Allenare il cervello per essere più creativi

pubblicato in: AltreViste 0
Come allenare il cervello per essere piu’ creativi

Credete che essere creativi venga sopravvalutato o forse pensate che all’umanità manchino grandi
idee? Lasciate che siano gli altri ad avere idee originali o credete di poter apportare voi stessi
un valore aggiunto per cambiare la realtà vostra e di chi vi circonda? Tutti noi possiamo allenare
il nostro cervello per essere più creativi, sebbene per farlo occorra essere convinti che la
creatività sia davvero utile.

“La creatività è senza dubbio la risorsa umana più importante. Senza creatività non ci sarebbe
progresso e ripeteremmo sempre gli stessi schemi.”
-Edward de Bono-

La creatività nella vita quotidiana

È una verità inesorabile che le menti creative saranno sempre molto stimate. D’altro canto, essere
più creativi può aiutarci anche nella nostra vita quotidiana a risolvere piccoli e grandi problemi,
così come a proporre delle soluzioni ingegnose per questioni che non si risolvono in modo adeguato
seguendo le “normali” procedure.

In realtà, la questione che poniamo qui non è come ottenere il cervello creativo di Albert Einstein,
ma come espandere le nostre capacità creative per migliorare sempre di più.

La creatività non è una cosa esclusiva di artisti, scrittori o grandi imprenditori; offre a tutti
noi la possibilità di sviluppare innovazioni in tutti gli aspetti della nostra vita.

9 idee e consigli per essere più creativi

Molte persone credono di non poter diventare creative, ma si sbagliano. Possiamo essere tutti più
creativi del momento attuale e, allenando adeguatamente il nostro cervello, potremo diventar ogni
giorno un po’ più ingegnosi.

Coltivare delle idee è un processo che possiamo mettere in atto per produrne di più e che siano
anche migliori. Alcune tecniche, inoltre, permettono alle idee di fluire con più facilità.

“Chiunque ha talento. Ciò che è raro è il coraggio di seguire quel talento nel luogo oscuro a cui
conduce.”
-Erica Jong-

Queste sono alcune idee e consigli che vi aiuteranno ad allenare il vostro cervello per essere più
creativi.

Dimenticare il risultato

L’importante è il processo, non il risultato in sé. Godersi il processo di dare forma a un’idea
conferirà libertà alla vostra mente per proporre delle alternative e per sviluppare l’idea in modo
più ampio. Il risultato è la conseguenza del processo creativo, un processo che deve attirare tutta
la vostra attenzione per generare un bel frutto.

Ignorare le critiche

Una persona creativa deve rendersi immune alle critiche che non sono costruttive, tanto a quelle
degli altri come alle sue. L’autocritica, infatti, non permette di pensare in modo chiaro. Non
sprecate energie in essa. Abbiate pietà di voi stessi e abbiate il coraggio di lasciarvi liberi di
creare. Vi sbaglierete molte volte, ma solo lasciando fluire la vostra mente raggiungerete qualcosa.

Rilassarsi

Lo stress è uno dei principali nemici della creatività. Può essere che un certo livello di stress
sia positivo per terminare ciò che dovete fare ma, quando si tratta di creare, avete bisogno di
serenità. Secondo voi perché vi sono molte persone a cui le idee migliori vengono sotto la doccia,
quando escono a fare una passeggiata o mentre svolgono determinate faccende domestiche, come lavare
i piatti? Semplicemente, perché la loro mente si rilassa.

Annotare le proprie idee

Una cosa è avere un’idea e un’altra è darle una forma. Dar forma a un’idea può richiedere molto
tempo e, a volte, ci viene nel momento più impensabile. Se la annotate, otterrete due cose: la prima
è che non ve ne dimenticherete; la seconda è che non occuperà la vostra mente mentre siete immersi
in un’altra faccenda. Annotare l’idea vi toglierà pressione e servirà da promemoria quando ne avrete
bisogno.

Leggere

Una delle attività che più stimolano il cervello è la lettura. La lettura, in qualche modo, aumenta
le esperienze. Inoltre, crea nuove connessioni neuronali, un processo conosciuto come
neuroplasticità.

Meditare

La meditazione, nella misura in cui ci aiuta a rilassarci da un punto di vista fisico e mentale,
rende anche più semplice il processo creativo. Anzi, il tipo di meditazione conosciuto come
mindfulness, o attenzione piena, ci allena a focalizzarci su un’idea e a non disperdere
l’attenzione, un’abilità di grande utilità durante il processo creativo.

Condurre uno stile di vita salutare

L’alcol, il tabacco, le droghe e la vita sedentaria, così come il cibo spazzatura e una cattiva
alimentazione sono grandi nemici del cervello in generale e del cervello creativo in particolare.
Eliminando le sostanze tossiche dal vostro organismo e facendo sport, aumenterete il vostro livello
di energia in generale e migliorerete la vostra creatività.

Avere il coraggio di uscire dalla propria zona di comfort

Il problema che hanno molte persone è che cercano di creare nuove idee senza uscire dalla loro zona
di comfort, il che limita molto le loro opzioni. Le grandi idee non vanno d’accordo con i limiti del
“politicamente corretto”, la “tradizione” o il “comfort”, di solito richiedono valore e coraggio per
riuscire a guardare oltre.

Affrontare il problema in modo diverso

È ovvio che tutte le questioni che sorgono intorno a voi possono essere affrontate in modi diversi.
Di fatto, a volte la soluzione al problema non risiede nel trovare un’opzione creativa, ma nel porre
il problema in modo creativo e diverso.

Avere molte idee non significa avere molte idee buone

Essere più creativi e avere molte idee non implica che tutte le idee siano davvero buone, utili o di
valore. Uno scrittore deve scrivere molto prima di arrivare a produrre un’opera davvero brillante.
Lo stesso accade a un pittore, a uno scultore o a un compositore. E capita anche a tutti noi.

In realtà, non è il più furbo o il più creativo a ottenere creazioni e idee di grande valore, ma
colui che lavora di più sulle sue idee. Funziona proprio così: può darsi che qualcuno necessiti più
lavoro di altri ma, in fin dei conti, colui che è disposto a fallire è lo stesso che raggiungerà
qualcosa di estremamente positivo.

anonimo

Condividi:

Lascia un Commento: