432 Hz

pubblicato in: AltreViste 0

432 Hz

Forse alcuni di voi, al leggere il titolo di questo post avranno già intuito l’argomento. Come ben
sappiamo, alcuni numeri sono “più significativi” di altri, pensate solo al pigreco, rintracciabile
nelle proporzioni della natura stessa o al diabolico 666 (tanto per fare degli esempi ben noti).

Il numero di cui sto parlando, però, riguarda tutt’altro argomento (tuttavia vedrete che anche qui
c’è lo zampino degli Illuminati). Mi riferisco al mondo del suono. Tutti gli strumenti musicali
odierni sono accordati utilizzando un diapason a 440 Hz. Lo strumento in questione è certo ben conosciuto da tutti e il suo uso si estende anche in medicina.

La nostra musica, pertanto è tarata su una precisa frequenza (i 440Hz). Il problema dunque qual’è?
Andiamo indietro di qualche anno per capire quando questo standard si è (o è stato imposto): l’uomo
della foto è Joseph Paul Goebbels, gerarca nazista anche conosciuto con il soprannome di “Herr
Doktor” nonchè ministro per la propaganda del regime hitleriano, nonchè come abbiamo detto ieri, appartenente agli Illuminati.

Con questo curriculum, il “dottore” è stato il primo a cercare (senza successo) di imporre lo
standard dei 440Hz per tutta la musica prodotta ed ascoltata. Dopo questo tentativo, nel 1953 è
stato imposto lo standard dopo un meeting che, nelle sue decisioni ha tralasciato il fatto (non
trascurabile) che il parere di musicisti e matematici era unanime sull’utilizzo dei 432Hz.

Come (ahinoi) ben sappiamo, all’elite degli Illuminati piace manipolare tutto ciò su cui riescono a
mettere le mani. Anche Giuseppe Verdi cercò di ottenere una standardizzazione del diapason a 435Hz
(ridotto poi a 432) giustificando anche con esigenze matematiche questa necessità. In particolare, in una lettera scrive:

Sarebbe grave, gravissimo errore, adottare come viene da Roma proposto un diapason di 450 vibrazioni.
Questa frase “come viene da Roma proposto” non può non farci ricordare qual’è il tetto della
piramide degli Illuminati… Ci sono, infatti tutta una serie di ragioni per cui la frequenza di 432Hz è infinitamente più importante dell’artificiosa frequenza a 440Hz.

La prima, infatti è l’unica frequenza che ha un perfetto bilanciamento armonico ed è anche l’unica
in grado di riprodurre naturalmente quella che è chiamata “spirale musicale pitagorica”, mentre i 440Hz non sono affatto una frequenza naturale.

In che modo tutto questo si inserisce nella vita di tutti i giorni? Innanzitutto ogni onda, seguendo
la teoria dell’universo vibrazionale è in grado di interagire con le altre ed è perciò plausibile
che la musica ad una frequenza innaturale possa influenzare negativamente il DNA stesso delle
persone (ricordo che secondo gli ultimi studi, il DNA si comporta come un’antenna). Se poi vogliamo
farci del male tagliando ulteriormente le frequenze a noi disponibili (penso all’mp3) capite come sia vuoto il panorama musicale attuale.

Ulteriori informazioni (tra cui alcune di quelle presenti in questo articolo sono rintracciabili
presso questo link, che contiene anche alcuni esempi di musica a 432Hz, incluso un confronto con un
brano a 440Hz. Da soli potrete notare come il brano nella sua versione a 432Hz sia più “caldo” (so
che è una descrizione poco efficace ma la differenza è insieme labile ed immensa, tanto che le parole sono limitanti nella sua descrizione).

Nella speranza che questo possa aiutare a portare armonia, vi incoraggio a riflettere su questo.

Ed ora vi saluto tutti, uomini liberi della terra
Vostro

Capitano Nemo

da ilnautilus.blogspot.com/2008/01/432.html

Sottoscrivi Notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments