniche e ha scritto vari testi di medicina naturale.

Henning Müller-Burzler
Manuale per Allergici
Editore:Macro Edizioni
Data pubblicazione:Aprile 2006
Formato:Libro – Pag 224 – 13,5×20,5
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__manuale_per_allergici.php?pn=1567

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments